Passa ai contenuti principali

Pinksie the Whale organizza un laboratorio creativo gratuito.

Pinksie the Whale organizza  domenica 22 maggio alle ore 16:30 un laboratorio gratuito con il kit creativo di Matteo Ragni e letture animate a cura di Associazione Libellula con Alessandra Pierattelli, durante i quali i bambini dai 4 ai 10 anni potranno ascoltare le storie della balena Pinksie. I libri Pinksie the Whale for Adventures Only, Pinksie and the Deep Blue Sea e il nuovo Pinksie the Whale - A third helping saranno disponibili anche presso l’Acquario.

“Pinksie the Whale porta arte e creatività nelle scuole per insegnare il valore della diversità ai bambini e per restituire loro importanti fattori di crescita: la fiducia in se stessi, il pensiero indipendente e originale e la capacità di lavorare con e per gli altri: sempre con il sorriso! – hanno dichiarato Matilde Battistini e Maria Stella Wirz, curatrici del progetto Pinksie the Whale in Italia – In scuole sempre più multietniche (80/90% di diverse nazionalità), i bambini hanno dato un contributo decisivo al progetto PINKSIE portando ciascuno la propria specificità culturale e raggiungendo insieme i risultati straordinari che vedrete in mostra. Ringraziamo gli insegnanti che hanno condiviso le idee di PINKSIE e che ogni giorno si impegnano tra mille difficoltà affinché i bambini crescano uniti nella diversità, nel rispetto reciproco, gettando di fatto le basi per l’Italia del prossimo futuro.”

Siamo contentissimi di intraprendere questa nuova avventura all’insegna della sensibilizzazione dei bambini al valore della diversità” – ha dichiarato Giovanni Battistini, presidente di Associazione Mercurio. Con Pinksie the Whale vogliamo trasmetter ai più piccoli la consapevolezza della propria individualità unitamente al desiderio della condivisione. Rivolgiamo un ringraziamento particolare allo IED, che ha condiviso valori e progettualità insieme ai suoi docenti artisti e creativi. Grazie ancora ai curatori Gentucca Bini, Alessandro Busci e Matteo Ragni, che conoscono e sostengono Pinksie fin dagli esordi, a Filippo Lotti, AD di Sotheby’s Italia, all’Assessorato all’Educazione e Istruzione, all’Assessorato alla Cultura, ai Consigli di Zona per il contributo dato all’iniziativa.

Quest’anno IED celebra il cinquantenario della sua fondazione e, continuando a porsi dalla parte dello sviluppo dell’ingegno creativo, ha accolto con entusiasmo la proposta di entrare a far parte del progetto Pinksie che si pone l’obiettivo di trasmettere ai bambini il valore della diversità attraverso l’arte e la creatività – ha dichiarato Emanuele Soldini, Direttore IED Italia. Tutti i bambini sono naturalmente creativi e IED, insieme a Pinksie, si è impegnato a sviluppare questa predisposizione, per compiere il primo passo verso la formazione di persone che sappiano interpretare la diversità e la complessità del reale come risorse per la creatività.”

“Ho i visto i diversi luoghi dove molti bambini si sono misurati con PINKSIE e io mi sento di commentare in questo modo: credo che l’accettazione della diversità sia la condizione fondamentale per stabilire l'uguaglianza tra tutti gli uomini e donne di questo mondo – afferma Francesco Cappelli – Assessore all'Istruzione ed Educazione del Comune di Milano. Altra cosa importante in questo progetto è che Pinksie utilizza forme che ci possono far scoprire attitudini creative presenti in ciascuno di noi, in modo vario. Queste fanno parte del nostro essere diversi e speciali. Grazie perché è stata un’esperienza per me molto significativa.”

“Sono davvero convinto dell’importanza di investire nelle nuove e future generazioni” Sostiene Giuseppe Notarbartolo di Sciara – Presidente Istituto Tethys - Quei pochi cambiamenti di opinione che si vedono oggi nel pubblico mostrano la direzione della tendenza, e lavorare sui bambini è il modo più naturale per cercare di favorirla e accelerarla.” Maddalena Jahoda -Responsabile comunicazione Tethys “A volte noi studiosi di cetacei ci sentiamo un po’ “Pinksie”, bizzarra balena rosa tra le azzurre. Spesso ci capita di dover “nuotare” controcorrente, di far capire che la conoscenza è il primo passo per evitare pregiudizi, che il rispetto per gli altri può cominciare anche dal rispetto per il mare; che diversità e biodiversità sono un patrimonio prezioso.”

“Con l’amica PINKSIE The WHALE vogliamo portare tra i bambini il concetto della Diversity”, - dichiara Andrea Stella – Fondatore dell’Associazione ‘Lo Spirito di Stella - “secondo cui siamo tutti parte di un’umanità anche se abbiamo sembianze ed orientamenti diversi, il senso di “avventura”, di superamento delle barriere, del potere della determinazione. La convinzione che le difficoltà si trasformano in opportunità e le opportunità si evolvono in storie uniche, eccezionali.”

