Passa ai contenuti principali

A Painting Cycle

Con la cura di Cecilia Canziani e Ilaria Gianni, si inaugura domani alla Nomas Foudation "A Painting Cycle”, rassegna sullo specifico linguaggio della pittura nell'arte e sui suoi significati al giorno d'oggi. Ogni due settimane, fino a maggio, gli spazi della Fondazione si trasformeranno in una "Quadreria” che darà spazio anche a dibattiti, workshop e all'apertura di una biblioteca tematica.

Cosa significa lavorare con la pittura oggi? Come si è modificata - se lo ha fatto - confrontandosi con i differenti media che nel secolo scorso gli artisti hanno adottato? E’ possibile parlare di stile, tecnica o utilizzare il termine rappresentazione? Qual è la consapevolezza con la quale si affronta il linguaggio pittorico oggi? Sono solo alcuni degli interrogati che la manifestazione vuole sollevare intorno al mezzo pittorico, il medium tradizionale dell'arte che più di ogni altro si lega all'idea della creatività e che negli ultimi tempi sembra aver avuto una rinascita anche tra gli stessi addetti ai lavori. Inaugura il ciclo, domani, l’artista inglese Jessica Warboys con una selezione di lavori della serie Sea Paintings realizzata a Stromboli,  insieme all’anteprima di Stone Throat (2011), il film girato sull’isola in autunno. Il 22 marzo sarà la volta di Julia Schmidt, il 5 aprile di Christopher Orr, il 19 di Agnieszka Brzezanska per chiudere il prossimo 3 maggio con Luca Bertolo.

Cinque differenti prospettive sul linguaggio pittorico a partire anche dal patrimonio artistico di Roma: ogni pittore sarà chiamato a identificare anche le opere presenti in città che hanno influenzato il personale percorso pittorico nella creazione di un'ideale mappa. E di "mappatura” si può parlare anche nei confronti del laboratorio che terrà Alessandro Sarra in occasione del "Ciclo di Pittura” della Nomas. "Progettare il cielo”, questo il titolo del workshop, sarà distribuito su dieci incontri, a cadenza settimanale, tra la sede di Nomas, lo studio dell'artista e alcuni musei romani. Insomma la pittura è viva..... e se è viva, allora "Viva la pittura!".

Post popolari in questo blog

Mein Name ist Giulia

Giunta alla seconda esposizione personale a Berlino, con la nuova ricerca Mein Name ist Giulia / Il mio nome è Giulia l’artista toscana Giulia Efisi segna una nuova tappa nella sua esplorazione visiva del concetto di identità e dei passaggi, temi centrali del suo percorso espressivo. 
Dall’iniziale ricerca sul proprio corpo, l’artista si è dedicata alla riscoperta del suo universo privato fatto di persone e oggetti della memoria, fino ad approdare negli ultimi anni alla ricerca sull’identità dell’altro con i suoi Ritratti/Portraits di persone comuni e famose ritratte per il particolare legame che la unisce a esse.
Nelle venti opere esposte alla galleria The Ballery, la Efisi affronta uno scenario nuovo, la metropoli, in cui dà luogo alla sua prima performance artistica. Un mondo privo di àncore, eccetto quella rappresentata da una panchina sulla quale si è seduta e ha cominciato a urlare il proprio nome, sperimentando le reazioni dei passanti. I loro sguardi bassi, il progressivo dist…

Un Respiro a Palazzo Pirelli

L’incontro dei tre artisti - Domenico D'Aria, Marcello Leone, Daniela Nenciulescu - riuniti nella mostra 'Respiro' ci fa riflettere sulla gioia del vivere, sulla semplicità del movimento naturale rappresentato dal respiro, un fiato leggero e sussurrato. Tale respiro che civiene proposto trasforma noi spettatori che ci perdiamo nella nostra quotidianità.
La mostra che è a cura di Anna Comino verrà inaugurata martedì 2 maggio alle 18.30 e potrà essere visitata dal lunedì al venerdì, dalle ore 13 alle ore 19
Respiro PALAZZO PIRELLI - SPAZIO EVENTI Milano - dal 2 al 30 maggio 2017 Via Fabio Filzi 22 (20124) eventi@regione.lombardia.it www.regione.lombardia.it





Spoleto Arte, un osservatorio sull’arte contemporanea

L’esposizione è stata pensata e realizzata dal manager della cultura e di personaggi dello spettacolo Salvo Nunges, e si avvarrà della preziosa curatela del critico d’arte Vittorio Sgarbi. Visto il grande successo e clamore avvenuto in occasione dell’inaugurazione, avvenuta il 1° luglio, il comitato artistico ha deciso di prorogarla fino alla fine del mese di agosto.
Spoleto Arte” è stata definita da Sgarbi: “un osservatorio sull’arte contemporanea” e rappresenta un contenitore di cultura e arte in cui quest’anno si sono viste numerose personalità di spicco: dal viceministro Maria Elena Boschi al presidente del “Festival dei Due Mondi” Fabrizio Cardarelli, dall’On. Lella Golfo al volto noto di Canale 5 Alessandro Meluzzi, da Livia Pomodoro alla scrittrice Sveva Casati Modignani, da Paola Severini della Rai alla statistica Linda Laura Sabbadini, da Sonia Laura Tatò all’inviato di “Striscia la Notizia” Patrick Pugliese, dal noto conduttore televisivo Pippo Franco alla funzionaria press…