Passa ai contenuti principali

Electro Camp V

Electro Camp è una piattaforma aperta a nuove produzioni – anche in veste di lavori in fieri – dedicate alla ricerca delle relazioni tra suono e movimento, danza, musica e spazio scenico. 

Curato dall’associazione culturale Live Arts Cultures e dalla netlabel electronicgirls, il progetto giunge quest’anno alla sua quinta edizione e si terrà da giovedì 7 a domenica 10 settembre 2017 presso C32 performing art work space, all’interno di Forte Marghera, Venezia-Mestre. 

Electro Camp si propone come momento di riflessione, diffusione, pratica e studio di alcune arti performative e include, nella sua quinta edizione, innovazioni nella programmazione tese a favorire l’avvicinamento della comunità del territorio ai linguaggi delle arti performative dal vivo. Il “format” Electro Camp si trasforma così in un appuntamento sia dedicato ad artisti che intendano approfondire la loro pratica sia accogliente verso la pubblica partecipazione alla scoperta del contemporaneo.

Il programma per questa quinta edizione prevede attività diurne e – vera novità – speciali e notturne, che avvicineranno il pubblico ancora di più a musica e danza, linguaggi universali attraversabili da chiunque. Il festival ospiterà, come sempre, giornate di formazione pensate anche per il mondo dell’infanzia, dell’adolescenza e degli adulti; inoltre ospiterà percorsi installativi ed eventi serali. 

Electro Camp V è un invito a rendere tutti partecipi delle pratiche dell’artista performativo per cancellare le apparenti distanze, proponendo attività che stimolino la consapevolezza del corpo e dello spazio, l’ascolto, la generazione di azioni performative. Le esperienze proposte desiderano nutrire il potenziale espressivo di ciascuno e condividere strumenti critici per l’osservazione delle opere contemporanee.


PROGRAMMA DEL FESTIVAL
Apertura: giovedì 7 settembre, ore 19.30
LECRI / electronicgirls netlabel - Dj set

Performance dalle 20.30
PLANIMETRIE - di quando non pensavamo a confezionarci per il prossimo
di e con SALVATORE INSANA, ELISA TURCO LIVERI, GIULIA VISMARA

PROMISING! - Ten promising situations
di Loup Abramovici
Ideato e con Loup Abramovici, Tomaž Grom & Roberta Milevoj
Produzione Via Negativa
Co-produzione Zavod Sploh
Producer Špela Trošt
Con il sostegno del Ministero della Cultura di RS e della Città di Ljubljana

Twinz [CTRL] - Dj Set



Venerdì 8 settembre dalle 19.30
MASUFURIA YANAIMBA - The pans are singing
di Giovanni Dinello
Con la partecipazione dello chef Giuseppe Di Terlizzi
Prenotazione consigliata al link: https://goo.gl/forms/8ekU2I6ID89A3HXx2

Dalle 20.30
HAIKU
di e con New Landscapes
Silvia Rinaldi-violino
Luca Chiavinato-oud
Francesco Ganassin-clarinetto basso
con la partecipazione di Tania Lo Duca e Federica Marcoleoni alla danza

IN INTIME DISTANZE/ last day on earth
di e con She Zeno, 
video Elisa Campagnaro
produzione Art(h)emigra Satellite


CILLOMAN - Dj set



Sabato 9 settembre dalle 19.30
DUAL BUNKERS - performance
Di e con Cristiana Zeta Rolla/ Sara Kostić
Di e con Marianna Biadene

Dalle 20.30
SYNESTHESIA
di Minh Duc Nguyen, Christian Bläsche

YOGA IN THE DARK
Selezione musicale e guida alla pratica IOIOI
Prenotazione consigliata: https://goo.gl/forms/5eeA57aiIVsUmSgK2

SLEEP CONCERT
Con Federica Furlani, IOIOI, Patrizia Mattioli
Dalle 00.00 alle 07.30
Prenotazione consigliata: https://goo.gl/forms/JqV3GLtGnIScqGMQ2



Domenica 10 settembre dalle 16.00
UNTIL DUCHAMP IS SLEEPY 
Officina elettronica creativa per laptop ensemble e sei scacchisti
di e con Arazzi Laptop ensemble


Dalle 20.30
ARAZZI LAPTOP ENSEMBLE & ALESSANDRO FAGIUOLI
L'arazzo è una forma d'arte che si pone a metà strada tra l'artigianato e la rappresentazione artistica. Tecnicamente ` un tessuto a dominante di trama, poiché a lavoro finito l'ordito non si vede.

SAPIR - WHORF 
di e con Valentina Milan, Nicola Di Croce

SENZA BISOGNO DI TITOLO #2 
di e con Paola Ponti e Giulio Escalona


Tutti i giorni del festival

Percorsi sonori
Con le voci di:
Mariangela Gualtieri: dal rito sonoro “Fraternità solare” andato in onda su Radio3 
Valentina Valentini: "La dimora delle voci femminili (del teatro)"
Con una selezione di ascolti dalla storia della musica elettroacustica ed elettronica a cura di Johann Merrich
Lungo il percorso la performer Ashley-Louise McNaughton 
Un camminamento vicino a C32 diventerà una passeggiata di ascolti. Poesie, citazioni, musiche potranno essere ascoltate mescolandosi nel paesaggio di Forte Marghera, il passo verrà accompagnato da parole e musica grazie alla possibilità di ascoltare in streaming gli apporti proposti. Dieci minuti di immersione, di dedica al paesaggio e all’ascolto. 
Nel percorso la performer londinese Ashley-Louise McNaughton abiterà un luogo portando alla nostra fantasia nuove visioni e percezioni.


