Passa ai contenuti principali

Le Visioni di Antonio Giovanni Mellone esposte alla Galleria Intrecciarte di Pietrasanta

Alla Galleria Intrecciarte, della cittadina lucchese, dal 16 al 31 agosto p.v., verrà esposta una miscellanea delle opere del giornalista e pittore Antonio Giovanni Mellone: non solo dame e cavalieri, ma donne contemporanee, scorci onirici e di vita visti con gli occhi dell’artista. Inaugurazione, domenica 16 agosto alle ore 19.

Dall’Umbria alla Toscana, dai miti del medioevo alle percezioni reali e non, impresse sulla tela con i colori acrilici: Antonio Giovanni Mellone, dopo l’importante esperienza espositiva a Palazzo del Bargello di Gubbio, affida i suoi ultimi lavori alla Galleria Intrecciarte (www.intrecciarte.it) a Pietrasanta (Lucca), in via Barsanti 50. Dal 16 al 31 agosto (con apertura della mostra dalle ore 18 alle 24), l’autore, nello spazio a disposizione, delinea la sua evoluzione artistica nella personale “Visioni”, che verrà inaugurata domenica 16 agosto, alle ore 19.

La mostra, che segue a stretto giro quella di Gubbio, è stata fortemente voluta e organizzata da Luca Gnizio, eco-designer e uno dei fondatori di Intrecciarte: «La nostra Galleria, che è sede dell’omonima Associazione Culturale, è nata con lo scopo di dare visibilità a tutte le possibili espressioni creative ed è recettiva verso nuove frontiere dell’arte. In questo contesto, non potevamo non ospitare i quadri di ultima realizzazione di Antonio Giovanni Mellone, che raccontano un lungo, tormentato ed esaltante percorso pittorico».

Dal punto di vista critico, il responsabile della galleria dice dell’artista: «La forza di Mellone si esprime nelle pulite geometrie che racchiudono la storia anche più intricata su definiti piani concentrici; sta alla sensibilità dell’osservatore scoprire e decidere quanto voler leggere l’intera scala pittorica. Interessante constatare come negli anni stia avvenendo una trasformazione, dalla geometria spigolosa ad una forma sempre più morbida e lineare: sono curioso di scoprire dove lo porterà la sua continua ricerca dell’essenzialità».

A Pietrasanta, Antonio Giovanni Mellone, conosciuto soprattutto per i suoi cavalieri, rivelerà un diverso lato artistico, che però coltiva da anni, come spiega lui stesso: «Per la prima volta, esporrò anche quadri che non si basano sul soggetto umano; mi riferisco alle nature morte di carattere astratto-espressionista che dipingo da tempo e che ho sempre tenuto per me. Ma “Visioni” comprende anche figure, in particolare femminili dal momento che ho sempre apprezzato le donne per l’armonia del loro corpo e la bellezza interiore. Un omaggio all”altra metà del cielo” è “No violence”, il quadro della locandina della personale, che mi ha probabilmente ispirato l’evento artistico dedicato alla violenza sulle donne, in programma per ottobre a Villafranca Lunigiana di Massa-Carrara, dove mi sono ormai stabilito».

Post popolari in questo blog

Mein Name ist Giulia

Giunta alla seconda esposizione personale a Berlino, con la nuova ricerca Mein Name ist Giulia / Il mio nome è Giulia l’artista toscana Giulia Efisi segna una nuova tappa nella sua esplorazione visiva del concetto di identità e dei passaggi, temi centrali del suo percorso espressivo. 
Dall’iniziale ricerca sul proprio corpo, l’artista si è dedicata alla riscoperta del suo universo privato fatto di persone e oggetti della memoria, fino ad approdare negli ultimi anni alla ricerca sull’identità dell’altro con i suoi Ritratti/Portraits di persone comuni e famose ritratte per il particolare legame che la unisce a esse.
Nelle venti opere esposte alla galleria The Ballery, la Efisi affronta uno scenario nuovo, la metropoli, in cui dà luogo alla sua prima performance artistica. Un mondo privo di àncore, eccetto quella rappresentata da una panchina sulla quale si è seduta e ha cominciato a urlare il proprio nome, sperimentando le reazioni dei passanti. I loro sguardi bassi, il progressivo dist…

La notte di Caracalla

(ANSA) - ROMA, 17 AGO - Si apre dal 18 agosto uno dei percorsi notturni tra i più suggestivi dell'antica Roma, realizzato dalla soprintendenza speciale di Roma con Electa: fino al 3 ottobre ogni martedì e venerdì sera le Terme di Caracalla saranno accessibili al chiaro di luna con visite guidate.
Gruppi di massimo 25 partecipanti potranno ammirare le monumentali vestigia illuminate nella notte e scendere nei sotterranei. Compreso nella visita il mitreo di Caracalla, il più grande tra quelli rimasti a Roma e perfettamente conservato.
Le visite, della durata di 75 minuti, inizieranno alle 19.30, con l'ultima partenza alle 21.00, e avverranno grazie a una spettacolare illuminazione del monumento a cura di Acea. Nelle giornate lunghe di agosto e dell'inizio di settembre per i primi turni di visita si potranno ammirare le Terme costruite dagli imperatori Severi nella luce dorata del tramonto.
Le visite, guidate da archeologi e storici dell'arte, inizieranno dall'area c…

Tutti i premi di Artissima 2017

Scoprire la bellezza, riconoscerla, premiarla, sostenerla, diffonderla: fedele al suo ruolo di fiera innovativa, sperimentale e anticipatrice, anche quest'anno Artissima supporta il futuro dell'arte contemporanea attraverso l'assegnazione di 7 premi. Nati in collaborazione con sponsor e istituzioni, i riconoscimenti 2017 sono rivolti ad artisti e gallerie presenti in fiera e sono assegnati da giurie internazionali composte da curatori e direttori dei principali musei d'arte contemporanea del mondo.


Campari Art Prize (new): promosso dal Gruppo Campari, il premio è assegnato a un artista under 35 che incentri la sua ricerca sul potere evocativo del racconto nelle sue molteplici declinazioni e sulla dimensione comunicativa dell’opera. Giuria: Adam Budak, Francesco Stocchi, Carina Plath
Refresh Premio Irinox (new): promosso da Irinox, il premio è assegnato a un artista della sezione Disegni che si distingua per la capacità di 'reinventare conservando', esaltando in …