Passa ai contenuti principali

Francis Bacon. Un viaggio nei mille volti dell’uomo moderno

Giovedì 24 novembre, ore 16.30 
“Francis Bacon. Un viaggio nei mille volti dell’uomo moderno”
Casa dei Carraresi, Treviso | 15 ottobre - 1 maggio 2017

Francis Bacon. Un viaggio nei mille volti dell’uomo moderno” è il nuovo ambizioso progetto firmato dalla società Kornice: in mostra, nella meravigliosa atmosfera di Casa dei Carraresi a Treviso, la controversa e poco conosciuta collezione di opere che Francis Bacon realizzò in Italia e donò al suo amico Cristiano Lovatelli Ravarino


 “FRANCIS BACON. Un viaggio nei mille volti dell’uomo moderno”: per la prima volta una mostra che propone al visitatore molteplici letture su uno degli artisti più controversi del ‘900. 

L’esposizione offre l’incredibile opportunità di visionare la “Francis Bacon Collection of the Drawings Donated to Cristiano Lovatelli Ravarino”, una raccolta di disegni realizzati durante il soggiorno del pittore irlandese in Italia, la cui autenticità è argomento di accese controversie. 

Intento dell’esposizione è quello di offrire al visitatore una panoramica generale di quella che nel ‘900 era la percezione dell’esistenza umana, in seguito alla rivoluzione culturale che, a cavallo tra l’800 e il ‘900, colpisce tutti i campi del sapere: i valori della ragione classica vengono messi in discussione, non si crede più ad un mondo necessario, alla centralità dell’uomo e all’esistenza di una verità assoluta, unica e conoscibile.  

In questo clima, avvolto da un vortice di incertezze e insicurezze, prendono vita le opere di Francis Bacon appartenenti alla collezione in mostra. Osservare, capire e scoprire l’idea che il pittore irlandese e gli artisti e sapienti del suo tempo avevano dell’uomo moderno, è quanto Kornice mira a fare: il percorso allestito aiuta il visitatore a calarsi nell’atmosfera del periodo anche attraverso l’esposizione di opere di altri artisti, che suggeriscono spunti di riflessione e confronto, e di citazioni di filosofi e pensatori come Nietzsche, che criticavano i valori fino ad allora dominanti, proponendo spunti di indagine psicologica, filosofica e artistica volti a delineare una nuova concezione della vita e dell’essere.

L’analisi dei soggetti rappresentati, del tratto, dei colori e delle forme aiuterà il pubblico a comprendere il dolore psicologico dell’artista irlandese nel suo viaggio alla ricerca di una definizione dell’uomo moderno, in un contesto socio-culturale in profonda crisi e alla disperata ricerca di nuovi punti fermi.

La curatela dell’esposizione è affidata a una personalità di indubbio rilievo Edward Lucie-Smith poeta, critico e storico dell’arte, autore di oltre 200 tra libri, cataloghi e saggi, tra cui “Francis Bacon, Works on paper. A catalogue of the drawings by the artist donated to Cristiano Lovatelli Ravarino”. Ad affiancarlo, la co-curatrice Giulia Zandonadi, giovane scrittrice e storica dell’arte.

Ad aprire le scene, lo scorso 12 ottobre, Paolo Crepet, importante psicologo, psichiatra e sociologo che ha voluto dare una sua interpretazione socio-psicologica di Francis Bacon, analizzando le sue opere e contestualizzandole in un clima che per molti aspetti richiama quello che stiamo sperimentando oggi.

Si segnalano le collaborazioni nate con TCBF (Treviso Comic Book Festival), i cui artisti hanno dipinto le vetrine dei negozi del centro storico di Treviso secondo il tema della mostra, e The ART post Blog, che supporta l’esposizione diffondendo informazioni e aggiornamenti attraverso i suoi canali. 

A collaborare anche la Community di instagrammers trevigiani che, sotto l’hashtag ufficiale #bacontreviso, condividono immagini ed esperienze relative alla mostra in corso. 

Importante, inoltre, l’accordo siglato con Mondadori Store, il più esteso network di librerie in Italia con oltre 600 punti vendita ed un sistema che affianca diverse esperienze di intrattenimento, anche con nuovi servizi integrati come Mondadori Café, Mondadori Travel e Book on demand.
Il portale Mondadoristore.it, partner di Kornice per tutte le attività della società, permetterà ai clienti iscritti di ottenere vantaggi speciali relativi alla mostra.

