Passa ai contenuti principali

Dal blog di Leonardo Basile su Equilibriarte.org


Dal blog di Leonardo Basile il 21 giugno 2015
Sardegna Reportage per la Maier
Era una scommessa ed è stata vinta: Riuscire a dedicare alla fotografia di
strada (la 'Street Photograph', termine intraducibile in sardo e difficilmente traslabile considerando che in questa incantevole regione non esistono metropoli), il genere che rivolge la propria attenzione alla vita nelle grandi
città, chiedendo di raccontare ambienti, persone, situazioni o contesti...
Read More...
Dal blog di Leonardo Basile il 18 giugno 2015 INDIALOGUES
Interessante (molto interessante) questo progetto che il MAXXI proporrà nei prossimi giorni, in collaborazione con la fondazione FIND - Fondazione India-Europa di Nuovi Dialoghi, sulla cultura e sui linguaggi contemporanei, con artisti e personalità in residenza presso la Fondazione. Primo appuntamento di 'Indialogue' domani  (19 giugno 2015,  n.d.r.)  a...
Read More...
Dal blog di Leonardo Basile il 14 giugno 2015 Black Novels For Lovers
E rieccolo Pietro Sedda, illuminato e talentuoso artista del tatuaggio con una ben definita e riconoscibile cifra stilistica, approdare in libreria col suo secondo volume sul tema - compendio della sua produzione degli ultimissimi anni - edito dalla Logos : "Black Novels For Lovers", questo il titolo della bella monografia da 212 pagine al costo di 35 euro. "Una raccolta di r...
Read More...
Dal blog di Leonardo Basile il 13 giugno 2015 Uomini come Cibo
Il cibo come valore primario nella vita degli uomini, ad Expo Milano 2015,  e gli uomini come cibo, nella vita delle creature bestiali nei quaranta disegni che a giorni andranno ad animare i cinque piani di via Monte di Pietà a Milano, in un viaggio che si dipana dalle cavità sotterranee e, attraverso il mare e la terra, giunge fino al cielo in una stratificazione che ristabi...
Read More...
Dal blog di Leonardo Basile il 12 giugno 2015 Le biciclette di Ai Weiwei
Non è naturalmente "fresca-fresca", l'opera dell'eclettico artista ormai globale  - non gradito al governo cinese - è la stessa presentata qualche anno fa alla sua prima personale in Italia. Dicono che potrebbe essere interpretata come una critica nei confronti della produzione di massa, dello sfruttamento del lavoro o una critica nei confronti dello spr...
Read More...
Dal blog di Leonardo Basile il 08 giugno 2015 Biografia non autorizzata di Francesco Bonami
La notizia trapela (mica tanto: è dichiaratamente espressa) dalla rubrica delle Lettere al Direttore di Flash Art di questo mese, dove Politi rispondendo ad alcuni lettori sul tema del momento (Biennale di Benezia), fa un affondo sulle condizioni della Rassegna, denunciandone le cause, da lui evidenziate da decenni e a cui da decenni ne va proponendo i rimedi. L'argomento è...
Read More...
Dal blog di Leonardo Basile il 05 giugno 2015 Jeff Koons e Antiquariato
Ad annunciarlo, Fabrizio Moretti - nuovo segretario generale della manifestazione - nel corso della presentazione nella Sala degli Elementi di Palazzo Vecchio :“Ancora più qualità e più internazionalità per la Biennale dell'Antiquariato a Firenze, per confermarsi la vetrina più qualificata, ampia e affascinante della grande tradiz...
Read More...

Post popolari in questo blog

Mein Name ist Giulia

Giunta alla seconda esposizione personale a Berlino, con la nuova ricerca Mein Name ist Giulia / Il mio nome è Giulia l’artista toscana Giulia Efisi segna una nuova tappa nella sua esplorazione visiva del concetto di identità e dei passaggi, temi centrali del suo percorso espressivo. 
Dall’iniziale ricerca sul proprio corpo, l’artista si è dedicata alla riscoperta del suo universo privato fatto di persone e oggetti della memoria, fino ad approdare negli ultimi anni alla ricerca sull’identità dell’altro con i suoi Ritratti/Portraits di persone comuni e famose ritratte per il particolare legame che la unisce a esse.
Nelle venti opere esposte alla galleria The Ballery, la Efisi affronta uno scenario nuovo, la metropoli, in cui dà luogo alla sua prima performance artistica. Un mondo privo di àncore, eccetto quella rappresentata da una panchina sulla quale si è seduta e ha cominciato a urlare il proprio nome, sperimentando le reazioni dei passanti. I loro sguardi bassi, il progressivo dist…

Un Respiro a Palazzo Pirelli

L’incontro dei tre artisti - Domenico D'Aria, Marcello Leone, Daniela Nenciulescu - riuniti nella mostra 'Respiro' ci fa riflettere sulla gioia del vivere, sulla semplicità del movimento naturale rappresentato dal respiro, un fiato leggero e sussurrato. Tale respiro che civiene proposto trasforma noi spettatori che ci perdiamo nella nostra quotidianità.
La mostra che è a cura di Anna Comino verrà inaugurata martedì 2 maggio alle 18.30 e potrà essere visitata dal lunedì al venerdì, dalle ore 13 alle ore 19
Respiro PALAZZO PIRELLI - SPAZIO EVENTI Milano - dal 2 al 30 maggio 2017 Via Fabio Filzi 22 (20124) eventi@regione.lombardia.it www.regione.lombardia.it





L’astrattismo inverso di Fulvio Bresciani

Il persiano Al-khwarizmni fu il primo a teorizzare l’algoritmo, il procedimento che risolve un determinato “problema” attraverso un certo numero finito di passi elementari, un concetto fondamentale dell'informatica che può essere eseguito da un calcolatore. Fulvio Bresciani, laureato in ingegneria nucleare, ha applicato l'algoritmo nei suoi dipinti creando una nuova corrente pittorica che lui ha definito “Astrattismo-Inverso”.
In pratica l'artista crea al computer un algoritmo che muove in modo casuale riempiendo lo schermo di una fitta rete di linee e dopo aver calcolato gli interspazi con il computer trasporta questa immagine sulla tela con i colori acrilici. 
Perché “Astrattismo Inverso”? Perché mentre gli astrattisti, negando sempre di più la realtà, sono giunti a realizzare forme non concrete, Fulvio Bresciani partendo da forme astratte e utilizzando la sua fervida fantasia ricostruisce la forma e l'ordine delle cose.
Fulvio Bresciani - L’astrattismo inverso
GALLER…