Passa ai contenuti principali

One Torino, un nuovo progetto espositivo annuale

 
ONE TORINO       
UN NUOVO PROGETTO ESPOSITIVO ANNUALE A TORINO E IN PIEMONTE

7 novembre 2013 - 12 gennaio 2014
Artissima 2013 presenta la prima edizione di ONE TORINO, una straordinaria iniziativa concepita come una grande rassegna annuale, ideata e prodotta da Artissima e realizzata in collaborazione con le maggiori istituzioni di arte contemporanea della città.
 
ONE TORINO mira a rafforzare la rete delle istituzioni torinesi con un evento internazionale di grande respiro che coinvolge le migliori voci contemporanee sulla scena mondiale. L'iniziativa ambisce a sottolineare le eccellenze di Torino e a consolidare ulteriormente l'immagine della città e del territorio nel contemporaneo.
 
Per questa prima edizione, Artissima ha invitato sette affermati curatoriinternazionali, provenienti da aree geografiche diverse ed eterogenee, che attraverso cinque mostre collettive, connesse ma indipendenti, hanno dato vita a un percorso espositivo unitario nei principali musei e fondazioni della città e in una prestigiosa sede storica nel centro di Torino. Il progetto coinvolge i principali protagonisti della vita culturale torinese in ambito contemporaneo: Castello di Rivoli Museo d'Arte Contemporanea, GAM - Galleria Civica d'Arte Moderna e Contemporanea, Fondazione Merz, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo e investe il settecentesco Palazzo Cavour, splendido esempio di barocco piemontese, che ospita uno dei punti focali della rassegna mettendo in luce la città e la sua capacità di unire la propria identità storica a quella contemporanea.
 
Le mostre negli spazi istituzionali sono progettate dai curatori in stretta collaborazione con le istituzioni sia per la scelta degli spazi sia per le tematiche e gli artisti coinvolti, nel pieno rispetto dell'indipendenza progettuale dei singoli musei e fondazioni.
Attraverso le diverse visioni e interpretazioni dei curatori coinvolti nel progetto, la rassegna porta a Torino opere importanti e nuovi lavori - molti dei quali appositamente commissionati e prodotti proprio per questo evento - di oltre50 artisti, già affermati o giovani talenti emergenti, provenienti da tutto il mondo.

Palazzo Cavour
Repertory
a cura di Gary Carrion-Murayari, Curatore, New Museum of Contemporary Art, New York
Artisti: Ericka Beckmann, Ian Breakwell, Heidi Bucher, Steven Claydon, Isabelle Cornaro, David Haxton, Elad Lassry, Christian Mayer, Arthur Ou, Karthik Pandian, Carmelle Safdie, Andreas Schulze, Erin Shirreff, Sue Tompkins, Andro Wekua

Castello di Rivoli Museo d'Arte Contemporanea
Premio illy Present Future 2012
a cura di Andrew Berardini, critico e curatore indipendente, Los Angeles; Gregor Muir, Direttore, ICA Institute of Contemporary Arts, Londra; Beatrix Ruf, Direttrice, Kunsthalle Zürich, Zurigo
Artisti Naufus Ramírez-Figueroa, Vanessa Safavi, Santo Tolone

GAM Galleria Civica d'Arte Moderna e Contemporanea
Ideal Standard Forms
a cura di Anna Colin, curatrice indipendente, Parigi / Londra
Artisti: Edward Allington, Pablo Bronstein, Matthew Darbyshire.
Fondazione Merz
Ways of Working: the Incidental Object
a cura di Julieta González, Curatrice Senior, Museo Tamayo Arte Contemporaneo, Città del Messico
Artisti: Stuart Brisley, Enzo Mari, Mario Merz, Charlotte Posenenske, Mladen Stilinović, Felipe Mujica, Mai-Thu Perret, Tobias Putrih, Falke Pisano, Gabriel Sierra, Superflex, Andrea Zittel.
Fondazione Sandretto Re Rebaudengo
VEERLE
a cura di Chris Fitzpatrick, Direttore, Objectif Exhibitions, Anversa
Artisti: Federico Acal, Nina Beier, Goda, Budvytyte, Liudvikas Buklys, Frank Chu, Trisha Donnelly, Peter Fischli & David Weiss, Ceal Floyer, Isa Genzken, HalfLifers, Euan Macdonald, Mahony, Eva Marisaldi, Giovanni Oberti, Julie Peeters, Post Brothers, Rosemarie Trockel, Anne-Mie Van Kerckhoven, Erik Wysocan.
Il progetto One Torino è ideato e prodotto da Artissima.
ARTISSIMA è un marchio di Regione Piemonte, Provincia di Torino e Città di Torino, e per incarico dei tre Enti, è gestita dalla Fondazione Torino Musei.