Numerose le attività e gli appuntamenti pianificati da Kornice per tutta la durata della mostra allo scopo di delineare la figura del pittore secondo differenti prospettive: il corso degli eventi, in questi mesi di esposizione, proseguirà con ulteriori incontri che vedranno artisti e professionisti in diversi ambiti dare una propria interpretazione alle opere di Francis Bacon, con l’intento di raccontare quelli che, secondo loro, sono i mille volti dell’uomo moderno.  


Hashtag Ufficiale
#bacontreviso

Sede
Casa dei Carraresi
Via Palestro 33, 35 Treviso 

Periodo
15 ottobre 2016 – 1 Maggio 2017 
Orari
Lunedì – venerdì 9.00 – 18.00; sabato - domenica 10.00 – 20.00
La vendita dei biglietti sarà sospesa 45 minuti prima della chiusura della mostra

Info e prenotazioni
0422 513150 - info@bacontreviso.it (dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 18.00)

Prezzi
Singolo intero - 13 €
Singolo ridotto - 11 € (dai 17 ai 26 anni, categorie convenzionate)
Singolo ridotto speciale - 8 € (dai 6 ai 16 anni)

I biglietti e ulteriori dettagli sono disponibili sul sito: www.bacontreviso.it

Post popolari in questo blog

La notte di Caracalla

(ANSA) - ROMA, 17 AGO - Si apre dal 18 agosto uno dei percorsi notturni tra i più suggestivi dell'antica Roma, realizzato dalla soprintendenza speciale di Roma con Electa: fino al 3 ottobre ogni martedì e venerdì sera le Terme di Caracalla saranno accessibili al chiaro di luna con visite guidate.
Gruppi di massimo 25 partecipanti potranno ammirare le monumentali vestigia illuminate nella notte e scendere nei sotterranei. Compreso nella visita il mitreo di Caracalla, il più grande tra quelli rimasti a Roma e perfettamente conservato.
Le visite, della durata di 75 minuti, inizieranno alle 19.30, con l'ultima partenza alle 21.00, e avverranno grazie a una spettacolare illuminazione del monumento a cura di Acea. Nelle giornate lunghe di agosto e dell'inizio di settembre per i primi turni di visita si potranno ammirare le Terme costruite dagli imperatori Severi nella luce dorata del tramonto.
Le visite, guidate da archeologi e storici dell'arte, inizieranno dall'area c…

Tadao Cern, Okiiko & Blood Concept nel nuovo spazio CONTEMPORARY CLUSTER #05

Apre il 25 novembre 2017, alle ore 19.00, la stagione di Contemporary Cluster nella nuova sede romana di  Palazzo Cavallerini Lazzaroni, in Via dei Barbieri al civico sette.
Contemporary Cluster #05 proporrà l'arte visiva di Tadao Cern , il design di  Okiiko e le fragranze di Blood Concept per un'esperienza percettiva corale e unica.
In occasione della mostra verrà inoltre presentato il magazine Flewid, creato da Emi Marchionni, con Angelo Cricchi in qualità di Creative Director e Cecile De Montparnasse come Art Director, distribuito in Italia e all'estero dalla Pineapple Media Limited.
Sebastien Bromberger accompagnerà tutta la serata con una accurata selezione musicale. Per l'apertura del nuovo spazio di Via dei Barbieri, Contemporary Cluster presenta per la prima volta al pubblico italiano la personale di Tadao Cern (Vilnius, 1983), giovane artista lituano con all'attivo numerose mostre personali e partecipazioni a collettive in Europa e negli Stati Uniti: tra le al…

Il Ponte Casa d'Aste presenta l'Asta di Fotografia "Da Luigi Ghirri a Tracey Emin"

Ad aprire la stagione primaverile delle aste in Palazzo Crivelli sarà il neonato dipartimento di Fotografia, con una selezione di circa 300 lotti dei più celebri nomi nazionali ed internazionali.
Tra i fotografi italiani della seconda metà del '900 Luigi Ghirri è presente con undici dei suoi scatti più iconici, alcuni di questi stampati nel 1992, anno della sua morte, in occasione della mostra "Luigi Ghirri, Versailles" a Parigi ed esposti anche nella retrospettiva dell'autore tenutasi nel 2013 al MAXXI.
Di Gabriele Basilico e Berengo Gardin andranno all'incanto alcuni lavori dedicati alle architetture e ai parchi di Milano; di Mario Giacomelli una decina di scatti e la serie Pretini (val. 3.000 - 3.500 €); di Mimmo Jodice alcune delle immagini più rappresentative nelle quali la mitologia e la statuaria classica ritrovano energia espressiva grazie al forte contrasto di luci e ombre che caratterizza i suoi lavori.
Il bianco e nero torna nel tuffatore di Nino Migliori