Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2012

A piedi scalzi

A piedi scalzi è una mostra d'arte contemporanea - a cura di Roberto e Valentina Gramiccia - realizzata nell'ambito della programmazione di Indy, Fiera dei gusti non omologati, una manifestazione, promossa dalla rivista AlfaBeta2, da DeriveApprodi e da Radio Popolare, che prevede iniziative volte a valorizzare la cultura indipendente nelle sue espressioni editoriali, artistiche, musicali, cinematografiche ed enogastronomiche, proponendo prodotti e pratiche capaci di dimostrare l'attualità di un approccio alternativo rispetto al dominio della grande distribuzione monopolistica.
Il Concept della mostra: sono state consegnate a circa cinquanta artisti di livello nazionale e internazionale e appartenenti a varie generazioni delle semplici scatole di scarpe, identiche fra di loro. Ciascun artista ha usato la scatola come ha voluto, utilizzando il suo incavo o altre parti della scatola con un intervento bi o tridimensionale. Lo spazio a disposizione, volutamente povero e seriale,…

IMMAGINI RELATIVE con Alfonso e Nicola Vaccari

Domenica 27 maggio 2012, alle ore 18.30, presso "Essentia Relais Hotel", Via Piave, 2 Marina di Monterciano (AN), con la presentazione ufficiale a cura di Mary Sperti si terrà l' inaugurazione della Mostra personale di pittura, “Immagini relative” di Alfonso e Nicola Vaccari.
Gemelli - del 1961 - Alfonso e Nicola Vaccari vivono e lavorano a Forlì. Dipingono a quattro mani ricercando nelle loro opere l’ordine e le emozioni di paesaggi notturni ormai dimenticati e figure femminili sensuali ed erotiche.
Il loro linguaggio artistico scruta il quotidiano offrendo al fruitore spazi della notte vissuti oggi senza forse essere molto osservati dall’animo. Dispongono l’osservatore frontalmente a una realtà sfuggente agli occhi di chi vive. Fissano per sempre sulla tela attimi scontati e spesso dimenticati. La rappresentazione della donna ha natura erotica ed emozionale, diviene monumento scultura affascinando senza via alcuna. Colgono la figura femminile in movimenti, pose e sguard…

Riccardo Dalisi - Cavalieri e oltre

Il 16 maggio alle ore 12 aprono le “Reali Cavallerizze” del Palazzo Reale di Caserta con la mostra ‘Cavalieri e oltre’ di Riccardo Dalisi. L’esposizione, a cura della Soprintendenza di Caserta e Benevento con la collaborazione di Civita, è allestita nel nuovo spazio adiacente la facciata est del Palazzo Reale, che si apre per la prima volta dopo una lunga fase di restauri e realizzato proprio per essere sede di mostre ed installazioni di arte contemporanea.
Dalisi, architetto, designer, artista di livello internazionale, nato a Potenza e residente da sempre a Napoli, è presente in numerose collezioni private e in importanti Musei europei e d’oltreoceano (Musèe des Art Decoratifs, Parigi; Museo di arti decorative, Groningen – Olanda; Denver Art Museum, Denver – Colorado; Museo d’Arte, Montreal – Canada; Museo della Triennale di Milano.
Nelle Reali Cavallerizze di Caserta, saranno esposti una serie di oggetti realizzati con rame, ferro battuto, latta oltre che disegni autografi. Emerge, …

La Dolorosa Natalia Saurin

La Galleria Muratcentoventidue prosegue il suo programma espositivo con la mostra personale di Natalia Saurin.
Dar volto alla complessità dell’identità femminile sembra essere la sfida di molte sempre più numerose artiste presenti sulla scena contemporanea e una gran parte di esse sceglie il video come mezzo preferito per inventare il proprio modo di rappresentarsi e avviare una relazione fra la propria storia e quella di altre donne. Ed il video d’altra parte, per la sua natura fluida e la sua identità ibrida e in virtù della sua immediatezza, facilità d’uso e semplicità ad essere riprodotto e trasmesso, rappresenta un mezzo d’elezione con il quale esprimere il potere del personale nell’arte. I video delle artiste dell’ultimo decennio fanno percepire da un lato un’elaborazione del pensiero storico del movimento delle donne, anche se la maggior parte non ha avuto un legame diretto con esso, data la giovane età, dall’altro un fastidio epidermico per stereotipi e cliché di ogni tipo, com…