Passa ai contenuti principali

Dal 12 aprile al 1 maggio presso la Spazio Ratti – Ex Chiesa di San Francesco di Como inaugura la mostra Germina dello scultore Francesco Diluca a cura di Davide Caroli.

L'esposizione, patrocinata del Comune di Como, presente alcuni dei più recenti lavori dello sculture milanese, realizzati appositamente per l’occasione.Un allestimento coinvolgente e affascinante all'interno della navata centrale dell'ex chiesa di San Francesco in cui le sue misteriose figure, rappresentazioni dell'uomo contemporaneo spogliato da ogni orpello e ridotto in una estrema sintesi al sistema circolatorio e ai suoi preziosi organi interni, emergono da una grande distesa di sale come totem; essendo di ferro, il sale risulta un elemento ambiguo e ambivalente: da un lato potrebbe danneggiare questi uomini, dell'altro proteggere e conservare.
A fare da sfondo a questo gruppo di personaggi si stagliano nell'abside due enormi figure, un uomo e una donna, i cui contorni, meno abbozzati e più compiuti, ci confortano sull'esito positivo di questo percorso di rinascita e ricostituzione dell'essere.

In due piccole nicchie trovano posto poi anche altre opere che accompagnano il visitatore ad immergersi ancora di più nell'atmosfera creata e coinvolgendolo in un rapporto ancora più personale in un ambiente dalle dimensioni ridotte.

Questo progetto, nato nel 2015, pensato ad hoc fin dall'inizio per la preziosa sede dello Spazio Ratti – Ex Chiesa di San Francesco di Como, che si è rivelato essere  tra i più adatti per accogliere i  lavori e il pensiero artistico di Diluca. creando un rapporto diretto tra contenuto-opere e contenitore-luogo, sottolineando ed evidenziando l'aspetto intrinsecamente spirituale.


Classe 1979, formatosi all’Accademia di Brera, Francesco Diluca si sta ultimamente sempre più affermando sulla scena artistica nazionale grazie al suo intenso e suggestivo lavoro che si incentra su un analisi lucidissima della realtà umana in cui siamo immersi, una lettura sorprendentemente chiara di dinamiche e processi. La sua poetica si sviluppa in questi anni in un percorso che nasce direttamente dalla sua esperienza: dalle prima sculture che celebravano la mancanza di consistenza dell'umano è giunto alla celebrazione di una rinascita simboleggiata dalle suo ormai riconoscibili sculture di farfalle, simbolo di una fragile riaffermazione di sé


GERMINA | Francesco Diluca

Inaugurazione mercoledì 12 aprile  ore 18.00

Spazio Ratti – Ex Chiesa di San Francesco    

Viale L. Spallino, 1 | Como                  


da martedì a venerdì 15-19 | sabato, domenica e festivi: 10-20

aperture festive: Pasqua, Lunedì dell'angelo, 25 aprile, 1 maggio

Ingresso gratuito



 info

info@francescodiluca.com

germina.diluca.press@gmail.com

www.francescodiluca.com

Post popolari in questo blog

Mein Name ist Giulia

Giunta alla seconda esposizione personale a Berlino, con la nuova ricerca Mein Name ist Giulia / Il mio nome è Giulia l’artista toscana Giulia Efisi segna una nuova tappa nella sua esplorazione visiva del concetto di identità e dei passaggi, temi centrali del suo percorso espressivo. 
Dall’iniziale ricerca sul proprio corpo, l’artista si è dedicata alla riscoperta del suo universo privato fatto di persone e oggetti della memoria, fino ad approdare negli ultimi anni alla ricerca sull’identità dell’altro con i suoi Ritratti/Portraits di persone comuni e famose ritratte per il particolare legame che la unisce a esse.
Nelle venti opere esposte alla galleria The Ballery, la Efisi affronta uno scenario nuovo, la metropoli, in cui dà luogo alla sua prima performance artistica. Un mondo privo di àncore, eccetto quella rappresentata da una panchina sulla quale si è seduta e ha cominciato a urlare il proprio nome, sperimentando le reazioni dei passanti. I loro sguardi bassi, il progressivo dist…

La notte di Caracalla

(ANSA) - ROMA, 17 AGO - Si apre dal 18 agosto uno dei percorsi notturni tra i più suggestivi dell'antica Roma, realizzato dalla soprintendenza speciale di Roma con Electa: fino al 3 ottobre ogni martedì e venerdì sera le Terme di Caracalla saranno accessibili al chiaro di luna con visite guidate.
Gruppi di massimo 25 partecipanti potranno ammirare le monumentali vestigia illuminate nella notte e scendere nei sotterranei. Compreso nella visita il mitreo di Caracalla, il più grande tra quelli rimasti a Roma e perfettamente conservato.
Le visite, della durata di 75 minuti, inizieranno alle 19.30, con l'ultima partenza alle 21.00, e avverranno grazie a una spettacolare illuminazione del monumento a cura di Acea. Nelle giornate lunghe di agosto e dell'inizio di settembre per i primi turni di visita si potranno ammirare le Terme costruite dagli imperatori Severi nella luce dorata del tramonto.
Le visite, guidate da archeologi e storici dell'arte, inizieranno dall'area c…

Tutti i premi di Artissima 2017

Scoprire la bellezza, riconoscerla, premiarla, sostenerla, diffonderla: fedele al suo ruolo di fiera innovativa, sperimentale e anticipatrice, anche quest'anno Artissima supporta il futuro dell'arte contemporanea attraverso l'assegnazione di 7 premi. Nati in collaborazione con sponsor e istituzioni, i riconoscimenti 2017 sono rivolti ad artisti e gallerie presenti in fiera e sono assegnati da giurie internazionali composte da curatori e direttori dei principali musei d'arte contemporanea del mondo.


Campari Art Prize (new): promosso dal Gruppo Campari, il premio è assegnato a un artista under 35 che incentri la sua ricerca sul potere evocativo del racconto nelle sue molteplici declinazioni e sulla dimensione comunicativa dell’opera. Giuria: Adam Budak, Francesco Stocchi, Carina Plath
Refresh Premio Irinox (new): promosso da Irinox, il premio è assegnato a un artista della sezione Disegni che si distingua per la capacità di 'reinventare conservando', esaltando in …