Passa ai contenuti principali

I velluti Rinascimentali del Museo Poldi Pezzoli dal 7 ottobre

Proseguendo nella linea di valorizzazione della collezione tessile e delle opere “nascoste”, il Museo Poldi Pezzoli espone alcuni dei più preziosi manufatti della sua raccolta di velluti Rinascimentali.

Il Quattrocento è raccontato in tutta la sua ricchezza da tessuti di produzione italiana in seta e oro tinti con i coloranti più preziosi, che testimoniano la funzione sociale svolta da un’attività che ben presto sarebbe diventata fondamentale per l’economia di molte città. La produzione tessile, infatti, rappresentava la fonte di importanti introiti per le corti che la producevano, tra cui Milano, Firenze, Venezia e Genova.

In questa occasione, ad essere presentate sono le principali tipologie del velluto quattrocentesco: dalle magnifiche decorazioni dai motivi di derivazione orientale, a sontuosi giochi cromatici tono su tono fino a trame allucciolate (con effetti simili a quelli delle lucciole) d'oro e d'argento.

Tra tutte le opere esposte, sicuramente speciale è il Paliotto delle Colombine realizzato con i materiali più preziosi: seta tinta con cremisi, il pigmento più costoso in assoluto, filati d’oro e d’argento.
Per motivi conservativi, i tessuti sono esposti a rotazione e per periodi limitati di tempo. Questa diventa quindi un’importante occasione per ammirare opere “protette” e approfondire la conoscenza della meravigliosa arte tessile.


F@MU, giornata Nazionale delle famiglie al Museo
Domenica 8 ottobre, in occasione della giornata Nazionale delle famiglie al Museo, il Poldi Pezzoli offre, come supporto didattico alle famiglie, una scheda gioco, che conduce alla scoperta di alcuni animali raffigurati nelle opere delle collezioni. In omaggio, fino ad esaurimento, il quaderno “Animali” con illustrazioni e  breve storia sulla presenza degli animali nell’arte.
Per i genitori e i ragazzi sono a disposizione audioguide gratuite del Museo e un’innovativa avventura digitale con il chatbot game.

Il Museo, inoltre, propone alle famiglie due visite guidate su prenotazione (ore 15.00 e ore 16.00), durante le quali i bambini sono accompagnati in una “caccia” alla scoperta degli animali tra le opere del Poldi Pezzoli. Si visitano così l’armeria e le sale più affascinanti della casa-museo.
Alla fine del percorso, dolce sorpresa per tutti!!

Durante tutta la giornata il biglietto di ingresso al Museo è gratuito per i bambini (max 11 anni) e ridotto per i genitori (7 euro).

Informazioni e prenotazioni per le visite guidate:
Bambini da 6 a 11 anni con ingresso gratuito
Per gli adulti accompagnatori ingresso ridotto a 7 euro
Prenotazione obbligatoria ai numeri 02 794889 – 02 796334
Gruppo: massimo 25 persone
La visita ha la durata di 1 ora circa


Musica al Museo in collaborazione con Serate Musicali
Ritornano, per tutti i visitatori della casa museo di via Manzoni, i pomeriggi di musica in collaborazione con Serate Musicali.

Domenica 15 ottobre, ore 16.00
Ceribelli - Sartori Jazz Duo
Programma
Thelonious Monk, Let's Cool One
Billy Strayhorn, Isfahan
Joe Henderson, Black Narcissus
John Lewis, Afternoon In Paris
Benny Golson, Stablemates
Dave Brubeck, In Your Own Sweet Way
Thelonious Monk, Reflections
Sam Rivers, Beatrice

Davide Sartori si è iscritto nel settembre 2014 al Conservatorio di Milano. Nel 2015 ha iniziato un progetto in trio chiamato Triottico, con il clarinettista Federico Calcagno e la contrabbassista Victoria Kirilova. Con loro ha partecipato a numerose rassegne musicali e concerti, come Bergamo Jazz, Springtime Jazz, Novara Jazz. Sempre con Triottico nel 2017 ha vinto il Premio del Conservatorio, sezione jazz. Nel 2016 è entrato nella Big Band del Conservatorio “G.Verdi” di Milano, diretta dal Maestro Pino Jodice e ha collaborato con il maestro Alberto Mandarini nella formazione Alberto Mandarini New Quartet. Nel Giugno 2017 ha vinto come migliore chitarrista per il Premio Nazionale delle Arti, sezione Jazz. Lo stesso anno è entrato a far parte dell’"Orchestra Nazionale Jazz dei Conservatori", diretta da Pino Jodice.

Luca Ceribelli, ha iniziato a studiare Jazz presso l'"Accademia del Suono" di Milano. Contemporaneamente ha avuto modo di svolgere lezioni con Joe Lovano, David Liebman, Marcus Strickland e Jerry Bergonzi, oltre ai docenti di Siena Jazz 2015. Tra il 2011 e il 2015 ha partecipato a diversi concorsi nazionali, tra cui “C. Bettinardi” (premio del pubblico 2011 e primo premio categoria "gruppi" nel 2014); “Jazz by the Pool” 2013 (primo premio); “Conad Jazz Contest @ Umbria Jazz 2015”. Nello stesso periodo ha pubblicato il primo disco insieme al suo quartetto, avendo la possibilità di presentarlo nel corso del "Piacenza Jazz Fest 2015" e “Nuoro Jazz 2015”. Nel 2017 è entrato a far parte dell' "Orchestra Nazionale Jazz dei Conservatori", diretta da Pino Jodice.

