Passa ai contenuti principali

Antonella Lozito a Face'Arts 2012 Puglia

L'artista in una foto di  Fabio Guliersi
La bella e brava artista gioiese Antonella Lozito parteciperà con la sua opera "Anima mia" alla prima edizione dell’ evento nazionale d’arte contemporanea "Face'Arts" curato da Mary Sperti e Luigi Battista presso la Chiesa sconsacrata di San Giuseppe a Conversano dal 31 marzo al 15 aprile 2012. 


Da Dalila Bellacicco di seguito una testo critico sull'artista : "Antonella Lozito, da tre anni nel crogiolo di "Artensione", Associazione Artistico-culturale, forgiata e temprata da due maestri d'eccezione, Mario Pugliese e Sergio Gatti, ama dipingere su grandi tele con i suoi amici di sempre e prestarsi per foto d'arte all'obbiettivo di Fabio Guliersi.
Sceglie un soggetto,crea un'atmosfera, poi lascia che sia l'istinto a suggerirle quale parte di sé "criptare" o render manifesta, sia essa un dettaglio, un'espressione, un particolare taglio di luce, uno sguardo obliquo, ingioiellato di stelle o reso buio da palpebre spasmodicamente serrate per imprigionare sogni e illusioni.  Antonella indossa il suo imperturbabile, enigmatico sorriso.
Ha affidato ai tanti volti le infinite emozioni e le isteriche mareggiate che vorticano tempestose e fremono sotto un'irreale, patinata serenità. Le scolpisce con ombre e chiaroscuri, le ammanta di rosso, bruno, terre fiamminghe. Crea intarsi, preziosi ricami che velano ironia, incredulità, disappunto, sconforto...
"Anima mia" di Antonella Lozito
Scintille di amore, corrose dal veleno dell'abbandono, fiammeggiano in incauti viraggi di dissolvente verde, il meno amato dei colori, eppur costante presenza imprigionata nelle nuances dell' iride.
Si stempera nella pastosità degli oli, l'amalgama di gradazioni emotive e cromatiche annodate dall'urgenza di esprimersi e svelarsi. Stupore, sgomento, innocenza, diffidenza... raffiorano dalle profondità oceaniche di un' intimità che si cauterizza sulla tela. Lo sguardo provoca, sfida, si barrica dietro una nudità appena accennata o esplicita che, pur catturando l'attenzione, non distrae dal misterico sortilegio che danza e lampeggia tra le ciglia inebriante e consapevole malìa che attrae e seduce.
Un brivido di magia accarezza i volti sulle tele... inquietanti, arcane, inconsapevoli rune tessono incantesimi e proiettano ombre di colore tra le pieghe degli abiti e dello spirito, nelle gemme dei gioielli indossati, nei chiaroscuri disegnati da forme sinuose, in labbra serrate e capelli spettinati, nella sfera di cristallo che divina una metaforica nascita, nell'affilato pugnale che infligge sacrileghe ferite alla creatività assetato, nel suo iniziatico viaggio di primigenio olocausto e tormentata catarsi.
Di contro, aure dorate, a tratti lacerate dall'inquietudine, veli morbidamente adagiati sul capo, angeliche, pacificate piume, rimandano ad un'anelata sacralità, ancoraggio di irrisolte conflittualità tra luce e buio, divino e profano.
Nel bianco e nell'oro si spegne un emorragico rosso che dardeggia impetuoso ed ebbro di passione tra i capelli, in un nastro, in perle cullate dal respiro, nel velo ricamato, baciato da labbra silenti, nello chador adagiato sul capo dorato.
Nel bianco e nell'oro si stemperano verdi saette e surreali biglie sottratte al gioco da amputazioni mentali. Nel bianco e nell'oro il buio ha ragione di esistere e di creare fondali di nulla su cui dipingere la vita e scrivere in punta di piuma, il futuro."