"Con questa bella iniziativa prosegue l’amicizia ormai triennale con gli amici di Pinksie – commenta Filippo Lotti, AD e auctioner di Sotheby’s Italia – grazie alla generosità dei tanti artisti italiani e internazionali che hanno contribuito donando le loro opere per questo progetto dalla forte valenza educativa e sociale.”

Il progetto Pinksie the Whale gode della collaborazione del Comune di Milano, del sostegno dei Consigli di Zona 2, 3, 4, 6, ed è inserito tra i progetti promossi dall’Associazione culturale e di promozione sociale Mercurio. (www.associazione-mercurio.org).


Associazione Mercurio e il team di Pinksie the Whale ringraziano per il loro sostegno all’iniziativa: Fondazione Cariplo, l’Assessorato all’Educazione e all’Istruzione, l’Assessorato alla Cultura, l’Acquario Civico di Milano, Istituto Europeo del Design – IED, Sotheby’s, Comieco, DDL studio, Driade, Paolo Carlini Photography, TSHIRT T-SHOPS, Dianella, Binda Tessuti, LORENZO GAETANI DESIGN, Mary Bellantani - Quadrature Interiors . Un grazie particolare a Giuseppe Notarbartolo di Sciara e Andrea Stella per la loro testimonianza a favore della diversità e a Ilaria Duprè, Caterina Battistini di s27 architettura per il supporto organizzativo.

Per Informazioni: www.pinksie.org - www.associazione-mercurio.org- www.ied.it 

Post popolari in questo blog

Il Ponte Casa d'Aste presenta l'Asta di Fotografia "Da Luigi Ghirri a Tracey Emin"

Ad aprire la stagione primaverile delle aste in Palazzo Crivelli sarà il neonato dipartimento di Fotografia, con una selezione di circa 300 lotti dei più celebri nomi nazionali ed internazionali.
Tra i fotografi italiani della seconda metà del '900 Luigi Ghirri è presente con undici dei suoi scatti più iconici, alcuni di questi stampati nel 1992, anno della sua morte, in occasione della mostra "Luigi Ghirri, Versailles" a Parigi ed esposti anche nella retrospettiva dell'autore tenutasi nel 2013 al MAXXI.
Di Gabriele Basilico e Berengo Gardin andranno all'incanto alcuni lavori dedicati alle architetture e ai parchi di Milano; di Mario Giacomelli una decina di scatti e la serie Pretini (val. 3.000 - 3.500 €); di Mimmo Jodice alcune delle immagini più rappresentative nelle quali la mitologia e la statuaria classica ritrovano energia espressiva grazie al forte contrasto di luci e ombre che caratterizza i suoi lavori.
Il bianco e nero torna nel tuffatore di Nino Migliori

Campania Mirabilis

Mercoledì 20 giugno alle 17.00, presso le retrostanze del ‘700 degli appartamenti storici della Reggia di Caserta, sarà inaugurata la mostra fotografica Campania Mirabilis, a cura di Gabriella Ibello con foto di Monica Biancardi, Antonio Biasiucci, Stefano Cerio, Alessandro Cimmino, Raffaela Mariniello, Pino Musi, Luciano Romano e Luigi Spina
La mostra, promossa dall’associazione culturale Nuovorinascimento con il Patrocinio del MIBACT, Reggia di Caserta, Comune di Caserta e con il Matronato della Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee, sarà visitabile fino al 18 Luglio 2018.
Campania Mirabilis nasce da un’idea di Gabriella Ibello come progetto fotografico di osservazione, documentazione e ricerca sul patrimonio culturale e paesaggistico della Campania. Dopo Castel dell’Ovo, la mostra segna con la Reggia di Caserta la seconda tappa del Grand Tour della fotografia contemporanea che guarda al paesaggio e ai beni culturali. 
Il dialogo tra la Reggia vanvitelliana e la fotografi…

Maurizio Cilli protagonista di #WunderKit

Oggetti misteriosi, oggetti trovati per strada, regalati, rubati, oggetti presi dalla loro cassetta degli attrezzi, talismani e odradek autobiografici, oggetti totalmente inutili ma belli, oggetti transitori e anti-stress, oggetti che odorano di nuovo e oggetti antichi, oggetti che perseguitano, che ispirano. Due volte al mese, all’ora dell’aperitivo, BASE Milano presenta #WunderKit, un momento di incontro informale con un artigiano creativo per raccontare al pubblico gli oggetti che compongono il suo personale kit di mirabilia.


Giovedì 10 maggio, dalle ore 19.00 alle ore 20.00, l’appuntamento sarà con l’artista e architetto Maurizio Cilli che - proprio all’interno del programma di residenza artistica proposto da BASE nell’ambito della mostra 999 domande sull’abitare contemporaneo presentata a La Triennale di Milano - ha dato vita al progetto “senza casa, senza cosa?” dedicato a uno dei fenomeni più urgenti delle grandi città: il disagio estremo di chi vive senza una casa.
Un progetto c…