Domenica 29 ottobre, ore 16.00
Marco Panzarino, chitarra
Tra virtuosismo e saudade nella chitarra latina
M. Giuliani, Gran Sonata Eroica, op. 150
M. Castelnuovo-Tedesco, Tarantella op. 87a        
A. Barrios, El ultimo tremolo, Choro de saudade
H. Villa-Lobos, Mazurka-choro, 3 Etudes
L. Brouwer, Tres piezas latinoamericanas, Danza del altiplano, Cancion, Tango

Marco Panzarino, milanese, si è diplomato al Conservatorio "A. Boito" di Parma, sotto la guida del M.°E. Tagliavini, ha conseguito poi il Diploma Accademico di Secondo Livello in Chitarra presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano, sotto la guida del M.° P. Cherici.  Ha vinto numerosi concorsi, tra cui il prestigioso “Auditorium" della RAI a Torino ed il Concorso "Città di Parma", eseguendo il concerto per chitarra e orchestra d'archi di F. Margola. Ha svolto intensa attività concertistica, sia come solista, che in formazioni cameristiche, presso famose ed importanti istituzioni. Ha inciso per la casa editrice Sanpaolo. Unisce all’attività artistica quella didattica come docente di Chitarra presso l’Istituto Comprensivo ad indirizzo musicale “Q. di Vona” di Milano.

L’accesso è compreso nel prezzo del biglietto del Museo (Intero 10 € - Ridotto 7€).


Didascalia immagine:
Paliotto delle colombine, particolare
Milano, fine XV secolo
Milano, Museo Poldi Pezzoli




Flavia Giuliani
Ufficio Stampa 
Tel. 02.45473800/05 
E-mail:ufficiostampa@museopoldipezzoli.org
Web:  www.museopoldipezzoli.it


Fondazione Artistica Poldi Pezzoli «Onlus»
Museo: Via A. Manzoni, 12 - 20121 Milano
Centralino: 02 45473800
Fax: 02 45473811  www.museopoldipezzoli.it
P.IVA 04265690158  CF  80068270158
Orari apertura museo: 
da mercoledì a lunedì ore 10.00 - 18.00 orario continuato. MARTEDI' CHIUSO

Post popolari in questo blog

La Firenze di Giovanni e Telemaco Signorini

La scoperta del carteggio inedito tra Telemaco Signorini, il padre Giovanni e il fratello minore Paolo, ha condotto Elisabetta Matteucci e Silvio Balloni a ideare questa raffinata esposizione che vanta due protagonisti, i Signorini da un lato e la loro Firenze dall’altro. 


Il tratto di marcata “fiorentinità” che caratterizza la mostra, unito all’indubbio spessore storico-critico, è tra le ragioni che hanno spinto la famiglia Antinori a realizzare il progetto con l’Istituto Matteucci.
La mostra quindi non poteva trovare sede più appropriata di Palazzo Antinori, edificio storico nel cuore di Firenze, casa di una Famiglia che ha contribuito a fare la Storia della città oltre che della viticoltura di massimo pregio. Per la prima volta, in occasione di “La Firenze di Giovanni e Telemaco Signorini”, il pubblico potrà ammirare i Saloni storici del Piano Nobile di Palazzo Antinori, opportunità che da sola merita un viaggio a Firenze. Saranno essi ad accogliere le opere in mostra, capolavori noti…

ART CITY Bologna 2019 - settima edizione

Alla sua settima edizione, ART CITY Bologna ha luogo per il secondo anno consecutivo sotto la supervisione di Lorenzo Balbi, direttore artistico di MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna, con una importante novità: la manifestazione estende la sua durata fino a divenire una vera e propria art week, con inizio il 25 gennaio e nucleo centrale nel week end dall'1 al 3 febbraio, introducendo, e in seguito affiancando, il week end di Arte Fiera.
Il format di ART CITY Bologna prevede, come nell'ultimo anno, un main program di alto profilo basato su un evento speciale e su una serie di progetti curatoriali monografici, che variano tra mostre, installazioni e performance.
Parte del programma è la sezione ART CITY Segnala, che include oltre 70 eventi selezionati dagli operatori culturali della città, tra cui istituzioni pubbliche e private, gallerie d'arte moderna e contemporanea, artist run space e spazi no-profit. Accanto ad essa, la sezione ART CITY Cinema esplora i rapporti …

De Chirico e Savinio. Una mitologia moderna

Dal 16 marzo al 30 giugno 2019 la Fondazione Magnani-Rocca ospita una grande mostra dedicata a Giorgio de Chirico e Alberto Savinio, i «dioscuri» dell'arte del XX secolo. 
I due fratelli hanno ripensato il mito, l’antico, la tradizione classica attraverso la modernità dell’avanguardia e della citazione, traslandoli e reinterpretandoli per tentare di rispondere ai grandi enigmi dell’uomo contemporaneo, dando vita a quella che Breton definì una vera e propria mitologia moderna. 
La mostra - allestita alla Villa dei Capolavori, sede della Fondazione a Mamiano di Traversetolo presso Parma – presenta oltre centotrenta opere tra celebri dipinti e sorprendenti lavori grafici, in un percorso espositivo che, dalla nascita dell’avventura metafisica, si focalizza su un moderno ripensamento della mitologia e giunge alla ricchissima produzione per il teatro, documentata anche da preziosi costumi per l’opera lirica.   
I Dioscuri dell’Arte – «Sono l'uno la spiegazione dell'altro» scriveva …