Passa ai contenuti principali

Un tour e una mappa alla scoperta dei segreti e dei mestieri del teatro a Firenze

Associazione Osservatorio dei Mestieri d’Arte in collaborazione con THE OTHER THEATER -Teatro della Toscana -  presentano un nuovo progetto per la valorizzazione dei mestieri del teatro.  

In occasione della quarta edizione ENJOY HANDICRAFT IN FLORENCE – premiazione Artigiano OmA (il riconoscimento che certifica il talento dell’artigiano e la qualità della bottega e della lavorazione) lunedì 3 aprile alle ore 17 al Teatro Niccolini, OmA e THE OTHER THEATER (la nuova realtà della fondazione Teatro della Toscana nata per valorizzare l’esperienza teatrale oltre la consueta visione del palcoscenico) con il Patrocinio della Regione Toscana e del Comune di Firenze, presentano un tour alla scoperta dei mestieri del teatro a Firenze. Una vera e propria mappa che sarà distribuita in 50.000 copie nei taxi e negli alberghi fiorentini e che propone un percorso accompagnato da guide professioniste certificate e che passa attraverso i sapori del palcoscenico, dalla tradizione dei profumi di AquaFlor, a quella della realizzazione parrucche e trucchi della storica bottega Filistrucchi per concludersi al Teatro della Pergola con una visita al Laboratorio di Costumi e Scene oltre ad una visita suggestiva ai retroscena del teatro. In mappa anche il teatro Niccolini e le realtà artigianali al di fuori del centro storico, sempre legate al mondo del teatro, come il laboratorio di attrezzeria e scenografia di Carlo Rubechini, la Sartoria Teatrale Antonietta e Sacchi calzature artistiche.

L'evento è anche l'occasione per premiare le botteghe che rispondono ai parametri di artigianato di qualità da sempre portati avanti da OmA® brand che nasce dall’esperienza di ricercatori e professionisti della produzione di artigianato artistico e dei mestieri d’arte. Al teatro Niccolini sono chiamati a raccolta gli oltre 200 artigiani fiorentini che già espongono nella loro vetrina la targa in ceramica Artigiano OmA che ne certifica l’eccellenza, a cui si aggiungono nuovi 25 professionisti che verranno premiati sul palco.
Un momento celebrativo sarà dedicato al vincitore del progetto OMA > VENTIQUARANTA, il contest che premia gli artigiani di età compresa tra i venti e i quarant’ anni. Si tratta di un giovane ceramista dall’estro artistico che si è aggiudicato il premio di 5.000 euro messi in palio annualmente da OmA a sostegno di un progetto professionale.

Presente all’evento il corner dedicato a T.H.E.A.T.E.R, il progetto europeo Erasmus + ( Azione chiave 2 – Partenariati strategici per l’innovazione) con cui Associazione Osservatorio dei Mestieri d’Arte in partenariato con Fondazione Teatro della Toscana e Fondazione Spazio Reale, si dedicano per i prossimi due anni alla formazione nei mestieri del teatro tra Firenze, Parigi e la Bulgaria con particolare riferimento all'ideazione e realizzazione di costumi e scenografie.

A conclusione della cerimonia THE OTHER THEATER presenta in anteprima il video Dante Inferno. La figura del Sommo Poeta dalla platea del teatro Niccolini introdurrà quindi il video con una dedica agli artigiani in sala. “Come voi io ho mani fini e leggere, con cui manovro parole e sentimenti come fossero seta e acqua e fuoco;  io uso rime e metafore come martelli e incudini;  io sono capace di spiegare quel che ciascuno sente, e che non sapeva dire. Vi prego, pensate a me come a uno di voi: come il sarto che prende una stoffa e dentro ci vede un abito; come lo scultore che dentro un blocco di marmo già vede la sua scultura; come ciascuno di voi, che è capace di vedere bellezza dove gli altri non riescono a vederla”. 

Il video sarà in programmazione al Teatro Niccolini a partire dal 14 aprile tutti i giorni (escluso il 23 aprile) con  quattro proiezioni, uno spettacolo ogni ora, al costo di 10,00 € a persona.


