Passa ai contenuti principali

Cesare Catania - Retrospective

Arte, bellezza ed eleganza: giovedì 4 aprile 2019 si terrà presso Cesare Catania Art Gallery a Milano un esclusivo Cocktail party organizzato come anteprima della Milan Design Week, una delle più importanti e prestigiose manifestazioni a livello internazionale dedicata all’arredamento, al design, all’arte contemporanea e a ogni forma della creatività. Un mese ricco di eventi per Milano, che oltre alla settimana del design vedrà anche lo svolgersi di importanti manifestazioni come la fiera d’arte moderna e contemporanea MiArt.
Protagonista dell’evento Cesare Catania, artista versatile e poliedrico, noto in Italia e all’estero, che porta avanti attraverso la pittura e la scultura un percorso artistico di grande forza e creatività: in esposizione nella mostra retrospettiva una selezione si dipinti e opere scultoree di Cesare Catania che ripercorre le tappe principali della sua ricerca. La mostra rimarrà aperta al pubblico per tutta la settimana del Fuorisalone del Mobile, dall’8 al 14 aprile, dalle ore 16 alle 19.
Le opere di Cesare Catania, capaci di affascinare e catturare l’attenzione dell’osservatore grazie alla loro decisa presenza cromatica e materica, alla loro carica espressiva, rispecchiano pienamente la personalità dell’artista, lasciando emergere le idee, le emozioni e i ricordi del loro autore al momento della creazione, suscitando in ogni individuo che le osserva riflessioni sempre nuove. Gestualità, passione, energia, multidisciplinarietà sono le chiavi di interpretazione per questo artista che coniuga astrazione e figurazione, tecniche e saperi solo apparentemente lontani tra loro, affiancando materiali ad alta innovazione a quelli di antica tradizione. Cesare Catania è un “artista totale” della contemporaneità alla continua ricerca di una perfezione ideale. Vittorio Schieroni, Elena Amodeo

Cesare Catania nasce nel 1979 a Milano, città nella quale sviluppa, sia nella vita privata sia durante i corsi di studio, una spiccata attitudine per le arti grafiche e pittoriche.
Fin dall’infanzia mostra interesse e passione per la matematica e la musica, discipline nelle quali l’artista ritrova il naturale completamento della propria personalità, adottando un approccio rigoroso nei confronti della vita, ma anche una visione multiprospettica della realtà, che lo porterà ad avvicinarsi a qualsiasi disciplina da piani e punti di vista sempre diversi. Questa assenza di pregiudizio si rispecchia anche nelle sue espressioni artistiche, capaci di cogliere l’essenza del soggetto dipinto seguendo modelli figurativi o ricorrendo all’astrazione.
Le prime opere pittoriche risalgono al 1995 con studi prospettici e per la grafica informale - astratta; tre anni più tardi si iscrive alla facoltà di Ingegneria dove perfeziona gli studi di prospettiva e assonometria e dove impara a osservare la realtà circostante scomponendo le figure in poligoni tridimensionali.
Oltre a una spiccata attitudine sia per le scienze tecniche sia per le scienze artistiche, Cesare Catania matura nel corso degli anni una particolare passione per la fotografia, tecnica con la quale esprime la forza e il dinamismo presenti anche nelle sue opere pittoriche. Particolare interesse viene rivolto anche alla plasticità, dando vita a opere che, grazie alla loro tridimensionalità, fondono pittura e scultura. Una ricerca in continua evoluzione.



Cesare Catania. Retrospective
Cocktail Party & Cesare Catania Art Exhibition 
Giovedì 4 aprile 2019 
Press preview reception ore 18 | Entrance for Guests ore 19

c/o Cesare Catania Art Gallery
Via del Progresso 16, Milano

Apertura di Cesare Catania Art Gallery durante la Milan Design Week 
8 - 14 aprile, dalle ore 16 alle 19

Promoted by Cesare Catania ART 

Communication by MADE4ART 
di Elena Amodeo e Vittorio Schieroni 

Post popolari in questo blog

ART CITY Bologna 2019 - settima edizione

Alla sua settima edizione, ART CITY Bologna ha luogo per il secondo anno consecutivo sotto la supervisione di Lorenzo Balbi, direttore artistico di MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna, con una importante novità: la manifestazione estende la sua durata fino a divenire una vera e propria art week, con inizio il 25 gennaio e nucleo centrale nel week end dall'1 al 3 febbraio, introducendo, e in seguito affiancando, il week end di Arte Fiera.
Il format di ART CITY Bologna prevede, come nell'ultimo anno, un main program di alto profilo basato su un evento speciale e su una serie di progetti curatoriali monografici, che variano tra mostre, installazioni e performance.
Parte del programma è la sezione ART CITY Segnala, che include oltre 70 eventi selezionati dagli operatori culturali della città, tra cui istituzioni pubbliche e private, gallerie d'arte moderna e contemporanea, artist run space e spazi no-profit. Accanto ad essa, la sezione ART CITY Cinema esplora i rapporti …

De Chirico e Savinio. Una mitologia moderna

Dal 16 marzo al 30 giugno 2019 la Fondazione Magnani-Rocca ospita una grande mostra dedicata a Giorgio de Chirico e Alberto Savinio, i «dioscuri» dell'arte del XX secolo. 
I due fratelli hanno ripensato il mito, l’antico, la tradizione classica attraverso la modernità dell’avanguardia e della citazione, traslandoli e reinterpretandoli per tentare di rispondere ai grandi enigmi dell’uomo contemporaneo, dando vita a quella che Breton definì una vera e propria mitologia moderna. 
La mostra - allestita alla Villa dei Capolavori, sede della Fondazione a Mamiano di Traversetolo presso Parma – presenta oltre centotrenta opere tra celebri dipinti e sorprendenti lavori grafici, in un percorso espositivo che, dalla nascita dell’avventura metafisica, si focalizza su un moderno ripensamento della mitologia e giunge alla ricchissima produzione per il teatro, documentata anche da preziosi costumi per l’opera lirica.   
I Dioscuri dell’Arte – «Sono l'uno la spiegazione dell'altro» scriveva …

Cancelli d’ombra alla Galleria 8,75 Artecontemporanea di Reggio Emilia

La Galleria 8,75 Artecontemporanea di Reggio Emilia (Corso Garibaldi, 4) presenta, dal 15 dicembre 2018 al 16 gennaio 2019, la consueta collettiva di Natale con opere pittoriche, scultoree e fotografiche di una trentina di autori contemporanei, da Julia Bornefeld e Sandra Brandeis Crawford a Luca Caccioni, Claudio Costa e Graziano Pompili.
La mostra trae il titolo – “Cancelli d’ombra” – da una poesia di Andrea Basiricò che recita: «… E i cancelli d’ombra / della sera ricamano / i giardini / dove occhi di silenzio / si spengono / sull’orlo dell’asfalto…».
In esposizione, opere di Andrea Basiricò, Julia Bornefeld, Mirko Baricchi, Anna Bennicelli, Alketa Bercaj Delishaj, Elisa Bertaglia, Sandra Brandeis Crawford, Luca Caccioni, Corrado Campisi, Claudio Costa, Giovanni Cossu, Omar Galliani, Federica Giulianini, Ludmila Kazinkina, Nicoletta Moncalieri, Maria Morelli, Silvia Pavarini, Simone Pellegrini, Graziano Pompili, Turi Rapisarda, Enzo Silvi, Sebastiano Simonini, Orfeo Tamburi, Giuseppe…