Passa ai contenuti principali

CO-EXISTENCE nelle Sale Espositive della Biblioteca Elsa Morante di Roma

ROSSOCINABRO e MARIC (Movimento Artistico per il recupero delle Identità Culturali) presentano dal 3 al 16 febbraio 2018 nelle Sale Espositive della Biblioteca Elsa Morante di Roma la mostra CO-EXISTENCE.
  
Non è solo l'annuale ricorrenza del mese dedicato alla Multicultura a far luce sulla vitalità, la forza e la fantasia del nostro tempo. La mostra in questione sarà un vero e proprio concerto, che coinvolgerà artisti di varie nazionalità volti  a vivere e a catturare gli sguardi sul proprio  pensiero nomadista, su coesistenze e slittamenti; tutto attuato con tecniche diverse, e che nello spirito di queste trovano così il motivo di un'unità. Risulta evidente che la coesistenza di vari linguaggi artistici che si mettono in correlazione, si compenetrano e si integrano, diventa un parametro importante nella comprensione e valutazione di espressioni artistiche di realtà culturali diverse come strumento in grado di fornire una chiave di lettura unitaria. L’attenzione ai diversi linguaggi, la conoscenza e lo scambio con gli altri trovano modalità concrete e canali privilegiati di realizzazione proprio nei linguaggi artistici ed espressivi.

Verso questa direzione conciliatrice, va letta, dunque, la capacità metamorfica dell’arte, sempre più tesa a scandagliare nelle dinamiche e nelle alterne coesistenze di sistemi oppositivi il rispetto e il riconoscimento dell'alterità che fatica e richiede una più matura riflessione. Aspirare ad avviare e a promuovere, passo dopo passo, la ricerca di una ragione comune, può infatti rendere conto di nuove possibilità di confronto e di crescita culturale. 

Artisti invitati: Valentina Achim, Valentino Annunziata, Raphaël Battoia, Adriano  Bernini, Emanuele Biagioni, Henrik Brøndsted,  Celina, Seth Chwast, Leonardo Ciccarelli, Cicily, Maria Caterina Cortiana, Giuseppe De Michele, Josiane Dias, Serena Di Paola, Rosanna Di Marino, Virginia Dominguez de La Torre, Andrea Dubbini, Claudio Fezza, Mario Formica, Giuseppe Fortunato, Silva Guarino, He Ping, Gerardo Iorio, Etti Israel Lachish, Lynn Jaanz, Osamu Jinguji, Stefania Maffei, Vincenzo Messina, Beatriz Moya, Anna Morra, Mirja Birgitta Nuutinen, Gaetano Patalano, Maria Raffaele, Daniela Rebecchi, Marina Romiti,  Piero Sani, Christina Steinwendtner, Rita Tripodi, Vincenzo Vavuso, Yalim Yildirim

La mostra è curata da Cristina Madini e Vincenzo Vavuso 

Biblioteca Elsa Morante
Via Adolfo Cozza
00121 Roma

Opening sabato 3 febbraio ore 11:30

Orario di visita: 
lunedì 9-13  15-19
martedì 9-19
mercoledì 9-19
giovedì 9-19
venerdì 9-19

infoline: 06 60658125 – 06 45460483


ROSSOCINABRO - Proprio come l'intensa sfumatura di rosso da cui prende il nome, Rossocinabro rappresenta una straordinaria passione per l'arte. 
Nasce nel 2008 dall'esperienza ventennale della sua direttrice Cristina Madini.
Sono più di 150 le mostre tra collettive e personali organizzate negli ultimi 7 anni. Nel tempo  Rossocinabro  ha raccolto l'interesse nazionale ed internazionale, trovando la partecipazione e l'adesione di noti artisti  del panorama dell’arte contemporanea. Le pubblicazioni su varie testate specialistiche,  nel tempo, hanno creato uno certo sviluppo, favorendo un costruttivo dialogo con importanti galleristi  a livello nazionale e contribuendo anche ad una valorizzazione dei giovani. In particolare dal 2009 ha approfondito tematiche e la ricerca artistica sviluppando collaborazioni e organizzando esposizioni d’arte al fine di diffondere lo scambio artistico tra artisti provenienti da  Europa, Stati Uniti, Canada, Israele, Turchia, Giappone, Cina e Australia.  In questo spirito, Rossocinabro si pone tra realtà più attive a Roma nell’ambito del contemporaneo 

Rossocinabro 
Via Raffaele Cadorna 28, Roma
orario visita esposizioni da lunedì a venerdì 11-19 
Web: rossocinabro.com
Email: rossocinabro@gmail.com 
Infoline  06 60658125

