Passa ai contenuti principali

PREMIO GIORNALISTICO PAOLO RIZZI

Domenica intensa a Venezia il 22 ottobre, tra Venicemarathon e referendum, anche l'annuale appuntamento con il PREMIO GIORNALISTICO PAOLO RIZZI, organizzato dall' ASSOCIAZIONE CULTURALE PAOLO RIZZI, quest'anno alla sua ottava edizione, che sbarca ora a Venezia nella nuova sede dell'Associazione Presieduta da Rina Dal Canton, nello splendido contesto del Palazzo di Ca' Sagredo, dopo le precedenti edizioni tenutesi nell'altrettanto magnifico e diverso contesto lagunare di Venissa, ospiti di Bisol, nell'isola di Mazzorbo.

Premio tutto al femminile quest'anno. Tre donne saranno le protagoniste di questa edizione del Premio dedicato alla carta stampata, tre giornaliste professioniste con tre articoli pubblicati su quotidiani del Nord-Est. Manuela Pivato per La Nuova Venezia, Paola Treppo per Il Gazzettino, Simonetta Zanetti per Il Mattino di Padova. E tra questi nomi uscirà quindi il vincitore di questa edizione, con una votazione in diretta.

Due testi dedicati all'arte, come nella migliore tradizione di Paolo Rizzi - una "pennellata" su Biennale Arte e un'altra su una mostra newyorkese al Guggenheim - e uno legato a società/ambiente, racconto di una particolare scelta di vita. I tre articoli sono il frutto della selezione effettuata dalla Giuria di giornalisti presieduta da Vittorio Pierobon e composta da Damiano Rizzi (Presidente Onorario dell'Associazione e Curatore del Premio), Enzo DiMartinoLeopoldo PietragnoliIvo PrandinAnna SandriAlessandro Zangrando, con Luca Colombo, cerimoniere e presentatore del Premio.

Grande attesa anche per la partecipazione straordinaria di Ferruccio De Bortoli, storico direttore del Corriere della Sera e de Il Sole 24 Ore al quale verrà consegnato il Premio Paolo Rizzi "Alla Carriera" - Coppa Archimede Seguso.

L'Associazione culturale Paolo Rizzi è nata nel 2009 con lo scopo di mantenere alto il ricordo del noto giornalista e critico d'arte de Il Gazzettino a cui è intitolata. " Un cammino relativamente breve ma ricco di soddisfazioni" afferma la Presidente Rina Dal Canton, " Molto è stato fatto, sempre nel solco dell'impegno culturale, il pilastro su cui si fonda l'Associazione, con la massima attenzione al territorio ed ai suoi protagonisti. La forza dell'Associazione, che ho l'onore di presiedere sin dalla sua costituzione, è data dall'entusiasmo dei soci - molti dei quali provenienti dal mondo dell'arte e della cultura del Nord Est - che partecipano attivi alle molteplici iniziative promosse dal Consiglio Direttivo(Presidente Rina Dal Canton,Vice Presidente Francesco JannuzziSegretario Generale Giovanna PalazziConsiglieri Piergiorgio BaroldiNicola FunariAntonio Ganz, Lorenzo Viscidi (Bluer) / n.d.r.). Un gioco di squadra che porta a risultati".

Il Premio Giornalistico, tra le varie iniziative culturali anche nel campo dell'arte e della moda, rappresenta il fiore all'occhiello dell'Associazione. Dopo il 22 ottobre, il successivo appuntamento per i soci e gli amici dell'Associazione sarà, sempre a Ca' Sagredo, domenica 3 dicembre 2017 alle 11,30 per la consueta Festa degli Auguri, conviviale durante la quale saranno anche accolti e presentati i nuovi soci.

