Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2017

Werner Bischof. Fotografie 1934-1954

Dal 22 settembre al 25 febbraio 2018, la Casa dei Tre Oci di Venezia ospita una mostra antologica dedicata a Werner Bischof (1916-1954), uno dei più importanti fotografi del Novecento, tra i fondatori dell’agenzia Magnum.
L’esposizione, curata dal figlio Marco Bischof, organizzata dalla Fondazione di Venezia e da Civita Tre Venezie, in collaborazione con Magnum Photos e con la Werner Bischof Estate, accoglie 250 immagini, in gran parte vintage, tratte dai più importanti reportage dell’autore svizzero nel mondo: India, Giappone, Corea, Indocina, Panama, Cile, Perù... Per la prima volta è esposta anche una selezione di venti scatti in bianco e nero dallo sguardo “neorealista” dedicate all’Italia. È presente, inoltre, una sezione di fotografie di paesaggio e di natura morta, realizzate in Svizzera, tra la metà degli anni Trenta e Quaranta.
La rassegna, dal titolo “Werner Bischof. Fotografie 1934-1954” è un viaggio nell’epoca d’oro del fotogiornalismo. Il percorso attraversa un’Europa usc…

Giancarlo Fabbi - No-body

Lo spazio MADE4ART di Milano è lieto di presentare NO-BODY, personale dell’artista fotografo Giancarlo Fabbi (Modena, 1956) a cura di Elena Amodeo e Vittorio Schieroni.
 In esposizione una selezione di opere realizzate negli ultimi due anni lungo la foce del Po, paesaggio di grande suggestione e impatto visivo, luogo dove il tempo pare si sia fermato in maniera immutabile spingendo lo spettatore a un’analisi introspettiva. Accanto a un nucleo di lavori nei quali l’assenza dell’uomo lascia spazio a una natura selvaggia e incontaminata, una serie di scatti sono rivolti invece alla presenza umana, rappresentata nelle sue opere da una delicata silhouette femminile. 
I raffinati scatti in bianco e nero di Giancarlo Fabbi mettono in risalto tutti gli aspetti dell’ambiente naturale: una selvaggia vegetazione che emerge dalla sabbia, il susseguirsi di alberi a perdita d’occhio, la vastità degli orizzonti tra cielo e mare, tronchi che, come grandi sculture, dominano la riva. Le tracce dell’uom…

Batman: oscurità e luce

Fino al 22 ottobre si terrà “Tiferno Comics“, la Mostra Nazionale del Fumetto di Città di Castello. Quest’anno la manifestazione, giunta alla quindicesima edizione, vuole celebrare i quasi 80 anni di vita editoriale di Batman e gli oltre 70 anni di pubblicazione del personaggio nel nostro paese.
Oltre 250 tavole originali esposte, più di 20 autori in mostra, materiale inedito e esclusivo, "Batman: oscurità e luce"  è la mostra più grande sui fumetti di Batman mai realizzata in Italia.
Il rapporto artistico e editoriale tra l’Italia e Batman è il fulcro della mostra , che mette al centro della scena i principali autori contemporanei che realizzano storie della “Batman-Family” nei comics americani.
AUTORI PRESENTI : 
LORENZO LRNZ CECCOTTI SIMONE BIANCHI CLAUDIO CASTELLINI GABRIELE DELL’OTTO TANINO LABERATORE GIUSEPPE CAMUNCOLI MATTEO CASALI ALBERTO PONTICELLI EMANUEL SIMEONI MARCO SANTUCCI EMANUELA LUPACCHINO ELEONORA CARLINI DAVID MESSINA CARMINE DI GIANDOMENICO GIOVANNI P T…

1960-1962 Il Giappone a Torino

La GAM di Torino inaugura la nuova stagione espositiva proponendo il secondo appuntamento della serie Archivi, avviata nel 2016 con la mostra dedicata a Giovanni Anselmo
Il progetto Archivi intende valorizzare rare opere d’arte, materiali d’archivio e documenti originali. 
Nell’era della smaterializzazione digitale, la GAM attinge a repertori di immagini e documenti capaci di contribuire, con elementi inediti, all’analisi e alla contestualizzazione del lavoro degli artisti e alla riflessione sulle modalità di conoscenza e circolazione delle opere.
Archivi 2, dal titolo 1960-1962 Il Giappone a Torino intende focalizzare l'attenzione su due tra le numerose iniziative che, tra il 1958 e il 1962, fecero di Torino uno dei luoghi cardine per la conoscenza in Europa delle ricerche degli artisti giapponesi contemporanei: l'Ikebana realizzato nel 1960 da Sofu Teshigahara nel giardino della Galleria d'Arte Moderna da poco inaugurata, e la mostra Strutture e stile ideata da Michel …