Nel 2014 è stata scelta tra le 10 migliori realtà di arte contemporanea a Roma


Il MARIC (Movimento Artistico per il Recupero delle Identità Culturali) è un movimento artistico culturale nato a Salerno nel luglio del 2016.
Pensato e ideato dall’artista Vincenzo Vavuso, il movimento abbraccia diverse forme espressive. Le opere, i documenti e le iniziative che il Movimento produce e mostra hanno come filo comune la polemica contro l’Indifferenza e l’Ignoranza, che in questi tempi oscuri sembrano avvolgere Arte, Lettura, Letteratura, Cultura e o la promozione dei valori che esse possono esprimere..
L’intento del M.A.R.I.C. non è esclusivamente l’esposizione di opere d’arte o l’organizzazione di performance ed eventi artistici in sé, ma è anche quello di lasciare un segno tangibile per la collettività, come la creazione di centri artistico–culturali, laddove ce ne siano la possibilità e l’opportunità. 
Insomma, la diffusione e la promozione della Cultura in generale e dell’Arte in particolare, a tutti i livelli possibili

Web: movimentomaric.it
Email: info@movimentomaric.it
Segreteria 347 2236015

Post popolari in questo blog

Il Quadro con cerchio di Kandinskij

Si intitola "Quadro con cerchio", ed è il primo dipinto astratto di Vasilij Vasil'evič Kandinskij, fu realizzato nel 1911 e ritrovato solo nel 1989.
Proveniente dal museo nazionale georgiano di Tbilisi, viene per la prima volta esposto in Italia nell'ambito della mostra "Kandinskji, cavaliere errante.In viaggio verso l'astrazione." , al Mudec di Milano (fino al 9 luglio).
Un quadro al quale lo stesso artista attribuiva importanza, come risulta da una sua lettera del 1935: "Quando ho lasciato Mosca, alcuni miei dipinti, in parte di grande formato, sono rimasti in custodia nel museo di Arte Europea Occidentale. Tra essi il mio primissimo quardo astratto del 1911...Purtroppo, non ne possiedo alcuna foto. All'epoca ero scontento del dipinto e pertanto non l'ho neppure numerato e non ho scritto alcuna indicazione sul retro, come faccio sempre, e non l'ho riportato nel mio catalogo personale".

MUDEC



Antropocene – L’epoca umana

Una meditazione cinematografica sulla massiccia ricostruzione del pianeta da parte dell'umanità, 'Antropocene – L’epoca umana' è un film documentario che avuto una lavorazione di quattro anni ad opera del pluripremiato team composto da Jennifer Baichwal, Nicholas de Pencier e Edward Burtynsky.




Terzo in una trilogia che include Manufactured Landscapes (2006) e Watermark (2013), il film segue la ricerca di un gruppo internazionale di scienziati, il gruppo di lavoro Anthropocene che, dopo quasi 10 anni di ricerca, sostiene la teoria secondo cui l'epoca dell’Olocene ha lasciato il posto all'epoca dell’Antropocene a metà del XX secolo in seguito a profondi e duraturi cambiamenti.
Dalle pareti di cemento in Cina che ora coprono il 60% della costa continentale, alle più grandi macchine terrestri mai costruite in Germania, alle psichedeliche miniere di potassio negli Urali russi, alle fiere di metallo nella città di Norilsk, alla devastante Grande Barriera Corallina in Austr…

Art in dark alla Cristiano Art Gallery

Dal 29 febbraio al 29 marzo 2020 la  Cristiano Art Gallery  di via Leone I, a Pignataro Interamna (FR), ospita  “Art in dark” , mostra di  Giancarlo Montuschi  a cura di  Ivan Caccavale .  Sabato 29 febbraio, alle ore 18.30, l’inaugurazione ufficiale che alle 20.30 proseguirà nel salotto culturale del ristorante L'Horto dei Semplici di piazza San Salvatore, con cena su prenotazione alla presenza dell'artista.
“Art in dark”  è un progetto espositivo di   Cristiano Tomassi , diretto da   Antonio Evangelista . Responsabile dell’evento è   Luigi D’Agostino .

Giancarlo Montuschi, pittore e ceramista-scultore di vaglia, si esprime da decenni con un linguaggio ingenuo, fiabesco e sostanzialmente fantastico, caratterizzato da venature alchemico-esoteriche.
Scrive il curatore Ivan Caccavale: «Nella serie “Pulp stories” il maestro, personalità sensibile e osservatore critico degli episodi di storia e di cronaca, soprattutto americana, conduce il fruitore in un universo visivo in cui deline…