Passa ai contenuti principali

Art(e)nergy | Aperte le candidature per la mostra collettiva

Partecipa alla mostra collettiva dedicata all'energia! Iscrizioni entro il 25 maggio 2017
Il risalto dato al soggetto in tutte le sue possibilità è la necessità profonda del fare arte e l'energia è il propellente per la produzione fantastica.

Muovendosi nella fantasia, l'artista crea energia e sfugge alle nevrosi perché riesce ad elaborare i suoi sogni ad occhi aperti, le sue visioni della realtà, in modo che perdano ciò che è troppo personale e diventino i sogni di tutti. L'artista con la sua energia possiede il misterioso potere di plasmare il materiale della fantasia e renderlo qualcosa di esclusivo nella sua rappresentazione artistica. Se è in grado di fare tutto questo, egli dà ad altri la possibilità di ricevere conforto, sollievo, ricarica e bellezza. Segno, tratto, ma soprattutto colore per esprimere il concetto che l'energia è vita.

Questa mostra collettiva vuole essere interattiva e coinvolgere i nostri visitatori. Ospiterà, quindi, l'evento: E TU DI CHE COLORE SEI?

Chiunque, prenotandosi per tempo potrà verificare ilcolore della propria energia, ossia l' Aura, che è l'impronta energetica di ogni essere esistente sulla terra, persona, pianta, animale, ma anche sassi, rocce e conchiglie. Ognuno vibra con colori diversi a secondo del suo stato d'animo, del carattere, ed altro ancora. In pratica l'aura è come la propria impronta digitale.

Una mostra diversa e originale dove è prevista, per i più curiosi la possibilità di conoscersi, attraverso i propri colori fotografati dalla Camera Kirlian (su prenotazione).



INFO

Il concorso è aperto a tutti gli artisti contemporanei, di ogni nazionalità. Non ci sono limiti di età. Le sezioni sono:PITTURA E GRAFICA, FOTOGRAFIA, SCULTURA

Gli artisti interessati possono iscriversi entro il 25 maggio 2017, tramite mail all'indirizzo exfabbricadellebambole@exfabbricadellebambole.com

La richiesta di partecipazione è gratuita ed è prevista una selezione.

Il 24 maggio 2017 ultimo giorno per l'iscrizione alla collettiva: gli artisti selezionati verranno contattati personalmente.

Dal 6 al 30 giugno 2017 mostra.

CUBET di exfabbricadellebambole

via Plana, 26 Milano

exfabbricadellebambole@exfabbricadellebambole.com

www.exfabbricadellebambole.com

377 1902076 (Rosy Menta presidente)

320 1576084 (Alice Rabbi segreteria)



Sei appassionato/a d'arte? Pensi che l'arte renda le persone migliori?

Abbiamo una proposta da farti: vieni a fare uno stage da Exfabbricadellebambole, una associazione dedicata all'arte, agli artisti e alla professione d'artista.

L'associazione è un luogo e un ambiente dinamico e propositivo dove potere fare emergere il tuo pensiero, i tuoi studi e crescere insieme a noi.

Cerchiamo una persona adatta alle pubbliche relazioni, ai progetti di mostre , agli archivi d'artista.

Contattaci e mandaci il tuo CV alla mail exfabbricadellebambole@exfabbricadellebambole.com

o ai numeri 320 1576084 (Alice Rabbi segreteria) | 377 1902076 (Rosy Menta presidente)



Post popolari in questo blog

La Firenze di Giovanni e Telemaco Signorini

La scoperta del carteggio inedito tra Telemaco Signorini, il padre Giovanni e il fratello minore Paolo, ha condotto Elisabetta Matteucci e Silvio Balloni a ideare questa raffinata esposizione che vanta due protagonisti, i Signorini da un lato e la loro Firenze dall’altro. 


Il tratto di marcata “fiorentinità” che caratterizza la mostra, unito all’indubbio spessore storico-critico, è tra le ragioni che hanno spinto la famiglia Antinori a realizzare il progetto con l’Istituto Matteucci.
La mostra quindi non poteva trovare sede più appropriata di Palazzo Antinori, edificio storico nel cuore di Firenze, casa di una Famiglia che ha contribuito a fare la Storia della città oltre che della viticoltura di massimo pregio. Per la prima volta, in occasione di “La Firenze di Giovanni e Telemaco Signorini”, il pubblico potrà ammirare i Saloni storici del Piano Nobile di Palazzo Antinori, opportunità che da sola merita un viaggio a Firenze. Saranno essi ad accogliere le opere in mostra, capolavori noti…

Antropocene – L’epoca umana

Una meditazione cinematografica sulla massiccia ricostruzione del pianeta da parte dell'umanità, 'Antropocene – L’epoca umana' è un film documentario che avuto una lavorazione di quattro anni ad opera del pluripremiato team composto da Jennifer Baichwal, Nicholas de Pencier e Edward Burtynsky.




Terzo in una trilogia che include Manufactured Landscapes (2006) e Watermark (2013), il film segue la ricerca di un gruppo internazionale di scienziati, il gruppo di lavoro Anthropocene che, dopo quasi 10 anni di ricerca, sostiene la teoria secondo cui l'epoca dell’Olocene ha lasciato il posto all'epoca dell’Antropocene a metà del XX secolo in seguito a profondi e duraturi cambiamenti.
Dalle pareti di cemento in Cina che ora coprono il 60% della costa continentale, alle più grandi macchine terrestri mai costruite in Germania, alle psichedeliche miniere di potassio negli Urali russi, alle fiere di metallo nella città di Norilsk, alla devastante Grande Barriera Corallina in Austr…

ART CITY Bologna 2019 - settima edizione

Alla sua settima edizione, ART CITY Bologna ha luogo per il secondo anno consecutivo sotto la supervisione di Lorenzo Balbi, direttore artistico di MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna, con una importante novità: la manifestazione estende la sua durata fino a divenire una vera e propria art week, con inizio il 25 gennaio e nucleo centrale nel week end dall'1 al 3 febbraio, introducendo, e in seguito affiancando, il week end di Arte Fiera.
Il format di ART CITY Bologna prevede, come nell'ultimo anno, un main program di alto profilo basato su un evento speciale e su una serie di progetti curatoriali monografici, che variano tra mostre, installazioni e performance.
Parte del programma è la sezione ART CITY Segnala, che include oltre 70 eventi selezionati dagli operatori culturali della città, tra cui istituzioni pubbliche e private, gallerie d'arte moderna e contemporanea, artist run space e spazi no-profit. Accanto ad essa, la sezione ART CITY Cinema esplora i rapporti …