  
Maria Pilar Lebole
Resp. Progetto Osservatorio dei Mestieri d’Arte
Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze
Via Bufalini 6 - 50122 Firenze  tel. 055 5384951
redazione@osservatoriomestieridarte.it

Riccardo Galli
Resp. Ufficio Stampa
Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze
Via Bufalini, 6 – 50122 Firenze tel. 0555384503 – cell. 3351597460
riccardo.galli@entecrf.it

Riccardo Ventrella
Resp. Comunicazione e Marketing 
Fondazione Teatro della Toscana
Teatro della Pergola – Tel. 055.2264305 – cell. 339.3909879
r.ventrella@teatrodellatoscana.it



Post popolari in questo blog

Il Quadro con cerchio di Kandinskij

Si intitola "Quadro con cerchio", ed è il primo dipinto astratto di Vasilij Vasil'evič Kandinskij, fu realizzato nel 1911 e ritrovato solo nel 1989.
Proveniente dal museo nazionale georgiano di Tbilisi, viene per la prima volta esposto in Italia nell'ambito della mostra "Kandinskji, cavaliere errante.In viaggio verso l'astrazione." , al Mudec di Milano (fino al 9 luglio).
Un quadro al quale lo stesso artista attribuiva importanza, come risulta da una sua lettera del 1935: "Quando ho lasciato Mosca, alcuni miei dipinti, in parte di grande formato, sono rimasti in custodia nel museo di Arte Europea Occidentale. Tra essi il mio primissimo quardo astratto del 1911...Purtroppo, non ne possiedo alcuna foto. All'epoca ero scontento del dipinto e pertanto non l'ho neppure numerato e non ho scritto alcuna indicazione sul retro, come faccio sempre, e non l'ho riportato nel mio catalogo personale".

MUDEC



Antropocene – L’epoca umana

Una meditazione cinematografica sulla massiccia ricostruzione del pianeta da parte dell'umanità, 'Antropocene – L’epoca umana' è un film documentario che avuto una lavorazione di quattro anni ad opera del pluripremiato team composto da Jennifer Baichwal, Nicholas de Pencier e Edward Burtynsky.




Terzo in una trilogia che include Manufactured Landscapes (2006) e Watermark (2013), il film segue la ricerca di un gruppo internazionale di scienziati, il gruppo di lavoro Anthropocene che, dopo quasi 10 anni di ricerca, sostiene la teoria secondo cui l'epoca dell’Olocene ha lasciato il posto all'epoca dell’Antropocene a metà del XX secolo in seguito a profondi e duraturi cambiamenti.
Dalle pareti di cemento in Cina che ora coprono il 60% della costa continentale, alle più grandi macchine terrestri mai costruite in Germania, alle psichedeliche miniere di potassio negli Urali russi, alle fiere di metallo nella città di Norilsk, alla devastante Grande Barriera Corallina in Austr…

Ti sento! Non essere sordo alle emozioni

La mostra collettiva " Ti sento! Non essere sordo alle emozioni" - da quest'oggi a mercoledì 19 presso la Tevere Art Gallery, in via Santa Passera 25 , Roma - è un progetto poli-artistico bi-culturale, curato da Francesca Masiero, che intende mettere a confronto il mondo dei sordi e quello degli udenti, scoprendo l’enorme potenziale comunicativo della LIS, la Lingua dei Segni Italiana, fatta di espressioni emotive e concrete gestualità.
Gli artisti, sordi e udenti, coinvolti nella mostra sono Alessandro Arrigo, Re Barbus, The Silent Beat, Marco Capellacci, Marco Verni, Cristina Eidel, Konstantinos Papaioannou e Gina Scanzani.
Attraverso la sperimentazione di grafiche, collage, illustrazioni e fotografie, racconteranno il silenzio e la mancanza di suono, mettendo in discussione certezze acquisite e aiuteranno a comprendere meglio il valore e il significato più profondo della parola e della comunicazione con l’altro. Scoprire il mondo di chi non sente aiuta a riflettere criti…