Passa ai contenuti principali

A Beautiful Lie Marco Demis e Noemi Montanaro

La galleria Glenda Cinquegrana: the Studio è lieta di presentare un evento creato appositamente per gli spazi di Nap Atelier di via Piave 19 di Milano, intitolato A Beautiful Lie, ovvero una mostra comprendente il lavoro di due giovani artisti, Marco Demis e Noemi Montanaro. L’esposizione nasce dalla collaborazione fra la galleria Glenda Cinquegrana: the Studio e Liberal Design Strategy di Paola Miraglia, dove l’arte e il design, pur attraverso i rispettivi linguaggi, convergono verso lo stesso fine di interpretare il mondo che ci circonda.
 
Il filo conduttore che lega le opere dei due artisti è la riflessione sulla bellezza femminile, intesa quale forma di illusione. I due artisti, nel loro rispondere alle suggestioni del titolo, riflettono sull’argomento offrendo punti di vista opposti, ma che appaiono essere complementari.
 
La bellezza è elemento caratteristico delle donne di Marco Demis. La donna raccontata dal giovane pittore lombardo si incarna nella figura della fanciulla, soggetto privilegiato della sua ricerca visiva, in cui l’eleganza e la grazia sono il prodotto di un attento studio della forma, che anela ad essere perfetta. Tanto più la giovinezza è elemento caratteristico di queste donne, tanto più evidente è la condizione di transitorietà propria di quella perfezione, dove essa vive nello spazio circoscritto di una stagione per andare verso la sua naturale decadenza, che se non è di pari passo al procedere dell’età, lo è alla perdita dell’innocenza.
 
Noemi Montanaro, attraverso le sue tassidermie di animali variopinti rappresenta la contrapposizione, propria della condizione femminile contemporanea, fra la dimensione naturale della maternità e quel femminile che di questa identità cerca di liberarsi, ingaggiando la ricerca della seduzione e della sensualità. Il corpo dell’animale in tassidermia che si cimenta nell’evoluzione forzosa dei connotati del proprio corpo rappresenta il tentativo di liberazione della donna dalla sua condizione naturale, verso la costruzione di un ideale di bellezza che è tutto artificiale. La donna cui alludono gli animali di Noemi è l’espressione della perdita dello stato di natura, e dell’artificio quale elemento di espressione del sé.
 
Noemi Montanaro appare grazie alla galleria The Format, Contemporary Culture Gallery, Milano.   

Marco Demis nasce a Milano nel 1982. Dal 2001 studia all’Accademia di Belle Arti di Brera e nel 2007 consegue la laurea specialistica in architettura al Politecnico di Milano. Attualmente vive e lavora a Milano. Mostre personali selezionate:Apollinea, Area/B, Milano, (2012) a cura di I. Quaroni; Altari, Giamaart Studio, Vitulano (BN) (2011), a cura di I. Quaroni; Casa di bambola, Barbara Frigerio Gallery, Milano (2008); Rag Dolls, Glenda Cinquegrana: the Studio, Milano (2008). Mostre collettive selezionate:Premio Lissone, Museo di Lissone, (2012) a cura di Alberto Zanchetta; Italian Newbrow, Pinacoteca di Palazzo Volpi, Como, (2012) a cura di I. Quaroni; Quadratonomade, Palazzo delle Esposizioni, Roma, (2012) a cura di Donatella Giordano; Spam, Fondazione Pastificio Cerere, Roma, (2012); Janare, Capa, Casa Arcangelo Progetto d’Arte, San Nazzaro, (2012) a cura di I. Quaroni; Premio Celeste, Fabbrica Borroni, Bollate, (2010) a cura di I. Quaroni; Berliner liste 2009, Haus Cumberland, Berlino, Ego Gallery (2009).
Noemi Montanaro è nata a Napoli nel 1986, dove vive e lavora. Ha esordito quest’anno alla galleria The Format Contemporary Culture gallery a Milano con la personale Beauty-Full a cura di G. Cabib.