PREMIO GIORNALISTICO PAOLO RIZZI - 8. EDIZIONE
Ca' Sagredo , Campo Santa Sofia, Cannaregio 4198/99 
VENEZIA

Domenica 22 ottobre 2017 ore 11,00 - numero di presenze limitato fino ad esaurimento dei posti. Accesso tramite la linea 1 di navigazione pubblica ACTV, fermata Ca' d'Oro oppure a piedi (dalla Stazione Ferroviaria circa 20 minuti) 
Facebook: PremioGiornalisticoPaoloRizzi 

Patrocini: Regione Veneto, Comune di Venezia - Le Città in Festa, Il Gazzettino, Ordine dei Giornalisti del Veneto
Collaborazioni: Archimede Seguso, Art&fortE, AVA-Associazione Veneziana Albergatori, Bisol, Ca' Sagredo, Grafiche Nardin, Print Cat Stampa e Idee, Service Audio-Luci, Venissa

Post popolari in questo blog

Il Ponte Casa d'Aste presenta l'Asta di Fotografia "Da Luigi Ghirri a Tracey Emin"

Ad aprire la stagione primaverile delle aste in Palazzo Crivelli sarà il neonato dipartimento di Fotografia, con una selezione di circa 300 lotti dei più celebri nomi nazionali ed internazionali.
Tra i fotografi italiani della seconda metà del '900 Luigi Ghirri è presente con undici dei suoi scatti più iconici, alcuni di questi stampati nel 1992, anno della sua morte, in occasione della mostra "Luigi Ghirri, Versailles" a Parigi ed esposti anche nella retrospettiva dell'autore tenutasi nel 2013 al MAXXI.
Di Gabriele Basilico e Berengo Gardin andranno all'incanto alcuni lavori dedicati alle architetture e ai parchi di Milano; di Mario Giacomelli una decina di scatti e la serie Pretini (val. 3.000 - 3.500 €); di Mimmo Jodice alcune delle immagini più rappresentative nelle quali la mitologia e la statuaria classica ritrovano energia espressiva grazie al forte contrasto di luci e ombre che caratterizza i suoi lavori.
Il bianco e nero torna nel tuffatore di Nino Migliori

Campania Mirabilis

Mercoledì 20 giugno alle 17.00, presso le retrostanze del ‘700 degli appartamenti storici della Reggia di Caserta, sarà inaugurata la mostra fotografica Campania Mirabilis, a cura di Gabriella Ibello con foto di Monica Biancardi, Antonio Biasiucci, Stefano Cerio, Alessandro Cimmino, Raffaela Mariniello, Pino Musi, Luciano Romano e Luigi Spina
La mostra, promossa dall’associazione culturale Nuovorinascimento con il Patrocinio del MIBACT, Reggia di Caserta, Comune di Caserta e con il Matronato della Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee, sarà visitabile fino al 18 Luglio 2018.
Campania Mirabilis nasce da un’idea di Gabriella Ibello come progetto fotografico di osservazione, documentazione e ricerca sul patrimonio culturale e paesaggistico della Campania. Dopo Castel dell’Ovo, la mostra segna con la Reggia di Caserta la seconda tappa del Grand Tour della fotografia contemporanea che guarda al paesaggio e ai beni culturali. 
Il dialogo tra la Reggia vanvitelliana e la fotografi…

Maurizio Cilli protagonista di #WunderKit

Oggetti misteriosi, oggetti trovati per strada, regalati, rubati, oggetti presi dalla loro cassetta degli attrezzi, talismani e odradek autobiografici, oggetti totalmente inutili ma belli, oggetti transitori e anti-stress, oggetti che odorano di nuovo e oggetti antichi, oggetti che perseguitano, che ispirano. Due volte al mese, all’ora dell’aperitivo, BASE Milano presenta #WunderKit, un momento di incontro informale con un artigiano creativo per raccontare al pubblico gli oggetti che compongono il suo personale kit di mirabilia.


Giovedì 10 maggio, dalle ore 19.00 alle ore 20.00, l’appuntamento sarà con l’artista e architetto Maurizio Cilli che - proprio all’interno del programma di residenza artistica proposto da BASE nell’ambito della mostra 999 domande sull’abitare contemporaneo presentata a La Triennale di Milano - ha dato vita al progetto “senza casa, senza cosa?” dedicato a uno dei fenomeni più urgenti delle grandi città: il disagio estremo di chi vive senza una casa.
Un progetto c…