Perugia Social Photo Fest

Il Perugia Social Photo Fest (PSPF),il primo festival biennale di fotografia sociale e terapeutica organizzato dall’Associazione LuceGrigia di Perugia, dopo aver annunciato le date dell’edizione 2018 “THE SKIN I LIVE” (Perugia, 10 Marzo – 8 Aprile) e aver lanciato una open call specificatamente dedicata al collage analogico e recentemente conclusa, annuncia la Call 4 Entry ufficiale per poter esporre all’interno della prossima edizione.


Il tema della nuova edizione del PSPF e della nuova Call for Entry è quello della pelle (THE SKIN I LIVE): La pelle è la totalità di una superficie di confine. Essa sta tra noi e il mondo. E in questo senso, sia come materia che come simbolo, è espressione di quella "imprescindibile" separazione dal nostro ambiente e dal nostro prossimo, che è fondamento dell’essere. La nozione di “io” inizia proprio dalla nostra pelle. Tessuto di confine tra l’individuale e il collettivo, essa invia messaggi sensoriali che ci permettono di delimitare il mond…

MANU HYPERBULLES!

Dopo questa torrida estate, riprendono forza gli eventi artistici in 4ARTS Gallery, la Galleria dedicata allo sviluppo delle Arti sul territorio, ed oltre, creata da Angela Ruggirello e Sal Giampino in via Mario Rapisardi, 33 a Marsala. Il prossimo appuntamento è, con MANU, per domenica 24 Settembre alle ore 18:00.
MANU è l'artista francese, nato e cresciuto artisticamente oltralpe, ma che, oggi, ha eletto a sua residenza dello spirito presente, questa nostra città che affascina e prende i polsi di molti, trascinandoli e innamorandoli, con tutto il suo fulgore storico-culturale e artistico; e la sua bellezza marina fatta di venti, di caldi asfissianti, ma, anche, di serene e chiare albe sullo specchio del mitico Stagnone: location inusitata per il film delle vite di noi tutti.
Sui paesaggi siciliani, e non solo, l'iperbolico artista "cousin" lascia galleggiare il suo sguardo attraverso bolle che ingrandiscono e specchiano i particolari delle sue opere, in un tutt'…

13^ edizione di ArtVerona

La stagione delle grandi mostre apre con i Collateral della 13^ edizione di ArtVerona | Art Project Fair, che si tiene a Verona dal 13 al 16 ottobre e coinvolge gran parte delle istituzioni cittadine in progettualità che vedono la partecipazione di artisti internazionali.
Alla Galleria d'Arte Moderna A. Forti - Palazzo della Ragione è in programma dal 13 ottobre al 28 gennaio la mostra, ideata da Adriana Polveroni e co curata con Patrizia Nuzzo, Il mio corpo nel tempo.Lüthi, Ontani, Opalkache indaga il concetto del tempo e il suo disvelarsi nel corpo, attraverso i percorsi e le opere dei tre artisti.
Il susseguirsi delle immagini, nelle quali a volte con fatica si riconosce l'uomo odierno, rivela un percorso artistico di estrema coerenza e di grande fascino, dall'inizio fino ad oggi, ciascuno secondo il proprio linguaggio. Rigorosamente formale e quasi minimalista, nel caso di Opalka. Libero e con accenti ironici, che spazia dalla fotografia all'installazione per Lüthi. …

26° premio SI Fest Portfolio : I vincitori

La FIAF - Federazione Italiana Associazioni Fotografiche, associazione senza fini di lucro che si prefigge lo scopo di divulgare e sostenere la fotografia su tutto il territorio nazionale, annuncia i vincitori del «26° premio SI Fest Portfolio», penultima tappa di “Portfolio Italia 2017 - Gran Premio Hasselblad”, che si è tenuta a Savignano sul Rubicone (FC) il 9 e 10 settembre all’interno della più ampia manifestazione “26° SI Fest Savignano Immagini Festival”.
Ad aggiudicarsi il prestigioso riconoscimento sono stati i fotografi Špela Volčič con “Et Fiat lux” e Carlo Lombardi con “Dead Sea”.
Špela Volčič, fotografo di Miren (Slovenia) che ha presentato un Portfolio composto da 18 immagini a colori realizzate fra il 2016 e il 2017, con “Et Fiat lux” ha vinto il primo premio, realizzando un progetto che trae ispirazione dalla natura morta olandese, e che si esplica per gusto personale. Il lavoro attraversa una mimesi iniziale, svelandosi successivamente per poi confluire in una raffina…

