Passa ai contenuti principali

Sidicini Contemporary Art Prize 2017

Il progetto della prima edizione del concorso d’arte Sidicini Contemporary Art Prize - indetto dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Teano in collaborazione con il Polo Museale della Campania, a cura di Cesare Patanè - nasce dalla volontà di realizzare un bando di arte fotografica open call internazionale, a partecipazione gratuita ed aperto ad artisti italiani e stranieri senza limiti di età o di esperienza, con l’assegnazione di premi per un totale di 1.800,00 euro.
Una giuria di esperti d’arte (Marco de Gemmis, Nicola Di Benedetto, Gianluigi Gargiulo, Amedeo Patanè e Luigi Spina) ha selezionato i 15 finalisti protagonisti della mostra fotografica Sidicini Contemporary Art Prize Terra/Uomo/Cielo sita all’interno del Museo Archeologico che raccoglie le cospicue collezioni dei reperti provenienti dagli scavi del centro antico e del territorio di Teanum Sidicinum. L’intento è di mettere in relazione forme antiche e contemporanee, scatenando un cortocircuito estetico che da un lato azzera le distanze storiche e, dall’altro, permette un confronto audace tra le ricerche dei linguaggi archeologici e quelli di arte contemporanea. Il tema centrale è il trinomio Terra/Uomo/Cielo: Terra, come luogo di appartenenza, testimone del passaggio e custode di tracce dell’uomo nel tempo attraverso la sua evoluzione; Uomo, come detentore di cultura, segno e significato, interprete del tempo passato ed anello di congiunzione tra il cielo e la terra, tra passato e futuro; Cielo, come aspirazione a cui l’uomo anela, desiderio di trascendere ciò che è e ciò che è stato.

I 15 finalisti selezionati in mostra hanno affrontato il tema con vivo interesse, realizzando degli elaborati attraverso molteplici tecniche fotografiche, dalla classica stampa analogica ai sali d’argento, alle elaborazioni digitali di software art, alle cromatografie su plexiglas.


Segue elenco dei finalisti: Dario Agrimi, Viola Baldi, Elisa Baldissera, Simone Cametti, Chiara Coccorese, Giuseppina Maria Cozzolino, Cristina Cusani, Assunta D’Urzo, Giovanni Ongaro, Ivan Piano, Marco Rossetti, Silvio Russino, Anna Sobczak, Nara Tomassini, Andreas Zampella.

Al termine della giornata inaugurale di domenica 17 dicembre, saranno decretati i vincitori a cui verranno assegnati i seguenti premi:


Primo classificato 1.000,00 €
Secondo classificato 500,00 €
Terzo classificato 300,00 €

Il curatore Cesare Patanè, classe 1985, nasce a Napoli, dove vive e lavora. Diplomato in Pittura all’Accademia di Belle Arti di Napoli, fonda nel 2010 l’Username Art Agency occupandosi di arte pubblica in Campania. Attraverso la collaborazione con associazioni e istituzioni come il Museo MADRE e Aporema Onlus, crea e attiva laboratori che si occupano di didattica per l’arte. Fonda nel 2013 la casa editrice Inknot. Nel 2017 si specializza nel mondo della modellazione 3D e dell’animazione digitale.

Sidicini Contemporary Art Prize Terra/Uomo/Cielo

Opening: domenica 17 dicembre 2017 ore 17:00

Dal 17 dicembre 2017 al 07 gennaio 2018

Concorso di Arte Contemporanea indetto dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Teano in collaborazione con il Polo Museale della Campania.

a cura di Cesare Patanè

Museo Archeologico di Teanum Sidicinum
Piazza Umberto I, 29, Teano (CE)


info: sidicini.cap@gmail.com

Post popolari in questo blog

Il Quadro con cerchio di Kandinskij

Si intitola "Quadro con cerchio", ed è il primo dipinto astratto di Vasilij Vasil'evič Kandinskij, fu realizzato nel 1911 e ritrovato solo nel 1989.
Proveniente dal museo nazionale georgiano di Tbilisi, viene per la prima volta esposto in Italia nell'ambito della mostra "Kandinskji, cavaliere errante.In viaggio verso l'astrazione." , al Mudec di Milano (fino al 9 luglio).
Un quadro al quale lo stesso artista attribuiva importanza, come risulta da una sua lettera del 1935: "Quando ho lasciato Mosca, alcuni miei dipinti, in parte di grande formato, sono rimasti in custodia nel museo di Arte Europea Occidentale. Tra essi il mio primissimo quardo astratto del 1911...Purtroppo, non ne possiedo alcuna foto. All'epoca ero scontento del dipinto e pertanto non l'ho neppure numerato e non ho scritto alcuna indicazione sul retro, come faccio sempre, e non l'ho riportato nel mio catalogo personale".

MUDEC



Antropocene – L’epoca umana

Una meditazione cinematografica sulla massiccia ricostruzione del pianeta da parte dell'umanità, 'Antropocene – L’epoca umana' è un film documentario che avuto una lavorazione di quattro anni ad opera del pluripremiato team composto da Jennifer Baichwal, Nicholas de Pencier e Edward Burtynsky.




Terzo in una trilogia che include Manufactured Landscapes (2006) e Watermark (2013), il film segue la ricerca di un gruppo internazionale di scienziati, il gruppo di lavoro Anthropocene che, dopo quasi 10 anni di ricerca, sostiene la teoria secondo cui l'epoca dell’Olocene ha lasciato il posto all'epoca dell’Antropocene a metà del XX secolo in seguito a profondi e duraturi cambiamenti.
Dalle pareti di cemento in Cina che ora coprono il 60% della costa continentale, alle più grandi macchine terrestri mai costruite in Germania, alle psichedeliche miniere di potassio negli Urali russi, alle fiere di metallo nella città di Norilsk, alla devastante Grande Barriera Corallina in Austr…

Ti sento! Non essere sordo alle emozioni

La mostra collettiva " Ti sento! Non essere sordo alle emozioni" - da quest'oggi a mercoledì 19 presso la Tevere Art Gallery, in via Santa Passera 25 , Roma - è un progetto poli-artistico bi-culturale, curato da Francesca Masiero, che intende mettere a confronto il mondo dei sordi e quello degli udenti, scoprendo l’enorme potenziale comunicativo della LIS, la Lingua dei Segni Italiana, fatta di espressioni emotive e concrete gestualità.
Gli artisti, sordi e udenti, coinvolti nella mostra sono Alessandro Arrigo, Re Barbus, The Silent Beat, Marco Capellacci, Marco Verni, Cristina Eidel, Konstantinos Papaioannou e Gina Scanzani.
Attraverso la sperimentazione di grafiche, collage, illustrazioni e fotografie, racconteranno il silenzio e la mancanza di suono, mettendo in discussione certezze acquisite e aiuteranno a comprendere meglio il valore e il significato più profondo della parola e della comunicazione con l’altro. Scoprire il mondo di chi non sente aiuta a riflettere criti…