Passa ai contenuti principali

Vita nella città - Cagliari aperta al mondo

Come possiamo raccontare una storia attraverso tatto e olfatto? È possibile descrivere una città solamente con i suoni? I sapori possono raccontarci un popolo?

Cominciano il 10-11 giugno a Cagliari e proseguono per sei weekend i laboratori di teatro sensoriale di " Vita nella città - Cagliari aperta al mondo", un progetto multidisciplinare e multiculturale prodotto da ASMED (Associazione Sarda Musica e Danza) e ideato e diretto da Karim Galici. Il progetto è vincitore del bando Migrarti 2017, promosso dal Mibact, e coinvolge studenti, cittadini e migranti insieme a 15 associazioni del territorio cagliaritano.

I quattro laboratori sono aperti a tutti, professionisti e non professionisti, e sono dedicati ciascuno a un quartiere storico della città di Cagliari, messo in relazione con un senso e con un elemento. Il docente è il regista Karim Galici, che da quasi vent'anni approfondisce la sensorialità legata alla performance teatrale e che ha lavorato con compagnie di fama internazionale come The Living Theatre e il Teatro de los Sentidos.

Alla base dei workshop ci sarà un approccio alla città da nuove prospettive. Si svilupperanno domande sui sensi, sul migrare, sull'abitare, sulle proprie storie personali e su quelle raccontate da altri, alle quali si cercherà di dare una risposta con la pratica performativa e sensoriale.

Questi i quattro workshop previsti nei 6 weekend dal 10 giugno al 9 luglio (i sabati dalle 15 alle 19 e le domeniche dalle 11 alle 19):

· Castello - Udito - Aria

· Stampace - Tatto - Fuoco

· Villanova - Olfatto - Terra

· Marina - Gusto - Acqua

È possibile scegliere anche solo un percorso sensoriale. Tutti i partecipanti ai laboratori lavoreranno poi con il regista alla realizzazione dello spettacolo evento finale che andrà in scena nel centro storico di Cagliari dal 28 al 30 luglio, con prove a partire dal 21 luglio.

Per informazioni e iscrizioni: 393/8859572 - vitanellacitta@gmail.com

È possibile inoltre compilare direttamente il form a questo link: bit.ly/Laboratori_vitanellacitta

Post popolari in questo blog

Il Quadro con cerchio di Kandinskij

Si intitola "Quadro con cerchio", ed è il primo dipinto astratto di Vasilij Vasil'evič Kandinskij, fu realizzato nel 1911 e ritrovato solo nel 1989.
Proveniente dal museo nazionale georgiano di Tbilisi, viene per la prima volta esposto in Italia nell'ambito della mostra "Kandinskji, cavaliere errante.In viaggio verso l'astrazione." , al Mudec di Milano (fino al 9 luglio).
Un quadro al quale lo stesso artista attribuiva importanza, come risulta da una sua lettera del 1935: "Quando ho lasciato Mosca, alcuni miei dipinti, in parte di grande formato, sono rimasti in custodia nel museo di Arte Europea Occidentale. Tra essi il mio primissimo quardo astratto del 1911...Purtroppo, non ne possiedo alcuna foto. All'epoca ero scontento del dipinto e pertanto non l'ho neppure numerato e non ho scritto alcuna indicazione sul retro, come faccio sempre, e non l'ho riportato nel mio catalogo personale".

MUDEC



Art in dark alla Cristiano Art Gallery

Dal 29 febbraio al 29 marzo 2020 la  Cristiano Art Gallery  di via Leone I, a Pignataro Interamna (FR), ospita  “Art in dark” , mostra di  Giancarlo Montuschi  a cura di  Ivan Caccavale .  Sabato 29 febbraio, alle ore 18.30, l’inaugurazione ufficiale che alle 20.30 proseguirà nel salotto culturale del ristorante L'Horto dei Semplici di piazza San Salvatore, con cena su prenotazione alla presenza dell'artista.
“Art in dark”  è un progetto espositivo di   Cristiano Tomassi , diretto da   Antonio Evangelista . Responsabile dell’evento è   Luigi D’Agostino .

Giancarlo Montuschi, pittore e ceramista-scultore di vaglia, si esprime da decenni con un linguaggio ingenuo, fiabesco e sostanzialmente fantastico, caratterizzato da venature alchemico-esoteriche.
Scrive il curatore Ivan Caccavale: «Nella serie “Pulp stories” il maestro, personalità sensibile e osservatore critico degli episodi di storia e di cronaca, soprattutto americana, conduce il fruitore in un universo visivo in cui deline…

On Earth and Elsewhere a Rossocinabro

Ancora pochi giorni per poter visitare la mostra collettiva d'arte contemporanea " On Earth and Elsewhere" curata da Joe Hansen e allestita presso Rossocinabro, in Via Raffaele Cadorna, 28 a Roma.
On Earth and Elsewhere prende come punto di partenza da due dei temi più significativi dell'arte: il paesaggio e il volto umano. Nel loro insieme, i 39 artisti in mostra offrono una visione meditativa di come individui e gruppi sperimentano il loro rapporto con la terra. Operando principalmente in modo figurato, la mostra si muove attraverso diversi punti di vista della storia dell'arte, dal tenore dell'avanguardia storica occidentale alla realtà contemporanea. 
Artisti: Adda Florie, Misa Aihara, Ianice Alamanou, Annabelle Art Gallery, Brian Avadka Colez, Marco Azario, Frank Briffa, Udi Cassirer, Benny De Grove, Der Poeck, Onno Dröge, Stephan Fischnaller, Mark Goodwin, Yvon Jolivet, Ksenia Koloskova, Rosana Largo Rodríguez, Vincent Léger, M. Yellena Mazin, Bianca Neag…