Passa ai contenuti principali

PARIS 2010 URBAN ATTITUDE

La quarta mostra del ciclo Focus On Art – Paris 2010 Urban Attitude indaga in modo poliedrico ed inaspettato il concetto dell’ architettura delle periferie urbane , interagendo con l’ Ordine degli Architetti per creare un dibattito vitale .

Il progetto nasce dalla collaborazione tra l’ Italiana Assicurazione di Riccardo Pensini e l' Associazione Arte Contemporanea.
Il progetto dell’Associazione Arte Contemporanea, attraverso la curatela della critica Camilla Boemio diventa parte di una “visione collettiva”.
Il graduale emergere di una cultura e di un interesse sempre maggiore nei confronti dell'arte contemporanea realizza un sodalizio tra i fruitori ad un modo nuovo propositivo d’ impostare il tempo libero ed di amalgamare la tradizione all’innovazione.
Da questa analisi attenta e metodica emerge il bisogno di valorizzare il territorio , e luoghi inediti per l' arte , dando l’ opportunità a giovani artisti di mostrare i propri lavori .
Perno della mostra la serie ‘ Paris 2010 ‘ del fotografo Franco Belsole .
Le serie di Belsole spostano l’ attenzione dalla fissità dei luoghi urbani del filone documentaristico ,  alla folla in movimento .
Helsinki   Berlino, New York , Filadelfia , Parigi    le città si susseguono annullandone le differenze , ripetendone il concetto di comune situazione individuale.
Belsole contribuisce a destrutturare lo spazio documentandolo in maniera anonima .
L’ uomo diventa il protagonista assoluto nello scenario urbano , in un contesto globalizzato nel quale le coordinate geografiche diventano irrisorie e facilmente ripetibili .
Il suo linguaggio , a tratti cinematografico , utilizza la sequenza strutturando compattezza e narrazione concettuale alla serie .
Le città diventano uno sfondo indifferenziato nelle quali emerge una dirompente fauna umana globalizzata , dalle blande radici di appartenenza .

Nel salone delle conferenze espongono dei lavori lo scultore Luigi Ferretti e Marco Grioli
con una serie pittorica dedicata alle città internazionali .
Precederà l’ opening della mostra una conferenza nella quale saranno trattati tematiche inerenti alla globalizzazione dell’ Architettura , le città , le periferie , utilizzando una linea provocatoria nella quale si partirà dal confronto tra ‘ la periferia di Los Angeles Inglewood per scorrere l’ attenzione alla periferie marchigiane ‘ .
I ‘ non luoghi ‘ diventano l’ incontrastate immagini quotidiane di vita , non solo nelle grandi città ma anche nella provincia decretando surclassato il centro storico come luogo di incontro e di tradizione .

Interverranno con i seguenti temi:
Il Presidente dell’ Ordine degli Architetti di Macerata Arch. Enzo Fusari –
Presentazione dell’ iniziativa
Critica , consulente  e curatrice d’ Arte Contemporanea , Camilla Boemio –
Primo approccio al filone di ricerca Arte – Architettura nell’ Arte Contemporanea
Esperta di comunicazione e didattica on-line; docente presso la facoltà di Scienze della formazione dell'Università degli Studi di Macerata , Mina Sehdev
"L'uomo del XI secolo fra individualismo e globalizzazione".
Arch. Piero Pirandrei – Officina Itaca
The City = Il sistema aggregativo piu’ sostenibile”.
Ing. Silvia Andreussi redattore di ArkNews e curatrice ‘ Speciale ArkNews Roma ‘ –
"Spazio e dinamica metropolitana: NYC"
Gli artisti saranno presenti e saranno intervistati da Camilla Boemio .
Durante la vernice verrà presentato il magazine d’ architettura ArkNews .