Con il generoso sostegno di:
Compagnia di San Paolo, Fondazione per l'Arte Moderna e Contemporanea - CRT, Camera di commercio di Torino
Partner: illycaffè, Lonmart Insurance, Alliance française, British Council
Official Carrier : Gondrand
Media Partner : La Stampa
Media Coverage : Sky Arte HD
Info
Artissima - T +39 011 19744106 - info@artissima.it - www.artissima.it

CONTATTI PER LA STAMPA
Paola C. Manfredi Studio
Via Archimede, 6 - 20129 Milano
press@paolamanfredi.com
Paola C. Manfredi - M +39 335 54 55 539 - paola.manfredi@paolamanfredi.com
Francesca Buonfrate - M +39 393 46 95 107 - francesca.buonfrate@paolamanfredi.com

Fondazione Torino Musei
T +39 011 4429523 - F +39 011 4429550
Daniela Matteu - daniela.matteu@fondazionetorinomusei.it
Tanja Gentilini - tanja.gentilini@fondazionetorinomusei.it
 
Segnalato da exibart

Commenti

Post popolari in questo blog

Antonio Ligabue. L'uomo, l'artista all'Orangerie della Villa Reale di Monza

Novanta opere, tra dipinti, sculture, incisioni e disegni, ripercorrono la vicenda umana e creativa di uno degli autori più geniali e originali del Novecento italiano: Antonio Ligabue . L'Orangerie della Villa Reale di Monza ospita, fino al 1° maggio 2022, un'antologica dal titolo " Antonio Ligabue. L'uomo, l'artista ", curata da Sandro Parmiggiani , prodotta e organizzata da ViDi in collaborazione con il Comune di Monza e il Consorzio Villa Reale e Parco di Monza. Come immagine guida della mostra è stato scelto "Autoritratto con cavalletto" (1954-1955), un grande dipinto ad olio su tavola di faesite, appartenente alla collezione d'arte di BPER Banca. Il prestito dell'opera, unitamente ad ulteriori tre dipinti acquisiti a seguito dell'incorporazione del ramo d'azienda di UBI Banca ("Aratura con buoi", 1963-54; "Ritorno dai campi con castello", 1955-57; "Leonessa con zebra", 1959-60), rientra nelle attivit

Il Quadro con cerchio di Kandinskij

Si intitola " Quadro con cerchio ", ed è il primo dipinto astratto di Vasilij Vasil'evič Kandinskij , fu realizzato nel 1911 e ritrovato solo nel 1989. Proveniente dal museo nazionale georgiano di Tbilisi, viene per la prima volta esposto in Italia nell'ambito della mostra " Kandinskji, cavaliere errante.In viaggio verso l'astrazione ." , al Mudec di Milano (fino al 9 luglio). Un quadro al quale lo stesso artista attribuiva importanza, come risulta da una sua lettera del 1935: "Quando ho lasciato Mosca, alcuni miei dipinti, in parte di grande formato, sono rimasti in custodia nel museo di Arte Europea Occidentale. Tra essi il mio primissimo quardo astratto del 1911...Purtroppo, non ne possiedo alcuna foto. All'epoca ero scontento del dipinto e pertanto non l'ho neppure numerato e non ho scritto alcuna indicazione sul retro, come faccio sempre, e non l'ho riportato nel mio catalogo personale" . MUDEC

LUIGI MARCON E LE SUE INCISIONI : A Molfetta presso il Fashion District

Luigi Marcon è nato ai Piai di Tarzo (TV) 1938. Apprende l’arte d’incidere a Venezia, prima all’Istituto Statale d’Arte,e in seguito presso il Centro Internazionale della Grafica. Dal 1960 partecipa a molte rassegne di grafica nazionali ed internazionali conseguendo vari riconoscimenti; allestisce numerose personali in Italia e all’estero. Da molti anni si dedica pure all’insegnamento della calcografia mediante corsi teorico-pratici in varie città del Veneto. Opera ed espone in permanenza a Vittorio Veneto, Saletta della Grafica e laboratorio d'incisione in Via Manin, 39. Sono spesso ospiti della galleria noti artisti incisori atti a proporre tecniche ed espressioni diverse.Nella sua principale attività di incisore, oltre che pittore, ha realizzato con le tecniche calcografiche oltre 3000 matrici. Ne esegue personalmente la stampa con torchio a stella, normalmente in venti esemplari e ne biffa la matrice a tiratura ultimata. Fino all'8 maggio 2009 l'artista Luigi Marcon