Passa ai contenuti principali

Plastic Shop di Andrea Campucci

Firmacopie   - 25 settembre  - Libreria Mondadori di Saronno, via Portici 12 ,  dalle 10 alle 18.30

Di cosa parla Plastic Shop di Andrea Campucci

Attraverso la storia raccontata nel libro Plastic Shop di Andrea Campucci, pubblicato da Leone Editori, possiamo conoscere la visione dello scrittore alquanto realistica, anche se raccontata in modo sarcastico, su come stia diventando parte della società da quando gli outlet imperversano nella maggior parte delle città italiane.

Quella che viene narrata nel libro Plastic Shop, in maniera a tratti ironica ma molto riflessiva, è la vicenda di cinque ragazzi, cinque amici, che durante un giorno di festa decidono di recarsi all’outlet di Barberino del Mugello.

Sarà in questo non luogo, come direbbe l’antropologo francese Marc Augé, che i giovani si troveranno a contatto con un mondo artificiale, un grande negozio di plastica in cui le persone si estraniano dalla realtà girando come robot tra le vie commerciali per fare acquisti a prezzi scontati.
Girovagando in cerca degli sconti migliori da sfruttare per il Natale, soprattutto in cerca del regalo che il protagonista vuole fare al fratello che partirà di lì a qualche giorno per andare in Svezia a trovare la ragazza, le cose si metteranno male.

Dopo aver fatto uso di droghe e aver bevuto, tutto inizia ad assumere una forma inquietante, qualcosa che porterà alla luce tante piccole ossessioni e le paure nascoste.

Insomma il lettore di Plastic Shop potrà vivere, accanto ai protagonisti, un viaggio allucinante tra promozioni, annunci, luci, manichini, clienti, grandi marchi e commesse.
Inoltre, grazie all’ironia di Andrea Campucci, alla sua visione alternativa degli outlet e della disperata corsa agli sconti per accaparrarsi i prodotti migliori a poco prezzo, il lettore potrà meglio rendersi conto di come la nostra società sia sempre più dedita al consumismo folle e sfrenato, senza pensare alle vere esigenze.
Sembra che i valori più importanti siano passati in secondo piano e che le persone, in questi posti dedicati alla convenienza, diventino manichini o meglio burattini, piuttosto che acquirenti dotati di senno.

Plastic Shop di Andrea Campucci non fa sconti a nessuno, in questo libro in cuisi mette in discussione tutto il mondo legato agli outlet, ai clienti che farebbero di tutto per accaparrarsi il prodotto migliore, agli addetti marketing che s’inventano strategie assurde che però funzionano, alla società che perde di vista ciò che conta a favore dei saldi.

Andrea Campucci ha scritto un libro diverso dal solito, utilizzando un linguaggio fresco e stando ben attento a descrivere nel dettaglio personaggi bizzarri e situazioni paradossali, per meglio coinvolgere il lettore in questo mondo di plastica. (Recensione libro.it)


Post popolari in questo blog

Mein Name ist Giulia

Giunta alla seconda esposizione personale a Berlino, con la nuova ricerca Mein Name ist Giulia / Il mio nome è Giulia l’artista toscana Giulia Efisi segna una nuova tappa nella sua esplorazione visiva del concetto di identità e dei passaggi, temi centrali del suo percorso espressivo. 
Dall’iniziale ricerca sul proprio corpo, l’artista si è dedicata alla riscoperta del suo universo privato fatto di persone e oggetti della memoria, fino ad approdare negli ultimi anni alla ricerca sull’identità dell’altro con i suoi Ritratti/Portraits di persone comuni e famose ritratte per il particolare legame che la unisce a esse.
Nelle venti opere esposte alla galleria The Ballery, la Efisi affronta uno scenario nuovo, la metropoli, in cui dà luogo alla sua prima performance artistica. Un mondo privo di àncore, eccetto quella rappresentata da una panchina sulla quale si è seduta e ha cominciato a urlare il proprio nome, sperimentando le reazioni dei passanti. I loro sguardi bassi, il progressivo dist…

La notte di Caracalla

(ANSA) - ROMA, 17 AGO - Si apre dal 18 agosto uno dei percorsi notturni tra i più suggestivi dell'antica Roma, realizzato dalla soprintendenza speciale di Roma con Electa: fino al 3 ottobre ogni martedì e venerdì sera le Terme di Caracalla saranno accessibili al chiaro di luna con visite guidate.
Gruppi di massimo 25 partecipanti potranno ammirare le monumentali vestigia illuminate nella notte e scendere nei sotterranei. Compreso nella visita il mitreo di Caracalla, il più grande tra quelli rimasti a Roma e perfettamente conservato.
Le visite, della durata di 75 minuti, inizieranno alle 19.30, con l'ultima partenza alle 21.00, e avverranno grazie a una spettacolare illuminazione del monumento a cura di Acea. Nelle giornate lunghe di agosto e dell'inizio di settembre per i primi turni di visita si potranno ammirare le Terme costruite dagli imperatori Severi nella luce dorata del tramonto.
Le visite, guidate da archeologi e storici dell'arte, inizieranno dall'area c…

Tutti i premi di Artissima 2017

Scoprire la bellezza, riconoscerla, premiarla, sostenerla, diffonderla: fedele al suo ruolo di fiera innovativa, sperimentale e anticipatrice, anche quest'anno Artissima supporta il futuro dell'arte contemporanea attraverso l'assegnazione di 7 premi. Nati in collaborazione con sponsor e istituzioni, i riconoscimenti 2017 sono rivolti ad artisti e gallerie presenti in fiera e sono assegnati da giurie internazionali composte da curatori e direttori dei principali musei d'arte contemporanea del mondo.


Campari Art Prize (new): promosso dal Gruppo Campari, il premio è assegnato a un artista under 35 che incentri la sua ricerca sul potere evocativo del racconto nelle sue molteplici declinazioni e sulla dimensione comunicativa dell’opera. Giuria: Adam Budak, Francesco Stocchi, Carina Plath
Refresh Premio Irinox (new): promosso da Irinox, il premio è assegnato a un artista della sezione Disegni che si distingua per la capacità di 'reinventare conservando', esaltando in …