Passa ai contenuti principali

PosSession di Cinzia Pedrizzetti

PosSession, mostra fotografica di Cinzia Pedrizzetti, regista e fotografa, non è solo narrata attraverso gli scatti suggestivi e quasi onirici dell’artista ma è teatro, workshop, confronti tra le donne dentro e le donne fuori. Il progetto si articola in due mostre: alla Triennale di Milano vengono esposti gli scatti dedicati alle detenute, mentre a San Vittore - che per l'occasione apre le sue porte ai cittadini - vengono esposte le foto dei backstage delle prove e degli spettacoli teatrali allestiti in carcere.



Durante il servizio fotografico le detenute sono state immerse in due atmosfere differenti. Per PosSession è stata ricreata un’illuminazione paradossale e anomala all’interno della cella, irradiando luci colorate, estremamente sature e per natura vicine al palcoscenico, quindi totalmente estranee alla realtà del carcere. Di contro, per questi scatti le detenute hanno mantenuto i loro abiti quotidiani, interpretando se stesse.

Per la seconda parte del progetto i ruoli sono invece ribaltati: mentre è stata conservata un’illuminazione naturale degli spazi, le detenute hanno indossato stavolta i costumi di scena, interpretando i personaggi di una pièce teatrale (ad ispirare questa performance un laboratorio teatrale dedicato ai diari di Frida Kahlo dove alcuni passaggi sono stati riscritti e reinterpretati dalle detenute stesse). Dopo aver assistito alla rappresentazione teatrale all’interno del carcere, e aver raccolto una serie di appunti fotografici durante le prove - momenti di preparazione, messe in scena e una serie di incontri con le attrici e con la regista del laboratorio teatrale -, le donne e i personaggi da loro interpretati sono stati ritratti all’interno delle loro celle.

Questo spettacolo teatrale dedicato a Frida Kahlo viene riproposto all'interno della mostra PosSession, sia nel giardino di Triennale che all’interno dei giardini di San Vittore nella SERATA di venerdì 19 luglio. Lo spettacolo è stato prodotto e diretto da Donatella Massimilla con la cooperativa sociale Cetec Dentro/Fuori San Vittore.

Cinzia Pedrizzetti conduce inoltre due workshop di fotografia aperti al pubblico: uno a San Vittore giovedì 18 luglio e l'altro in Triennale venerdì 19, prima dello spettacolo teatrale. Alla fine del workshop le detenute hanno un permesso speciale per poter uscire e fotografare nel giardino della Triennale i visitatori presenti.

La mostra alla Triennale è visitabile a ingresso gratuito. Per ulteriori informazioni, è possibile telefonare ai numeri 02 724341 (Triennale di Milano) o 392 9593388 (Cetec).

Post popolari in questo blog

La Firenze di Giovanni e Telemaco Signorini

La scoperta del carteggio inedito tra Telemaco Signorini, il padre Giovanni e il fratello minore Paolo, ha condotto Elisabetta Matteucci e Silvio Balloni a ideare questa raffinata esposizione che vanta due protagonisti, i Signorini da un lato e la loro Firenze dall’altro. 


Il tratto di marcata “fiorentinità” che caratterizza la mostra, unito all’indubbio spessore storico-critico, è tra le ragioni che hanno spinto la famiglia Antinori a realizzare il progetto con l’Istituto Matteucci.
La mostra quindi non poteva trovare sede più appropriata di Palazzo Antinori, edificio storico nel cuore di Firenze, casa di una Famiglia che ha contribuito a fare la Storia della città oltre che della viticoltura di massimo pregio. Per la prima volta, in occasione di “La Firenze di Giovanni e Telemaco Signorini”, il pubblico potrà ammirare i Saloni storici del Piano Nobile di Palazzo Antinori, opportunità che da sola merita un viaggio a Firenze. Saranno essi ad accogliere le opere in mostra, capolavori noti…

Antropocene – L’epoca umana

Una meditazione cinematografica sulla massiccia ricostruzione del pianeta da parte dell'umanità, 'Antropocene – L’epoca umana' è un film documentario che avuto una lavorazione di quattro anni ad opera del pluripremiato team composto da Jennifer Baichwal, Nicholas de Pencier e Edward Burtynsky.




Terzo in una trilogia che include Manufactured Landscapes (2006) e Watermark (2013), il film segue la ricerca di un gruppo internazionale di scienziati, il gruppo di lavoro Anthropocene che, dopo quasi 10 anni di ricerca, sostiene la teoria secondo cui l'epoca dell’Olocene ha lasciato il posto all'epoca dell’Antropocene a metà del XX secolo in seguito a profondi e duraturi cambiamenti.
Dalle pareti di cemento in Cina che ora coprono il 60% della costa continentale, alle più grandi macchine terrestri mai costruite in Germania, alle psichedeliche miniere di potassio negli Urali russi, alle fiere di metallo nella città di Norilsk, alla devastante Grande Barriera Corallina in Austr…

Dardano, il cavaliere dal mantello svolazzante

Domenica 17 marzo, dalle ore 10:30, presso il Museo della Città e del Territorio di Cori (LT), si volgerà l’ultimo appuntamento del ciclo di letture animate e laboratori per le famiglie “Che Mito! Storie e leggende dalla collezione museale e dal territorio”. Il progetto è ideato e realizzato dall’associazione culturale Arcadia nell’ambito dei Servizi Educativi del Museo, con la collaborazione della “Libreria Anacleto” di Cisterna di Latina ed “Utopia 2000” Società Cooperativa Sociale Onlus, patrocinato dal Comune di Cori.
Protagonisti dell’incontro saranno i fondatori mitici dell’antica Cora (tra i quali Dardano) e le copie delle monete coniate nel III secolo a.C. raffiguranti al rovescio un cavaliere all’assalto con lancia, corta spada, mantello e petaso, in cui è presente la scritta “CORANO”. Probabilmente la figura simboleggia il fondatore mitico della città.
Nella sezione relativa ai miti di fondazione si ascolteranno i tre filoni leggendari sulla nascita di Cori: Plinio e Solino, r…