Passa ai contenuti principali

Mondi perduti al Plart di Napoli

Il Plart di Napoli, martedì 2 ottobre alle 18, inaugura l’evento culturale Mondi perduti, dedicato al rilancio dell’artigianato attraverso l’arte contemporanea:

Terre blu esporrà una collezione di ceramiche ironiche e concettuali dei più noti artisti e designer del panorama italiano e internazionale. 

La serata è divisa in due momenti: l’inaugurazione della mostra Icone e la presentazione di Tepui, il libro d’artista di Felix Policastro.

Tutto ruota intorno alla riscoperta delle arti manuali e in particolar modo della lavorazione della ceramica – spiega Maria Pia Incutti – di qui l’idea di organizzare un evento in linea con la mission del Plart: conservare, studiare e promuovere il nostro patrimonio culturale, proiettandolo con grande energia innovativa sulla contemporaneità”. 

Da un lato dunque la Fondazione Plart, che a partire dalla plastica come materiale e dal design come disciplina progettuale, abbraccia le più ampie espressioni artistiche e materiche, indagandone i confini spesso labili attraverso mostre, convegni e pubblicazioni che si succedono senza interruzione da più di dieci anni. Dall’altro Terre Blu a cura di Giuseppe Coppola, editore eccentrico, che dalla produzione di oggetti di design in ceramica che raccontano storie di mondi possibili, si ripropone come casa editrice che produce libri come oggetti d’arte. 

La mostra Icone, è composta da ceramiche a tiratura limitata, disegnate dagli autori più rappresentativi del design italiano contemporaneo e in particolare del design radicale degli anni ’60 - ’70: Luca Scacchetti, Franco Raggi, Prospero Rasulo, Paola Navone, Lapo Binazzi, Riccardo Dalisi, Ugo Marano e tanti altri. “Ogni oggetto – spiega il curatore - rappresenta la materializzazione di un’icona che prende forma attraverso sostanze vetrose dense e diafane, riducendo i contenuti utilitari per esaltare la funzione simbolica”. 

Tepui è descritto come un oggetto da sfogliare in silenzio per ascoltare il rumore delle pagine che scorrono e l’odore dei materiali. Felix Policastro è personaggio che si muove con raffinata naturalezza tra arte contemporanea, design e comunicazione. Il libro presentato da Angela Tecce, Andrea Viliani e Cherubino Gambardella, è stampato su carte pregiate e tela ruvida in pochi esemplari, rilegato a mano con lo spago. Il titolo dell’evento Mondi Perduti prende spunto dal saggio introduttivo di Angela Tecce al libro di Policastro. 

Continua con successo l’attività culturale della Fondazione Plart che lo scorso gennaio ha festeggiato i dieci anni di intensa attività, riconosciuto come unico giacimento del design del centro/sud. Maria Pia Incutti a Torino ha dato il via ai lavori di realizzazione di Plart Two, nuovo Centro di Arte, Innovazione e Ricerca che inaugurerà nel 2019. “In questo spazio – spiega l’imprenditrice - conviveranno una realtà storico-culturale e una orientata al mercato delle più innovative tecnologie digitali. Inoltre saranno realizzate alcune residenze per gli artisti e spazi dedicati a promuovere il design e l’arte, con un raggio d’azione esteso all’architettura, alla fotografia, alla moda, al lifestyle e alla creatività in ogni sua forma. Al suo interno apriremo anche un concept store che produrrà oggetti e piccole collezioni realizzate da artisti e designer di avanguardia”.

Post popolari in questo blog

Tadao Cern, Okiiko & Blood Concept nel nuovo spazio CONTEMPORARY CLUSTER #05

Apre il 25 novembre 2017, alle ore 19.00, la stagione di Contemporary Cluster nella nuova sede romana di  Palazzo Cavallerini Lazzaroni, in Via dei Barbieri al civico sette.
Contemporary Cluster #05 proporrà l'arte visiva di Tadao Cern , il design di  Okiiko e le fragranze di Blood Concept per un'esperienza percettiva corale e unica.
In occasione della mostra verrà inoltre presentato il magazine Flewid, creato da Emi Marchionni, con Angelo Cricchi in qualità di Creative Director e Cecile De Montparnasse come Art Director, distribuito in Italia e all'estero dalla Pineapple Media Limited.
Sebastien Bromberger accompagnerà tutta la serata con una accurata selezione musicale. Per l'apertura del nuovo spazio di Via dei Barbieri, Contemporary Cluster presenta per la prima volta al pubblico italiano la personale di Tadao Cern (Vilnius, 1983), giovane artista lituano con all'attivo numerose mostre personali e partecipazioni a collettive in Europa e negli Stati Uniti: tra le al…

Il Ponte Casa d'Aste presenta l'Asta di Fotografia "Da Luigi Ghirri a Tracey Emin"

Ad aprire la stagione primaverile delle aste in Palazzo Crivelli sarà il neonato dipartimento di Fotografia, con una selezione di circa 300 lotti dei più celebri nomi nazionali ed internazionali.
Tra i fotografi italiani della seconda metà del '900 Luigi Ghirri è presente con undici dei suoi scatti più iconici, alcuni di questi stampati nel 1992, anno della sua morte, in occasione della mostra "Luigi Ghirri, Versailles" a Parigi ed esposti anche nella retrospettiva dell'autore tenutasi nel 2013 al MAXXI.
Di Gabriele Basilico e Berengo Gardin andranno all'incanto alcuni lavori dedicati alle architetture e ai parchi di Milano; di Mario Giacomelli una decina di scatti e la serie Pretini (val. 3.000 - 3.500 €); di Mimmo Jodice alcune delle immagini più rappresentative nelle quali la mitologia e la statuaria classica ritrovano energia espressiva grazie al forte contrasto di luci e ombre che caratterizza i suoi lavori.
Il bianco e nero torna nel tuffatore di Nino Migliori

Campania Mirabilis

Mercoledì 20 giugno alle 17.00, presso le retrostanze del ‘700 degli appartamenti storici della Reggia di Caserta, sarà inaugurata la mostra fotografica Campania Mirabilis, a cura di Gabriella Ibello con foto di Monica Biancardi, Antonio Biasiucci, Stefano Cerio, Alessandro Cimmino, Raffaela Mariniello, Pino Musi, Luciano Romano e Luigi Spina
La mostra, promossa dall’associazione culturale Nuovorinascimento con il Patrocinio del MIBACT, Reggia di Caserta, Comune di Caserta e con il Matronato della Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee, sarà visitabile fino al 18 Luglio 2018.
Campania Mirabilis nasce da un’idea di Gabriella Ibello come progetto fotografico di osservazione, documentazione e ricerca sul patrimonio culturale e paesaggistico della Campania. Dopo Castel dell’Ovo, la mostra segna con la Reggia di Caserta la seconda tappa del Grand Tour della fotografia contemporanea che guarda al paesaggio e ai beni culturali. 
Il dialogo tra la Reggia vanvitelliana e la fotografi…