Ritmo Astratto. Angelo Rinaldi. Una vita d’arte

La Casa Museo Sartori di Castel d’Ario (Mantova) in via XX Settembre 11/13/15, dal 10 Settembre al 15 Ottobre 2017 presenta la mostra “Ritmo Astratto. Angelo Rinaldi. Una vita d’arte”.
La mostra è allestita al primo piano di Casa Museo Sartori e gode dei patrocini di: Comune di Castel d’Ario, Comune di Padova, Ecomuseo della risaia, dei fiumi, del paesaggio rurale mantovano e dell’Associazione Pro Loco di Castel d’Ario.
“Ritmo Astratto. Angelo Rinaldi. Una vita d’arte” si inaugura Domenica 10 Settembre alle ore 11.00, alla presenza del Maestro, con interventi di Arianna Sartori e Fausto Tonello curatori della mostra, Daniela Castro Sindaco di Castel d’Ario e Maria Gabriella Savoia di ‘Casa Museo Sartori’.
La mostra, che arriva a Castel d’Ario (MN) dopo le due importanti tappe ad Arezzo presso la “Casa Museo Ivan Bruschi” (gennaio-marzo 2017) e a Portobuffolè (TV) nel “Museo Casa Gaia da Camino” (aprile-maggio 2017), e prorogate entrambe per il grande interesse riscontrato dal pubblico…

The Venice Glass Week

Sono più di 100 le realtà, per un totale di 150 eventi, che dal 10 al 17 settembre 2017 partecipano alla prima edizione di The Venice Glass Week, vero e proprio festival internazionale dedicato all’arte vetraria con particolare riguardo a quella muranese, nato per celebrare il vetro, risorsa artistica e produttiva per cui la città lagunare è rinomata a livello globale. 

Il programma della “settimana del vetro” è composto dalle iniziative più variegate in tutta la città - la maggior parte delle quali aperte al pubblico - aventi tutte come tema principale il vetro artistico: 88 mostre, 21 aperture speciali, 7 conferenze, 11 visite guidate, 11 workshops, 4 attività per bambini, 3 spettacoli, 3 presentazioni, 1 cena a tema e 1 corsa notturna tra le calli di Murano.

Scopri il programma generale su theveniceglassweek.com


Del futuro e dell’anima

Le archeologie “Del futuro e dell’anima” di Brunivo Buttarelli e Myriam Cappelletti in mostra, dal 14 settembre al 5 novembre 2017, presso la Casa di Cura Privata Polispecialistica Villa Verde di Reggio Emilia (Via Lelio Basso, 1).
Promosso dalla Casa di Cura e dal Circolo degli Artisti di Reggio Emilia, il progetto sarà presentato al pubblico giovedì 14 settembre 2017, alle ore 17.30, da Fabrizio Pulcinelli (Direttore Generale di Villa Verde), Enrico Manicardi (Presidente del Circolo degli Artisti), Gaia Bertani e Nicla Ferrari (curatrici), Brunivo Buttarelli e Myriam Cappelletti (artisti). 
Saranno presenti al vernissage il Maestro Ezio Bonicelli e le lettrici volontarie dell’Associazione “Degustibook” che alterneranno brani musicali suonati con il violino a letture sul tema del mare. Al termine sarà offerto un cocktail ai partecipanti.
Due percorsi espositivi paralleli che interessano l’esterno e l’interno di Villa Verde: una grande scultura di Brunivo Buttarelli nel giardino (acca…