Festival Espressioni
Verranno presentati dei lavori di video-danza selezionati dal festival Espressioni a cura di Perypezye Urbane


Ingressi
Il festival è riservato ai soci Live Arts Cultures: tessera 2017 euro 5.
Contributo responsabile per la singola serata: euro 5.
Prenotazioni consigliate per MASUFURIA YANAIMBA - The pans are singing, Yoga in the Dark e Sleep Concert
info@liveartscultures.org ; Facebook: ElectroCampFestival e LiveArtsCultures ; Instagram: Live Arts Cultures

Il sito: http://liveartscultures.weebly.com/ec5-2017.html
L’evento Facebook: https://www.facebook.com/events/1448058531953423/


Chi siamo
Live Arts Cultures è un'associazione culturale creata e gestita da artisti che consocia la netlabel electronicgirls. È una casa, un riferimento transnazionale per le arti performative nelle loro declinazioni sperimentali, con particolare attenzione rivolta a: danza, musica elettronica, performance art, teatro.

Lo scopo di Live Arts Cultures è creare una comunità aperta e accogliente capace di riprogettare, innovare e rafforzare il mestiere dell'artista performativo e di espandere l'esperienza e la conoscenza dei linguaggi del contemporaneo.

Si rivolge agli artisti del panorama internazionale e nazionale con la volontà di accrescerne e rafforzarne le potenzialità e di trasformare e migliorare i processi di produzione; LAC desidera promuovere lo sviluppo delle capacità di lettura e di giudizio, generare nuove abitudini e diffondere i linguaggi della sperimentazione tra i pubblici più diversi del territorio formandone conoscenza e pensiero.




Post popolari in questo blog

Il Quadro con cerchio di Kandinskij

Si intitola "Quadro con cerchio", ed è il primo dipinto astratto di Vasilij Vasil'evič Kandinskij, fu realizzato nel 1911 e ritrovato solo nel 1989.
Proveniente dal museo nazionale georgiano di Tbilisi, viene per la prima volta esposto in Italia nell'ambito della mostra "Kandinskji, cavaliere errante.In viaggio verso l'astrazione." , al Mudec di Milano (fino al 9 luglio).
Un quadro al quale lo stesso artista attribuiva importanza, come risulta da una sua lettera del 1935: "Quando ho lasciato Mosca, alcuni miei dipinti, in parte di grande formato, sono rimasti in custodia nel museo di Arte Europea Occidentale. Tra essi il mio primissimo quardo astratto del 1911...Purtroppo, non ne possiedo alcuna foto. All'epoca ero scontento del dipinto e pertanto non l'ho neppure numerato e non ho scritto alcuna indicazione sul retro, come faccio sempre, e non l'ho riportato nel mio catalogo personale".

MUDEC



Antropocene – L’epoca umana

Una meditazione cinematografica sulla massiccia ricostruzione del pianeta da parte dell'umanità, 'Antropocene – L’epoca umana' è un film documentario che avuto una lavorazione di quattro anni ad opera del pluripremiato team composto da Jennifer Baichwal, Nicholas de Pencier e Edward Burtynsky.




Terzo in una trilogia che include Manufactured Landscapes (2006) e Watermark (2013), il film segue la ricerca di un gruppo internazionale di scienziati, il gruppo di lavoro Anthropocene che, dopo quasi 10 anni di ricerca, sostiene la teoria secondo cui l'epoca dell’Olocene ha lasciato il posto all'epoca dell’Antropocene a metà del XX secolo in seguito a profondi e duraturi cambiamenti.
Dalle pareti di cemento in Cina che ora coprono il 60% della costa continentale, alle più grandi macchine terrestri mai costruite in Germania, alle psichedeliche miniere di potassio negli Urali russi, alle fiere di metallo nella città di Norilsk, alla devastante Grande Barriera Corallina in Austr…

Ti sento! Non essere sordo alle emozioni

La mostra collettiva " Ti sento! Non essere sordo alle emozioni" - da quest'oggi a mercoledì 19 presso la Tevere Art Gallery, in via Santa Passera 25 , Roma - è un progetto poli-artistico bi-culturale, curato da Francesca Masiero, che intende mettere a confronto il mondo dei sordi e quello degli udenti, scoprendo l’enorme potenziale comunicativo della LIS, la Lingua dei Segni Italiana, fatta di espressioni emotive e concrete gestualità.
Gli artisti, sordi e udenti, coinvolti nella mostra sono Alessandro Arrigo, Re Barbus, The Silent Beat, Marco Capellacci, Marco Verni, Cristina Eidel, Konstantinos Papaioannou e Gina Scanzani.
Attraverso la sperimentazione di grafiche, collage, illustrazioni e fotografie, racconteranno il silenzio e la mancanza di suono, mettendo in discussione certezze acquisite e aiuteranno a comprendere meglio il valore e il significato più profondo della parola e della comunicazione con l’altro. Scoprire il mondo di chi non sente aiuta a riflettere criti…