Tutti gli artisti partecipanti alla rassegna: Giampiero Abate, Kizzi Abbate, Fulvio Aimo Boot, Francesca Lina Amendola, Leonardo Basile, Luigi Battista, Silvia Belviso, Marilena Bordin, Anna Maria Caldarola, Cesare Cassone, Luigi Ciani, Davide Ciaffi, Vincenzo Cutrona, Lorenzo Gassi, Katia Gentile, Francesca Graceffa, Samanta Lai, Marcello Laneve, Raffaele Lavolpe, Mariangela Leonti, Antonella Lozito, Fabiana Luceri, Mauro Malafronte , Rita Mantuano, Marco Matta, Eugenio Morganti, Monia Muraioli, Fabiola Murri, Massimiliano Palazzo, Vincenzo Piatto, Rosaria Piccione, Maria Rizzo, vittoria Rutigliano, Grazia Salierno, Alessandra Suardi e Mary Sperti.

Post popolari in questo blog

La notte di Caracalla

(ANSA) - ROMA, 17 AGO - Si apre dal 18 agosto uno dei percorsi notturni tra i più suggestivi dell'antica Roma, realizzato dalla soprintendenza speciale di Roma con Electa: fino al 3 ottobre ogni martedì e venerdì sera le Terme di Caracalla saranno accessibili al chiaro di luna con visite guidate.
Gruppi di massimo 25 partecipanti potranno ammirare le monumentali vestigia illuminate nella notte e scendere nei sotterranei. Compreso nella visita il mitreo di Caracalla, il più grande tra quelli rimasti a Roma e perfettamente conservato.
Le visite, della durata di 75 minuti, inizieranno alle 19.30, con l'ultima partenza alle 21.00, e avverranno grazie a una spettacolare illuminazione del monumento a cura di Acea. Nelle giornate lunghe di agosto e dell'inizio di settembre per i primi turni di visita si potranno ammirare le Terme costruite dagli imperatori Severi nella luce dorata del tramonto.
Le visite, guidate da archeologi e storici dell'arte, inizieranno dall'area c…

Tadao Cern, Okiiko & Blood Concept nel nuovo spazio CONTEMPORARY CLUSTER #05

Apre il 25 novembre 2017, alle ore 19.00, la stagione di Contemporary Cluster nella nuova sede romana di  Palazzo Cavallerini Lazzaroni, in Via dei Barbieri al civico sette.
Contemporary Cluster #05 proporrà l'arte visiva di Tadao Cern , il design di  Okiiko e le fragranze di Blood Concept per un'esperienza percettiva corale e unica.
In occasione della mostra verrà inoltre presentato il magazine Flewid, creato da Emi Marchionni, con Angelo Cricchi in qualità di Creative Director e Cecile De Montparnasse come Art Director, distribuito in Italia e all'estero dalla Pineapple Media Limited.
Sebastien Bromberger accompagnerà tutta la serata con una accurata selezione musicale. Per l'apertura del nuovo spazio di Via dei Barbieri, Contemporary Cluster presenta per la prima volta al pubblico italiano la personale di Tadao Cern (Vilnius, 1983), giovane artista lituano con all'attivo numerose mostre personali e partecipazioni a collettive in Europa e negli Stati Uniti: tra le al…

Il Ponte Casa d'Aste presenta l'Asta di Fotografia "Da Luigi Ghirri a Tracey Emin"

Ad aprire la stagione primaverile delle aste in Palazzo Crivelli sarà il neonato dipartimento di Fotografia, con una selezione di circa 300 lotti dei più celebri nomi nazionali ed internazionali.
Tra i fotografi italiani della seconda metà del '900 Luigi Ghirri è presente con undici dei suoi scatti più iconici, alcuni di questi stampati nel 1992, anno della sua morte, in occasione della mostra "Luigi Ghirri, Versailles" a Parigi ed esposti anche nella retrospettiva dell'autore tenutasi nel 2013 al MAXXI.
Di Gabriele Basilico e Berengo Gardin andranno all'incanto alcuni lavori dedicati alle architetture e ai parchi di Milano; di Mario Giacomelli una decina di scatti e la serie Pretini (val. 3.000 - 3.500 €); di Mimmo Jodice alcune delle immagini più rappresentative nelle quali la mitologia e la statuaria classica ritrovano energia espressiva grazie al forte contrasto di luci e ombre che caratterizza i suoi lavori.
Il bianco e nero torna nel tuffatore di Nino Migliori