L’ iniziativa è sostenuta da :
Impresa Edile Roldedil – Fratelli Grioli – Electron s.r.l. – Codice – Banca delle Marche
Sponsors tecnici :
GM di Pallotto
Palas

Collaborazioni con :
Officina Itaca

PARIS 2010 URBAN ATTITUDE
Opening : sabato 17 Dicembre dalle 18.00 alle 21.00
Conferenza e presentazione – sabato alle 17.30
Mostra – dal 17 Dicembre al 3 Febbraio (dalle 10.00 alle 19.00)
chiuso il fine settimana – apertura solo su appuntamento
Spazio espositivo : Palazzo Floriani
Via. Venti Settembre 8
Centro storico Macerata
tel: 0733.237057

Post popolari in questo blog

Mein Name ist Giulia

Giunta alla seconda esposizione personale a Berlino, con la nuova ricerca Mein Name ist Giulia / Il mio nome è Giulia l’artista toscana Giulia Efisi segna una nuova tappa nella sua esplorazione visiva del concetto di identità e dei passaggi, temi centrali del suo percorso espressivo. 
Dall’iniziale ricerca sul proprio corpo, l’artista si è dedicata alla riscoperta del suo universo privato fatto di persone e oggetti della memoria, fino ad approdare negli ultimi anni alla ricerca sull’identità dell’altro con i suoi Ritratti/Portraits di persone comuni e famose ritratte per il particolare legame che la unisce a esse.
Nelle venti opere esposte alla galleria The Ballery, la Efisi affronta uno scenario nuovo, la metropoli, in cui dà luogo alla sua prima performance artistica. Un mondo privo di àncore, eccetto quella rappresentata da una panchina sulla quale si è seduta e ha cominciato a urlare il proprio nome, sperimentando le reazioni dei passanti. I loro sguardi bassi, il progressivo dist…

La notte di Caracalla

(ANSA) - ROMA, 17 AGO - Si apre dal 18 agosto uno dei percorsi notturni tra i più suggestivi dell'antica Roma, realizzato dalla soprintendenza speciale di Roma con Electa: fino al 3 ottobre ogni martedì e venerdì sera le Terme di Caracalla saranno accessibili al chiaro di luna con visite guidate.
Gruppi di massimo 25 partecipanti potranno ammirare le monumentali vestigia illuminate nella notte e scendere nei sotterranei. Compreso nella visita il mitreo di Caracalla, il più grande tra quelli rimasti a Roma e perfettamente conservato.
Le visite, della durata di 75 minuti, inizieranno alle 19.30, con l'ultima partenza alle 21.00, e avverranno grazie a una spettacolare illuminazione del monumento a cura di Acea. Nelle giornate lunghe di agosto e dell'inizio di settembre per i primi turni di visita si potranno ammirare le Terme costruite dagli imperatori Severi nella luce dorata del tramonto.
Le visite, guidate da archeologi e storici dell'arte, inizieranno dall'area c…

Tutti i premi di Artissima 2017

Scoprire la bellezza, riconoscerla, premiarla, sostenerla, diffonderla: fedele al suo ruolo di fiera innovativa, sperimentale e anticipatrice, anche quest'anno Artissima supporta il futuro dell'arte contemporanea attraverso l'assegnazione di 7 premi. Nati in collaborazione con sponsor e istituzioni, i riconoscimenti 2017 sono rivolti ad artisti e gallerie presenti in fiera e sono assegnati da giurie internazionali composte da curatori e direttori dei principali musei d'arte contemporanea del mondo.


Campari Art Prize (new): promosso dal Gruppo Campari, il premio è assegnato a un artista under 35 che incentri la sua ricerca sul potere evocativo del racconto nelle sue molteplici declinazioni e sulla dimensione comunicativa dell’opera. Giuria: Adam Budak, Francesco Stocchi, Carina Plath
Refresh Premio Irinox (new): promosso da Irinox, il premio è assegnato a un artista della sezione Disegni che si distingua per la capacità di 'reinventare conservando', esaltando in …