Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2020

Hommage à Gianmario Sburracchioni...

In occasione del centenario della morte del pittore pugliese Gianmario Sburracchioni, nato a Spinazzola il 24 giugno 1857 e morto a Grenoble il 15 aprile del 1920, lo Spazio MICROBA organizza una mostra virtuale collettiva, dal titolo "Hommage à Sburracchioni", per celebrarne la vita e le opere.
La mostra è stata inaugurata ieri,  25 aprile, sulla pagina Facebook dedicata all'artista spinazzolese https://www.facebook.com/Gianmario-Sburracchioni-104964857857246/ 
Ogni giorno, alle ore 18.00 verrà condivisa un'opera realizzata in omaggio a Gianmario Sburracchioni e i contributi di critici e studiosi che hanno aderito all'iniziativa: Carmelo Cipriani, Sara De Carlo, Antonio Frugis, Roberto Lacarbonara, Silvia Mazzilli, Lino Sinibaldi, Nicola Zito.
La collettiva d'arte vedrà la partecipazione degli artisti: Natascia Nappi Abbattista, Dario Agrimi, Michele Ardito, Aurora Avvantaggiato, Giulia Barone, Chiara Bevilacqua, Pino Boresta, Pando, Maria Grazia Carriero, Mich…

Palazzo Barberini si racconta

Le Gallerie Nazionali di Arte Antica, aderendo alla campagna #iorestoacasa, arricchiscono la loro presenza online dando inizio alla nuova rubrica “#fictionBarberini” sui canali social.
Ogni martedì, dal 21 aprile 2020, verrà raccontato Palazzo Barberini dal punto di vista di scrittori, sceneggiatori e registi che ne hanno subito la suggestiva bellezza
Il Palazzo è presente in molti film, come ad esempio Vacanze Romane (1953) William Wyler e Habemus Papam (2011) di Nanni Moretti, e i suoi ambienti monumentali, i Barberini stessi e alcune opere della collezione hanno fatto non solo da sfondo ma sono diventati protagonisti in molte opere letterarie.
A partire dal XIX secolo Palazzo Barberini diventa fonte di fascinazione soprattutto per gli scrittori e i poeti stranieri che fecero lunghi soggiorni in Italia, come gli inglesi Anna Jameson e Henry Neele.
La sontuosità e magnificenza del palazzo stesso hanno più volte solleticato l’attenzione di letterati di grande caratura, basti pensare alle …

Visto da qui_Online: Marcello Jori (evento online)

Visto da qui_versione online ripropone l’omonimo progetto realizzato in galleria durante tutto il 2019. Visto da qui ha cercato un momento di critica sulla struttura e attività di galleria, opera d’arte e artista
La programmazione dell’intero 2019 della Galleria Umberto Di Marino è stata temporaneamente interrotta per fare spazio al progetto Visto da qui.
Visto da qui è stata una precoce occasione per riflettere sulla struttura della galleria stessa e del fare mostre, con l’obiettivo di eliminare quel surplus generato da una sempre più evidente sovrapproduzione di contenuti e riportando l’attenzione esclusivamente sulle opere. 
Tre per ogni artista, la maggior parte delle quali provenienti dal deposito della galleria, sono state esposte una per stanza tenendo in considerazione la visuale prospettica dello spazio espositivo. Con cadenza bisettimanale si sono susseguite le opere degli artisti con cui la galleria ha collaborato nel corso dei suoi oltre venti anni di attività. Andando oltre …

Materie prime. Artisti italiani contemporanei tra terra e luce

Dopo il successo riscosso nel 2019 alla Rocca Roveresca di Senigallia (AN) con l'esposizione "Materie prime. Artisti italiani contemporanei tra terra e luce", a cura di Giorgio Bonomi, Francesco Tedeschi e Matteo Galbiati, e la presentazione del catalogo Silvana Editoriale al Museo del Novecento di Milano, nell'ambito di un incontro moderato da Gianluigi Colin, la Galleria FerrarinArte di Legnago (VR) rilascia una nuova edizione del volume, completamente interattiva e multimediale, per rivivere la straordinaria esperienza della mostra attraverso le parole degli artisti e dei curatori.
Il libro, sfogliabile liberamente e gratuitamente online all'indirizzo www.ferrarinarte.it/antologie/senigallia/materie_prime.html, si arricchisce con contenuti inediti,  videointerviste e approfondimenti dedicati alla poetica dei quindici artisti coinvolti - Carlo Bernardini, Renata Boero, Giovanni Campus, Riccardo De Marchi, Emanuela Fiorelli, Franco Mazzucchelli, Nunzio, Paola Pez…

exibart prize 2020 partecipare potrebbe cambiarti la vita!

exibart, da oltre 20 anni è leader in Italia nella comunicazione legata all’arte contemporanea. Non c’è bisogno, per fortuna, di spiegare chi siamo e il contributo che abbiamo dato alla divulgazione dell’arte nel nostro paese. Certo è che negli anni ci siamo conquistati la fiducia dei maggiori musei, delle gallerie più prestigiose e di tutti gli operatori e gli appassionati del settore.
Lo abbiamo fatto cercando di non prendere facili scorciatoie. Rimanendo sempre legati alla profondità e alla serietà dell’informazione.
Perché adesso aprire una sezione social ed un premio dedicato a tutti gli artisti, si presume emergenti, senza alcun tipo di selezione e barriera d’ingresso?
Una risposta sola evidentemente non c’è. Più che altro ci sono un insieme di considerazioni che alla fine diventano risposta e motivazione.
Con il lavoro necessario all’edizione della nostra guida “222 artisti emergenti su cui investire” abbiamo collaborato e conosciuto centinaia di artisti fantastici! E da lì abbiamo…

Spazio Murat lancia la sua programmazione 2020

“Da tutte le crisi nascono i cambiamenti e se alla paura abbiamo sempre reagito con il coraggio, oggi più che mai abbiamo bisogno della conoscenza, dell'approfondimento, della riflessione e, dunque, di tutte le forme culturali che possano raccontare quello che sta accadendo.” (Ines Pierucci, assessore alla Cultura del Comune di Bari)
Spazio Murat ha l’obiettivo ambizioso di valorizzare il patrimonio, gli artisti e le artiste pugliesi, e allo stesso tempo far gravitare esperienze riconosciute a livello internazionale. Questo permette di inserire la Puglia in un circuito che oltrepassa i confini regionali e nazionali e d’innescare uno scambio culturale virtuoso. Certo il nuovo modello ha già subito qualche scossone: infatti, a causa della grave situazione sociale ed economica che stiamo vivendo, son venuti meno due partner con cui lo Spazio era in contatto da tempo. La volontà, per il momento è quella di non arretrare e di continuare a proporre attività seppur assorbendo le riflessio…