Passa ai contenuti principali

Percorsi del Novecento. Alberto Chiancone e Lelio Gelli: due maestri dell’Istituto d’Arte napoletano

ALBERTO CHIANCONE (Porto Santostefano-GR, 1904-Napoli, 1988)
Pittore, allievo a Napoli di Lionello Balestrieri e di Francesco Galante, insegnò discipline pittoriche nell’Istituto d’Arte napoletano dal 1933 al 1976, dove formò numerosi artisti tra cui Guido Tatafiore, Giuseppe De Siato, Alfonso De Siena. 

Partecipò alle Biennali di Venezia (1934-1948), alle Quadriennali di Roma (1931-1959), alle Mostre d’Arte Italiana all’estero (Birmingham, Praga, Varsavia, Cracovia, Poznan, Bucarest, Sofia, Budapest, Berna), alle Mostre Internazionali di Barcellona (1929), Parigi (1937), al II Premio Bergamo (1940), alle Sindacali campane e nazionali (1929-1941), alle edizioni del Premio “Maggio di Bari”, del “Premio Michetti”, etc. Aperto alle nuove problematiche artistiche fu del Gruppo degli “Ostinati” (1928-1930), firmò il “Manifesto di un gruppo di pittori napoletani” (1935) e nel secondo dopoguerra fu tra i fondatori del “Gruppo Vomerese”. A Napoli eseguì affreschi alla Stazione Marittima, encausti alla Mostra d’Oltremare, vetrate al Palazzo dei Mutilati (1939-’40) e i pannelli circolari del nuovo soffitto del Teatrino di Corte nel Palazzo Reale (1951). 

Sue opere sono presenti nella Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma, nelle civiche Gallerie di Chieti, Latina, Maenza, Roma, Udine, presso il Museo del Novecento di Napoli, l’Accademia di Belle Arti di Firenze e la Collezione Salce di Treviso, etc. Sul tema della figura, i 32 dipinti esposti, testimoniano, dopo l’esperienza ‘900, il rinnovamento del ‘vero’ in chiave espressionista.

LELIO GELLI (Firenze, 1902-Napoli, 1975)
Scultore, allievo a Firenze di Libero Andreotti e poi suo assistente dal 1927 al 1933. Ha insegnato nell’Istituto d’Arte fiorentino di Porta Romana fino al 1938 e poi in quello napoletano fino al 1973. Ha partecipato alle Biennali veneziane e alle Quadriennali romane degli anni Trenta e Quaranta e ad altre importanti esposizioni nazionali ed internazionali (Parigi, Bruxelles, Vienna, Berlino, Dusseldorf, Budapest). 

Sue opere sono presenti nelle collezioni della Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Pitti, nella Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma, nelle civiche Gallerie di Bagheria, Latina, Maenza, Milano, Roma, Torino, al MUSMA di Matera, presso la Comunità ebraica romana, e in altre prestigiose istituzioni museali. Dal 1931 al 1933 fu tra i sodali del fiorentino Premio dell’Antico Fattore, riferimento di intellettuali che gravitavano intorno alla figura del fondatore, il suo Maestro Libero Andreotti, partecipando anche ai lavori della giuria. 

Suo è il grande bassorilievo in pietra serena collocato nel 1953 sull’altare della Cappella dedicata ai Caduti nella Chiesa di S. Chiara a Napoli. Vengono qui esposti 27 ritratti realizzati tra il 1928 e il 1971, accompagnati da alcuni disegni. La scelta monotematica della Mostra sottolinea un filone peculiare della ricerca plastica di Lelio Gelli, con soggetti spesso svincolati da una committenza e da preoccupazioni di verosimiglianza, modelli scelti tra allievi, famigliari o conoscenti che ne avevano stimolato l’ispirazione. 


Percorsi del Novecento. Alberto Chiancone e Lelio Gelli: due maestri dell’Istituto d’Arte napoletano
MUSEO FONDAZIONE VENANZO CROCETTI
Roma - dal 3 al 28 novembre 2015
Via Cassia 492 (00189)
+39 0633711468 , +39 0633711468 (fax)
fondazione.crocetti@tiscali.it
www.museocrocetti.it

Post popolari in questo blog

Mein Name ist Giulia

Giunta alla seconda esposizione personale a Berlino, con la nuova ricerca Mein Name ist Giulia / Il mio nome è Giulia l’artista toscana Giulia Efisi segna una nuova tappa nella sua esplorazione visiva del concetto di identità e dei passaggi, temi centrali del suo percorso espressivo. 
Dall’iniziale ricerca sul proprio corpo, l’artista si è dedicata alla riscoperta del suo universo privato fatto di persone e oggetti della memoria, fino ad approdare negli ultimi anni alla ricerca sull’identità dell’altro con i suoi Ritratti/Portraits di persone comuni e famose ritratte per il particolare legame che la unisce a esse.
Nelle venti opere esposte alla galleria The Ballery, la Efisi affronta uno scenario nuovo, la metropoli, in cui dà luogo alla sua prima performance artistica. Un mondo privo di àncore, eccetto quella rappresentata da una panchina sulla quale si è seduta e ha cominciato a urlare il proprio nome, sperimentando le reazioni dei passanti. I loro sguardi bassi, il progressivo dist…

La notte di Caracalla

(ANSA) - ROMA, 17 AGO - Si apre dal 18 agosto uno dei percorsi notturni tra i più suggestivi dell'antica Roma, realizzato dalla soprintendenza speciale di Roma con Electa: fino al 3 ottobre ogni martedì e venerdì sera le Terme di Caracalla saranno accessibili al chiaro di luna con visite guidate.
Gruppi di massimo 25 partecipanti potranno ammirare le monumentali vestigia illuminate nella notte e scendere nei sotterranei. Compreso nella visita il mitreo di Caracalla, il più grande tra quelli rimasti a Roma e perfettamente conservato.
Le visite, della durata di 75 minuti, inizieranno alle 19.30, con l'ultima partenza alle 21.00, e avverranno grazie a una spettacolare illuminazione del monumento a cura di Acea. Nelle giornate lunghe di agosto e dell'inizio di settembre per i primi turni di visita si potranno ammirare le Terme costruite dagli imperatori Severi nella luce dorata del tramonto.
Le visite, guidate da archeologi e storici dell'arte, inizieranno dall'area c…

Tutti i premi di Artissima 2017

Scoprire la bellezza, riconoscerla, premiarla, sostenerla, diffonderla: fedele al suo ruolo di fiera innovativa, sperimentale e anticipatrice, anche quest'anno Artissima supporta il futuro dell'arte contemporanea attraverso l'assegnazione di 7 premi. Nati in collaborazione con sponsor e istituzioni, i riconoscimenti 2017 sono rivolti ad artisti e gallerie presenti in fiera e sono assegnati da giurie internazionali composte da curatori e direttori dei principali musei d'arte contemporanea del mondo.


Campari Art Prize (new): promosso dal Gruppo Campari, il premio è assegnato a un artista under 35 che incentri la sua ricerca sul potere evocativo del racconto nelle sue molteplici declinazioni e sulla dimensione comunicativa dell’opera. Giuria: Adam Budak, Francesco Stocchi, Carina Plath
Refresh Premio Irinox (new): promosso da Irinox, il premio è assegnato a un artista della sezione Disegni che si distingua per la capacità di 'reinventare conservando', esaltando in …