Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2014

L' Andata e Ritorno di Silvio Paradiso: un viaggio lungo 15 anni di Pittura.

Le Tracce di Manuela Minozzi presso il foyer del Teatro Furio Camillo di Roma

Quest'oggi alle ore 19.00 inaugurerà la mostra di pittura “Tracce” di  Manuela Minozzi, presso il foyer del Teatro Furio Camillo in via Camilla, 44 a Roma.
La specificità dell’arte astratta, espressa da Manuela Minozzi, è dovuta al fatto che il suo percorso pittorico nasce  dal figurativo classico, dal quale spesso si allontana per il bisogno di aprire lo scrigno della sua creatività più recondita. Da qui, l’esplosione di forme,  colori e luci che si compongono e si scompongono in un’armonia di evanescente astrattismo, impercettibile ai sensi comuni. Svelare la magia delle linee curve, pensare ad un colore con un segno morbido in un intrico di tratti, intenzionalmente non dritti, che possono essere parte di segni interrogativi, parentesi, pezzi di cerchi come di ruote senza raggi.
“Le linee si inseguono creando forme, richiamando colori, a volte delineando contorni di elementi figurativi. In un fluire continuo, reale ed irreale si fondono per dar voce alle più remote zone dell'…

FulFul design al Fuorisalone del Mobile 2014 di Milano

In occasione del Fuorisalone del Mobile 2014, FulFul design di Torino presenta a Milano una selezione di pezzi di importanti marchi italiani e internazionali.
FulFul design nasce a Torino nel 2001, uno spazio dedicato al design locale e internazionale, inedito e storicamente affermato. La ricerca di FulFul design è rivolta a creazioni dal design innovativo: mobili, oggetti per la casa e accessori per la persona. Un catalogo che, oltre a presentare prodotti di aziende note, propone pezzi unici e marchi del tutto sconosciuti.
FulFul design distribuisce e diffonde in Italia i prodotti di: Droog, Gispen, Paul Baars, Designhype, Jerome Olivet, Esaila, Tamawa, Zho Innovation. www.fulfuldesign.it | info@fulfuldesign.it
FulFul design
c/o Spazio Made4Art
Via Voghera 14
Ingresso da Via Cerano
20144 Milano
Zona Tortona
MM2 P.ta Genova, Tram 14-2-9-19, Bus 74-47-59
Comunicazione a cura di Made4Art
Vittorio Schieroni - Elena Amodeo
info@made4art.it

La solo exhibition di Guido Corazziari all' Expart

Mostra personale di Guido Corazziari presso Expart da quest'oggi al 20 Aprile 2015 : 15 opere per un interessante assaggio dell'ampia produzione dell'artista, in un viaggio senza tempo tra l'oggi, lo ieri e il domani. Graffiante, ironico e dissacrante, non si può non definire Guido Corazziari un artista POP. Icone moderne e colori accesi caratterizzano il suo lavoro. Figlio d'arte, cresce circondato dalle opere degli artisti moderni e, come ogni ragazzino, dai fumetti e dai cartoons. Il tempo non poteva che portarlo a riunire questi due aspetti che hanno caratterizzato la sua infanzia: nasce così la sorprendente produzione di Guido Corazziari, artista prolifico e dissacrante, che con il suo lavoro reinterpreta soggetti e modelli dell'arte e del quotidiano, in un mix stroboscopico. Le sue opere faticano a contenere la moltitudine di immagini che vi rappresenta, specchio del quotidiano bombardamento di immagini, loghi e merchandising che ormai riempiono ogni spaz…

La mia terra: comunicazioni irregolari di Cataldo Mastrorilli e Raffaella Capannolo

Da Venerdì 11 ( Vernissage) a Giovedì 17 aprile 2014 a cura dell'associazione spazio ALLarte presso la "Cripta Borromeo (GPII)" in via del corso a Roma mostra bipersonale di Cataldo Mastrorilli e Raffaella Capannolo a cura di Elena Valeri "La mia terra: comunicazioni irregolari". "Ammaliati dall’errato concetto che tutto possa essere definito arte, che un qualunque scarabocchio su una tela virginale debba qualificarsi come provocatorio e anti-sociale, in un’epoca in cui, per giustificare la propria mancanza di talento si citano con incoscienza grandi pensatori e innovatori del Novecento, una netta inversione di tendenza risulta essere la più autentica invettiva. Solo la rara maestria, l’uso sapiente e la padronanza della téchne rende poi qualunque segno apportato sul supporto carico di significante anche quando, consapevolmente, si decide di ridurre all’osso l’impronta classicista secondo i cui dettami siamo soliti definire il bello artistico. Esiste quind…