Il tempo sospeso di Lorenzo Chinnici

Il Belmond Grand Hotel Timeo di Taormina ospiterà dal 19 al 24 settembre prossimo le opere del Maestro Lorenzo Chinnici (Merì, 1942).
La mostra rappresenta l’occasione per immergersi non solo nell’arte ma anche nella maestosità di una delle terrazze sul mare più belle del mondo, in un abbraccio fra il Teatro Greco, il monumento più celebrato della Sicilia antica e il panorama mozzafiato della costa orientale siciliana, fra i riflessi del Mar Ionio e i massicci dormienti dell’Etna.
Vittorio Sgarbi, nella monografia dedicata a Lorenzo Chinnici, scrive: “Se la vista non sempre assiste, sono il ricordo e l'immagine interiore che suppliscono, a confermare il fatto che l'occhio è il più mentale dei sensi”.  
Sono dunque i sensi che permetteranno di apprezzare le opere di Chinnici in un luogo ricco di memorie come il Belmond Grand Hotel Timeo, lussuosa dimora la cui storia si intreccia con quella di luminari, personaggi illustri, come Klimt e Wagner, nonché di molti scrittori e poeti,…

Eridania

Dall’antico nome del Fiume Po (Eridano), un’esposizione collettiva che intende esplorare i tanti linguaggi artistici che trovano origine “dal” e “nel”  territorio di appartenenza. Luoghi, atmosfere, personaggi, bestiari, storia, tradizioni, attualità, curiosità tra la Via Emilia e il Po, perché a volte non serve andare lontano per trovare ciò che si cerca.
Eridania” è il titolo della mostra promossa dal Circolo degli Artisti di Reggio Emilia e da Kairos art & projects, in collaborazione con SpazioArte Prospettiva16 che, dal 16 settembre al 1 ottobre 2017, ospita nei suoi spazi in via Trieste 2/m a Boretto (RE) le ricerche di diciannove pittori, scultori e fotografi iscritti al Circolo degli Artisti (Marco Aduini, Francesca Artoni, Nicoletta Bagatti, Alberto Bertolotti, Federico Bianchi, Lucio Braglia, Flavio Bregoli, Massimo Canuti, Emanuela Cerutti, Andrea Giovannini, Susy Manzo, Luigi Marmiroli, Epifanio Mestica, Silva Nironi, Eugenio Paterlini, Oscar Piovosi, Giuseppe Polizzi…

Van Gogh a Vicenza

A 5 settimane dall’apertura dell’attesissima monografica su Van Gogh, che Linea d’ombra propone dal 7 ottobre all’8 aprile alla Basilica Palladiana di Vicenza, il curatore Marco Goldin rende noti i contorni del “Progetto Van Gogh” che è cresciuto intorno alla grande esposizione.
“Racconterà – anticipa Goldin - , attraverso 129 opere in totale (43 dipinti e 86 disegni), l’intero percorso artistico di Vincent van Gogh, dai disegni di esordio assoluto al tempo del Borinage in Belgio nel 1880, quando svolgeva la funzione di predicatore laico per i minatori della zona, fino ai quadri conclusivi con i campi di grano realizzati a Auvers-sur-Oise nel luglio del 1890, pochi giorni prima di suicidarsi. Accanto alle opere di Van Gogh, per utili e puntuali confronti, si incontreranno il Seminatore di Jean-François Millet e alcuni dipinti dei pittori della Scuola dell’Aia, che il giovane Vincent guardava con ammirazione, da Israëls ai due Maris”. 
La mostra si svolge grazie al fondamentale contribu…

FRANCIS BACON Two Americans

Un’eccezionale asta da Sotheby’s a Londra, nel luglio 2015, decreta il “Bacon Myth”: in catalogo, oltre a due autoritratti del 1975 e 1980, l’opera del 1961 Study for a Pope I, nata dall’ossessione di Francis Bacon per il Ritratto di Innocenzo X di Velázquez e appartenuta a Gunter Sachs, noto playboy negli anni ’50 e ’60 e terzo marito di Brigitte Bardot.
Il mito di Bacon (Dublino 1909 – Madrid 1992) raggiunge ora la Fondazione Magnani-Rocca: il celebre dipinto di Bacon Two Americans del 1954, appartenente alla Collezione Barilla di Arte Moderna, viene infatti esposto dal 9 settembre al 10 dicembre 2017 accanto ai capolavori di ogni tempo raccolti da Luigi Magnani nella Villa di Mamiano di Traversetolo presso Parma.
Il mito dell’artista aveva forse conosciuto l’apice nel novembre 2013 quando il suo trittico Three Studies of Lucian Freud del 1969, battuto in un’asta di Christie’s a New York, divenne il quadro più pagato della storia, superando il precedente primato che apparteneva a L…