Passa ai contenuti principali

Inchiostro depARTure: David Robbins - TV Family

Da lunedì 26 ottobre a lunedì 2 novembre 2015 il museo MADRE esce dallo storico Palazzo Donnaregina di via Settembrini a Napoli ed entra nel tessuto urbano con un’opera della sua collezione permanente: il video TV Family di David Robbins, che sarà esposto all’interno della stazione di Napoli Mergellina. 

Un’iniziativa realizzata nell’ambito del Festival d’Arte Contemporanea Inchiostro depARTure, ideato e sviluppato da Zoe Impresa Sociale, in collaborazione con il MADRE-Museo d’Arte Contemporanea Donnaregina di Napoli, Centostazioni SpA-Gruppo FS Italiane e Gruppo SAVE.

Inchiostro depARTure nasce dall’idea di presentare un circuito di opere d’arte contemporanea all’interno di sei stazioni ferroviarie (Milano, Trieste, Siena, Roma, Pescara e Napoli), gestite dal gruppo Centostazioni SpA, per agevolare i processi di incontro tra i linguaggi della contemporaneità e il pubblico dei passaggieri delle nuove realtà metropolitane. L’arte contemporanea si conferma, così, strumento di inclusione, attivazione e riflessione sociale, attraverso processi di fruizione che si aprono alla sperimentazione di nuove forme e luoghi.

In occasione della tappa conclusiva del festival, Zoe Impresa Sociale ha invitato il MADRE a raccontarsi e ad agire al di fuori della propria sede, attraverso una “narrazione da museo a stazione”, e il MADRE ha individuato in TV Family di David Robbins (Wisconsin, 1957) l’opera che meglio esprime il concetto di museo come arena in cui si incontrano museo e comunità, sperimentazione artistica e cultura pop, luogo dell’immaginario e dell’immaginazione che esplora il rapporto tra i valori, i metodi e le grammatiche visive dell’arte contemporanea e quelli dell’industria dello spettacolo sfumando la differenza fra questi due ambiti per creare un’opera d’arte che parli lo stesso linguaggio del pubblico, permettendo all’arte e all’intrattenimento di fondersi. Robbins supera il concetto del museo come “contenitore in cui esibire le opere d’arte” e propone un museo più aperto, pervasivo rispetto al quotidiano: nasce così TV Family, una vera e propria soap opera per il museo MADRE, invitato a uscire da se stesso per incontrare l’immaginario del pubblico, di cui sono protagonisti gli attori Lucio Allocca, Carmen Scivittaro, Cristina Donadio, Mario Autore, Edoardo Sorgente, Cecilia Lupoli, Valentina Acca, Emilio Vacca e Francesca De Nicolais

Gli attori recitano all’interno di una struttura narrativa che replica lo stile noto al pubblico digitale dei siti internet di Tumblr – mosaici segmentati di immagini rivelati dallo scorrimento verticale –, e poiché tutti gli show televisivi hanno una sigla musicale, anche TV Family ne ha una, Theme Song For An Exhibition, che risuonerà ora nelle sale della stazione ferroviaria di Napoli Mergellina (dopo essere stata trasmessa nelle sale del MADRE e sui siti di più di dieci musei internazionali), con le sue giocose parole d’ordine: “Porta la cultura dove vuoi tu”, “La storia scorre attraverso di te”, invito a esaltare il desiderio e la capacità di fare cultura in prima persona rivolto a tutti i passeggieri della stazione.

Si ringrazia Galleria Raucci & Santamaria, Napoli.


Inchiostro depARTure: David Robbins - TV Family
STAZIONE FERROVIARIA MERGELLINA
Napoli - dal 26 ottobre al 2 novembre 2015
Salita Della Grotta (80122)

Post popolari in questo blog

La notte di Caracalla

(ANSA) - ROMA, 17 AGO - Si apre dal 18 agosto uno dei percorsi notturni tra i più suggestivi dell'antica Roma, realizzato dalla soprintendenza speciale di Roma con Electa: fino al 3 ottobre ogni martedì e venerdì sera le Terme di Caracalla saranno accessibili al chiaro di luna con visite guidate.
Gruppi di massimo 25 partecipanti potranno ammirare le monumentali vestigia illuminate nella notte e scendere nei sotterranei. Compreso nella visita il mitreo di Caracalla, il più grande tra quelli rimasti a Roma e perfettamente conservato.
Le visite, della durata di 75 minuti, inizieranno alle 19.30, con l'ultima partenza alle 21.00, e avverranno grazie a una spettacolare illuminazione del monumento a cura di Acea. Nelle giornate lunghe di agosto e dell'inizio di settembre per i primi turni di visita si potranno ammirare le Terme costruite dagli imperatori Severi nella luce dorata del tramonto.
Le visite, guidate da archeologi e storici dell'arte, inizieranno dall'area c…

Tadao Cern, Okiiko & Blood Concept nel nuovo spazio CONTEMPORARY CLUSTER #05

Apre il 25 novembre 2017, alle ore 19.00, la stagione di Contemporary Cluster nella nuova sede romana di  Palazzo Cavallerini Lazzaroni, in Via dei Barbieri al civico sette.
Contemporary Cluster #05 proporrà l'arte visiva di Tadao Cern , il design di  Okiiko e le fragranze di Blood Concept per un'esperienza percettiva corale e unica.
In occasione della mostra verrà inoltre presentato il magazine Flewid, creato da Emi Marchionni, con Angelo Cricchi in qualità di Creative Director e Cecile De Montparnasse come Art Director, distribuito in Italia e all'estero dalla Pineapple Media Limited.
Sebastien Bromberger accompagnerà tutta la serata con una accurata selezione musicale. Per l'apertura del nuovo spazio di Via dei Barbieri, Contemporary Cluster presenta per la prima volta al pubblico italiano la personale di Tadao Cern (Vilnius, 1983), giovane artista lituano con all'attivo numerose mostre personali e partecipazioni a collettive in Europa e negli Stati Uniti: tra le al…

Il Ponte Casa d'Aste presenta l'Asta di Fotografia "Da Luigi Ghirri a Tracey Emin"

Ad aprire la stagione primaverile delle aste in Palazzo Crivelli sarà il neonato dipartimento di Fotografia, con una selezione di circa 300 lotti dei più celebri nomi nazionali ed internazionali.
Tra i fotografi italiani della seconda metà del '900 Luigi Ghirri è presente con undici dei suoi scatti più iconici, alcuni di questi stampati nel 1992, anno della sua morte, in occasione della mostra "Luigi Ghirri, Versailles" a Parigi ed esposti anche nella retrospettiva dell'autore tenutasi nel 2013 al MAXXI.
Di Gabriele Basilico e Berengo Gardin andranno all'incanto alcuni lavori dedicati alle architetture e ai parchi di Milano; di Mario Giacomelli una decina di scatti e la serie Pretini (val. 3.000 - 3.500 €); di Mimmo Jodice alcune delle immagini più rappresentative nelle quali la mitologia e la statuaria classica ritrovano energia espressiva grazie al forte contrasto di luci e ombre che caratterizza i suoi lavori.
Il bianco e nero torna nel tuffatore di Nino Migliori