A Beautiful Lie Marco Demis e Noemi Montanaro
Giovedì, 20 Marzo, 2014 - 18:30
Nap Atelier
Via Piave 19, Milano
Cocktail: giovedì 20 marzo 2014, ore 18.30.
Da venerdì 21 marzo a giovedì 27 marzo 2014.
Dal lunedì al sabato, dalle 9.15 alle 18.30.
Cocktail di chiusura: giovedì 27 marzo, ore 21.30.
In collaborazione con LIBERAL DESIGN STRATEGY di Paola Miraglia.
Per maggiori informazioni si prega di contattare la galleria all'e-mail
info@glendacinquegrana.com e allo 02/89695586, oppure Paola Miraglia all’indirizzo e-mail info@paolamiraglia.com.

Post popolari in questo blog

La Firenze di Giovanni e Telemaco Signorini

La scoperta del carteggio inedito tra Telemaco Signorini, il padre Giovanni e il fratello minore Paolo, ha condotto Elisabetta Matteucci e Silvio Balloni a ideare questa raffinata esposizione che vanta due protagonisti, i Signorini da un lato e la loro Firenze dall’altro. 


Il tratto di marcata “fiorentinità” che caratterizza la mostra, unito all’indubbio spessore storico-critico, è tra le ragioni che hanno spinto la famiglia Antinori a realizzare il progetto con l’Istituto Matteucci.
La mostra quindi non poteva trovare sede più appropriata di Palazzo Antinori, edificio storico nel cuore di Firenze, casa di una Famiglia che ha contribuito a fare la Storia della città oltre che della viticoltura di massimo pregio. Per la prima volta, in occasione di “La Firenze di Giovanni e Telemaco Signorini”, il pubblico potrà ammirare i Saloni storici del Piano Nobile di Palazzo Antinori, opportunità che da sola merita un viaggio a Firenze. Saranno essi ad accogliere le opere in mostra, capolavori noti…

ART CITY Bologna 2019 - settima edizione

Alla sua settima edizione, ART CITY Bologna ha luogo per il secondo anno consecutivo sotto la supervisione di Lorenzo Balbi, direttore artistico di MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna, con una importante novità: la manifestazione estende la sua durata fino a divenire una vera e propria art week, con inizio il 25 gennaio e nucleo centrale nel week end dall'1 al 3 febbraio, introducendo, e in seguito affiancando, il week end di Arte Fiera.
Il format di ART CITY Bologna prevede, come nell'ultimo anno, un main program di alto profilo basato su un evento speciale e su una serie di progetti curatoriali monografici, che variano tra mostre, installazioni e performance.
Parte del programma è la sezione ART CITY Segnala, che include oltre 70 eventi selezionati dagli operatori culturali della città, tra cui istituzioni pubbliche e private, gallerie d'arte moderna e contemporanea, artist run space e spazi no-profit. Accanto ad essa, la sezione ART CITY Cinema esplora i rapporti …

De Chirico e Savinio. Una mitologia moderna

Dal 16 marzo al 30 giugno 2019 la Fondazione Magnani-Rocca ospita una grande mostra dedicata a Giorgio de Chirico e Alberto Savinio, i «dioscuri» dell'arte del XX secolo. 
I due fratelli hanno ripensato il mito, l’antico, la tradizione classica attraverso la modernità dell’avanguardia e della citazione, traslandoli e reinterpretandoli per tentare di rispondere ai grandi enigmi dell’uomo contemporaneo, dando vita a quella che Breton definì una vera e propria mitologia moderna. 
La mostra - allestita alla Villa dei Capolavori, sede della Fondazione a Mamiano di Traversetolo presso Parma – presenta oltre centotrenta opere tra celebri dipinti e sorprendenti lavori grafici, in un percorso espositivo che, dalla nascita dell’avventura metafisica, si focalizza su un moderno ripensamento della mitologia e giunge alla ricchissima produzione per il teatro, documentata anche da preziosi costumi per l’opera lirica.   
I Dioscuri dell’Arte – «Sono l'uno la spiegazione dell'altro» scriveva …