Passa ai contenuti principali

Visioni nella science fiction tra cinema e design

Androidi e robot sono metafore speciali in storie di fantascienza e film, visioni alternative della metamorfosi di ciò che significa essere umano nella società tecnologica. Queste diverse visioni progettuali ci fanno immaginare ponti tra diverse tecnologie, e pensare soluzioni ibride, al confine tra arte, tecnologie, ed entrepreneurship.

Decine dei migliori film di fantascienza hanno influenzato il nostro senso e il sentimento di quello che è il design nel XXI secolo. Un incontro con  Alan N. Shapiro, il teorico dei media e docente che ha contribuito in modo fondamentale a cambiare il nostro modo di guardare la fantascienza, ci guiderà attraverso la visione di estratti di film come  Blade Runner, I Robot, Ex Machina, e  Chappie, alla ricerca di diversi paradigmi di progettazione. 

L'appuntamento segna la prima tappa della collaborazione tra  BASE e  SWARM Hybrid Design Lab&Hackademy, un nuovo spazio a Milano nato dall'esperienza di  Souldesigner Creative Technology Boutique nell'interaction design. Attraverso un programma di incontri e workshop con teorici, media guru, professionisti e artisti di profilo internazionale, SWARM dà vita a nuovi processi creativi di esplorazione nell’ambito del design e della media art e mette in relazione arte-tecnologie e brand.


Alan N. Shapiro è studioso e docente poliedrico. Americano di nascita ed europeo d’adozione, si occupa di tecnologia, fantascienza, media, sociologia della cultura, robotica, design futuristico e filosofia contemporanea. Il suo libro  Star Trek: Technologies of Disappearance (2004) ha contribuito a modificare l'importanza culturale di Star Trek. Ha partecipato ad alcuni tra gli eventi più importanti dedicati ai media e alla cultura digitale quali Ars Electronica, International Flusser Lecture - the Vilém Flusser Archive, Plektrum Festival, Transmediale. 


SWARM | Hybrid Design Lab & Hackademy è un laboratorio aperto transdisciplinare basato sull'ibridazione dei linguaggi e sulla cultura dell'hacking, cioè l'attitudine a smontare e assemblare in modo inaspettato strumenti, processi e immaginari. Attraverso un programma di incontri e workshop con teorici, media guru, professionisti e artisti di profilo internazionale, SWARM dà vita a nuovi processi creativi di esplorazione nell’ambito del design e della media art per creare relazioni tra cultura e brand.  www.swarmbehavior.it


BASE è il nuovo progetto per la cultura e la creatività a Milano. Nasce per innovare il rapporto tra cultura ed economia, visioni future e quotidianità. “Base” come fondazione, l’inizio di qualcosa di nuovo, ma anche supporto che fa stare in piedi un progetto e lo rende solido. BASE è un nuovo inizio, una nuova forma di linguaggio da creare ex-novo. Sogno e concretezza, insieme.  base.milano.it
 
RIPROGETTARE L’UMANO: 
INCONTRO CON ALAN N. SHAPIRO 
Visioni nella science fiction. Tra cinema e design



13 ottobre 2016, ore 19.00
BASE Milano

ingresso gratuito




BASE Milano | Via Bergognone, 34, Milano
ufficio stampa ddl studio
ph.  +39 02 8905.2365
ddlarts@ddlstudio.net

SWARM | Via Malaga 6, 20143, Milano
ph.  +39 02 36539238
claudia.dalonzo@souldesigner.net


Post popolari in questo blog

Campania Mirabilis

Mercoledì 20 giugno alle 17.00, presso le retrostanze del ‘700 degli appartamenti storici della Reggia di Caserta, sarà inaugurata la mostra fotografica Campania Mirabilis, a cura di Gabriella Ibello con foto di Monica Biancardi, Antonio Biasiucci, Stefano Cerio, Alessandro Cimmino, Raffaela Mariniello, Pino Musi, Luciano Romano e Luigi Spina
La mostra, promossa dall’associazione culturale Nuovorinascimento con il Patrocinio del MIBACT, Reggia di Caserta, Comune di Caserta e con il Matronato della Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee, sarà visitabile fino al 18 Luglio 2018.
Campania Mirabilis nasce da un’idea di Gabriella Ibello come progetto fotografico di osservazione, documentazione e ricerca sul patrimonio culturale e paesaggistico della Campania. Dopo Castel dell’Ovo, la mostra segna con la Reggia di Caserta la seconda tappa del Grand Tour della fotografia contemporanea che guarda al paesaggio e ai beni culturali. 
Il dialogo tra la Reggia vanvitelliana e la fotografi…

ART CITY Bologna 2019 - settima edizione

Alla sua settima edizione, ART CITY Bologna ha luogo per il secondo anno consecutivo sotto la supervisione di Lorenzo Balbi, direttore artistico di MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna, con una importante novità: la manifestazione estende la sua durata fino a divenire una vera e propria art week, con inizio il 25 gennaio e nucleo centrale nel week end dall'1 al 3 febbraio, introducendo, e in seguito affiancando, il week end di Arte Fiera.
Il format di ART CITY Bologna prevede, come nell'ultimo anno, un main program di alto profilo basato su un evento speciale e su una serie di progetti curatoriali monografici, che variano tra mostre, installazioni e performance.
Parte del programma è la sezione ART CITY Segnala, che include oltre 70 eventi selezionati dagli operatori culturali della città, tra cui istituzioni pubbliche e private, gallerie d'arte moderna e contemporanea, artist run space e spazi no-profit. Accanto ad essa, la sezione ART CITY Cinema esplora i rapporti …

De Chirico e Savinio. Una mitologia moderna

Dal 16 marzo al 30 giugno 2019 la Fondazione Magnani-Rocca ospita una grande mostra dedicata a Giorgio de Chirico e Alberto Savinio, i «dioscuri» dell'arte del XX secolo. 
I due fratelli hanno ripensato il mito, l’antico, la tradizione classica attraverso la modernità dell’avanguardia e della citazione, traslandoli e reinterpretandoli per tentare di rispondere ai grandi enigmi dell’uomo contemporaneo, dando vita a quella che Breton definì una vera e propria mitologia moderna. 
La mostra - allestita alla Villa dei Capolavori, sede della Fondazione a Mamiano di Traversetolo presso Parma – presenta oltre centotrenta opere tra celebri dipinti e sorprendenti lavori grafici, in un percorso espositivo che, dalla nascita dell’avventura metafisica, si focalizza su un moderno ripensamento della mitologia e giunge alla ricchissima produzione per il teatro, documentata anche da preziosi costumi per l’opera lirica.   
I Dioscuri dell’Arte – «Sono l'uno la spiegazione dell'altro» scriveva …