Passa ai contenuti principali

Sergio Fortuna e la sua Metafisica dell’ordinario

Attraverso l’obiettivo della sua macchina fotografica, il quotidiano assume nuove significati diventando straordinario. Come riesce Sergio Fortuna, il fotografo toscano di origine umbra, a diventare creatore di narrazioni visive metareali?  Lo scopriremo venerdì 21 luglio 2017 alle ore 17,30 durante l’incontro con l’artista che si terrà nel Lu.C.C.A. Lounge&Underground

Ad accompagnarci nella scoperta del suo mondo artistico e della sua “Metafisica dell’ordinario” (titolo della sua mostra personale in corso fino al 3 settembre 2017 con ingresso libero), ci sarà il curatore e direttore del Lu.C.C.A. Maurizio Vanni

Note biografiche Sergio Fortuna
Nato in Umbria nel 1948, dopo aver vissuto qualche anno in Maremma si trasferisce con la famiglia a Lucca per poi stabilirsi in Versilia, a Viareggio, dove ancora vive e lavora.
La sua passione per la fotografia inizia fin da ragazzo; la alimenterà in seguito frequentando uno dei vari circoli fotografici della città, ma soprattutto un amico, con il quale imparerà a sviluppare e stampare da sé il bianco e nero. Intorno ai quarant'anni diventerà la sua professione definitiva e aprirà un suo studio. Si specializzerà nel ritratto senza disdegnare altri temi. 

Le sue immagini sono state utilizzate per illustrare copertine di libri, cartoline d’arte, calendari, manifesti pubblicitari, cataloghi d’arte e di moda, depliant commerciali e turistici. Negli ultimi venti anni lavora esclusivamente per due multinazionali, senza però abbandonare le sue ricerche personali. Spaziando tra reportage, ritratto, glamour, ha realizzato oltre 40 mostre personali in spazi pubblici e privati. Ultimamente si dedica a nuove sperimentazioni.  
Sue foto sono conservate nel Museo d'Arte Erotica di Parigi,  Museo dei Bozzetti di Pietrasanta,  Centro Documentario Storico di Viareggio, Museo della Marineria di Viareggio, Fondazione Mario Tobino di Lucca, oltre a collezioni private in Italia, Svizzera, Inghilterra, Germania e Stati Uniti.


“SERGIO FORTUNA. METAFISICA DELL’ORDINARIO”
a cura di Maurizio Vanni
Lu.C.C.A. Lounge&Underground 
dall’8 luglio al 3 settembre 2017
orario mostra: da martedì a domenica 10-19, chiuso lunedì
Ingresso libero

Per info:
Lu.C.C.A. – Lucca Center of Contemporary Art Via della Fratta, 36 – 55100 Lucca
tel. +39 0583 492180   www.luccamuseum.com  info@luccamuseum.com

Addetto Stampa Lu.C.C.A.
Michela Cicchinè  mobile +39 339.2006519 m.cicchine@luccamuseum.com

Post popolari in questo blog

La Firenze di Giovanni e Telemaco Signorini

La scoperta del carteggio inedito tra Telemaco Signorini, il padre Giovanni e il fratello minore Paolo, ha condotto Elisabetta Matteucci e Silvio Balloni a ideare questa raffinata esposizione che vanta due protagonisti, i Signorini da un lato e la loro Firenze dall’altro. 


Il tratto di marcata “fiorentinità” che caratterizza la mostra, unito all’indubbio spessore storico-critico, è tra le ragioni che hanno spinto la famiglia Antinori a realizzare il progetto con l’Istituto Matteucci.
La mostra quindi non poteva trovare sede più appropriata di Palazzo Antinori, edificio storico nel cuore di Firenze, casa di una Famiglia che ha contribuito a fare la Storia della città oltre che della viticoltura di massimo pregio. Per la prima volta, in occasione di “La Firenze di Giovanni e Telemaco Signorini”, il pubblico potrà ammirare i Saloni storici del Piano Nobile di Palazzo Antinori, opportunità che da sola merita un viaggio a Firenze. Saranno essi ad accogliere le opere in mostra, capolavori noti…

ART CITY Bologna 2019 - settima edizione

Alla sua settima edizione, ART CITY Bologna ha luogo per il secondo anno consecutivo sotto la supervisione di Lorenzo Balbi, direttore artistico di MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna, con una importante novità: la manifestazione estende la sua durata fino a divenire una vera e propria art week, con inizio il 25 gennaio e nucleo centrale nel week end dall'1 al 3 febbraio, introducendo, e in seguito affiancando, il week end di Arte Fiera.
Il format di ART CITY Bologna prevede, come nell'ultimo anno, un main program di alto profilo basato su un evento speciale e su una serie di progetti curatoriali monografici, che variano tra mostre, installazioni e performance.
Parte del programma è la sezione ART CITY Segnala, che include oltre 70 eventi selezionati dagli operatori culturali della città, tra cui istituzioni pubbliche e private, gallerie d'arte moderna e contemporanea, artist run space e spazi no-profit. Accanto ad essa, la sezione ART CITY Cinema esplora i rapporti …

De Chirico e Savinio. Una mitologia moderna

Dal 16 marzo al 30 giugno 2019 la Fondazione Magnani-Rocca ospita una grande mostra dedicata a Giorgio de Chirico e Alberto Savinio, i «dioscuri» dell'arte del XX secolo. 
I due fratelli hanno ripensato il mito, l’antico, la tradizione classica attraverso la modernità dell’avanguardia e della citazione, traslandoli e reinterpretandoli per tentare di rispondere ai grandi enigmi dell’uomo contemporaneo, dando vita a quella che Breton definì una vera e propria mitologia moderna. 
La mostra - allestita alla Villa dei Capolavori, sede della Fondazione a Mamiano di Traversetolo presso Parma – presenta oltre centotrenta opere tra celebri dipinti e sorprendenti lavori grafici, in un percorso espositivo che, dalla nascita dell’avventura metafisica, si focalizza su un moderno ripensamento della mitologia e giunge alla ricchissima produzione per il teatro, documentata anche da preziosi costumi per l’opera lirica.   
I Dioscuri dell’Arte – «Sono l'uno la spiegazione dell'altro» scriveva …